Foto di roberto benigni
Frasi di Roberto Benigni
La scheda di Roberto Benigni
Attore, showman, comico, regista e cantante
Nascita: Manciano La Misericordia (Arezzo) il 27/10/1952+ Età e Segno
Si diploma in ragioneria e ben presto comincia a “dare i numeri” portando in scena la comicità schizofrenica che caratterizza i suoi monologhi e che lo ha reso uno dei personaggi più amati dello spettacolo. Dopo una breve parentesi da musicista e cantante, Roberto Remigio Benigni porta a teatro la sua spumeggiante personalità partecipando a rappresentazioni comiche d'avanguardia. Il suo talento da showman matura e si diffonde anche attraverso la televisione con la serie “Onda libera”, nella celebre pellicola di “Berlinguer ti voglio bene” e, nel '78, al fianco di Renzo Arbore nel programma “L'altra domenica”. A partire dal 1983 Benigni passa dall'altra parte della cinepresa sfornando successi come “Tu mi turbi”, “Il piccolo diavolo”, “Johnny stecchino”, “Il mostro” e l'ormai storico “Non ci resta che piangere”. Frutto del suo estro è anche la celebre pellicola de “La vita è bella”, dopo la quale il genio di Benigni viene incoronato a livello internazionale ottenendo il Premio Oscar come miglior attore. Non solo talento cinematografico ma anche letterario: la sua nota e appassionata lettura dei canti della Divina dantesca hanno fatto il giro dei teatri e delle piazze italiane, permettendogli di aspirare al Premio Nobel per la letteratura nel 2007.

Cerca autore su Amazon
Condividi su Facebook
La più letta di “Roberto benigni”
Se c’è una cosa che posso assicurarti è che i miei occhi non smetteranno mai, e dico, mai di guardarti ogni volta come se fossi la cosa più bella di questo mondo.
Roberto Benigni  

 Gli abissi in noi stessi

La tigre e la neve  Roberto Benigni   Inserita: 30/10/2020

Roberto Benigni nel ruolo di...
Geppetto: "Mastro Ciliegia, proprio voi cercavo! Questo è il pezzo di legno che mi avete regalato."
Federico Ielapi nel ruolo di...
Pinocchio: "Buongiorno"
Geppetto: "Bravo Pinocchio." Poi, rivolto a Mastro Ciliegia: "Ho fatto un capolavoro, eh? Si chiama Pinocchio!"
Pinocchio 2019  Roberto Benigni   Inserita: 04/04/2020

Buongiorno Anna ed Albertina, sto portando il mi' figliolo a scuola. Andiamo che si fa tardi, andiamo eh Pinocchio.
Pinocchio 2019  Roberto Benigni   Inserita: 04/04/2020

Dai Pinocchio, dì qualcosa, muovi la bocca, dì babbo!
Pinocchio 2019  Roberto Benigni   Inserita: 04/04/2020

Morire non mi piace per niente. È l'ultima cosa che farò.
Roberto Benigni   Inserita: 17/10/2019

E se ci chiudono la porta dei sogni, siamo già morti.
Roberto Benigni   Inserita: 12/08/2019

Settimo comandamento: non rubare. Dio ci ha fatto un trattamento di favore, perché ha scritto questo comandamento proprio per noi italiani, è una norma ad personam, anzi pare lo abbia scritto direttamente in italiano. E' quello al quale si obbedisce di meno, in Italia lo capiscono anche i bambini, ma forse solo quelli. Oggi essere ladri non fa più nessun effetto, eppure vendere la propria anima è il punto più basso della storia dell'umanità.
(Show su Rai 1 "Dieci comandamenti" - del 16/12/2014)
Roberto Benigni   Inserita: 17/12/2014

 Correre il rischio...

Roberto Benigni   Inserita: 27/10/2014

Vedo un paese felice dove la gente lavora, pulito, rispettoso della natura… e questa è la Svizzera. L’Italia la vedo ancora meglio. Se noi italiani seguiamo la nostra natura creativa, imprevedibile, generosa, se la riprendiamo siamo imbattibili. Costruiamo insieme, camminiamo insieme, se abbiamo un obiettivo sappiamo anche seguire le regole. Sto dicendo una cosa banale, semplice, ma con tutto il cuore che ho, e mi sembra di averne sette. Guardiamo al futuro, ci sono persone che non vedono nulla e ricordano solo il passato, ma ognuno di noi può fare la sua parte nel suo piccolo mondo: "ricordati del futuro". Potrebbe essere un bello slogan.
Roberto Benigni   Inserita: 17/09/2014 Tratta da: Ballarò del 16/09/2014 - Rai 3

O sei innamorato, o non lo sei. E' come la morte... o sei morto, o non lo sei: non è che uno è troppo morto! Non c'è troppo amore, l'amore è lì, non si può andare oltre un certo limite e quando ci arrivi, a questo limite, è per l'eternità.
Roberto Benigni   Inserita: 04/02/2014

Oh fatina perchè sei morta? Perchè non sono morto io che sono tanto cattivo mentre tu eri tanto tanto buona fatina? Fatina...come si fa a morire, come si fa? Oh se davvero mi vuoi bene, se vuoi bene al tuo Pinocchio, ritorna in vita come eri prima, come quando eri viva, che ti guardavo che eri viva! Fatina, rivivisci! Rivivisci fatina! Rivivisci!
Pinocchio  Roberto Benigni   Inserita: 28/12/2013

Il mio babbo mi avrà aspettato? Ce lo troverò a casa della Fata? Oh, è tanto tempo che non lo vedo più e c'ho una voglia di fargli mille carezze e di finirlo di baci! E la Fata, mi perdonerà la brutta azione che le ho fatto? Oh, speriamo di sì, speriamo di sì, speriamo di sì!
Pinocchio  Roberto Benigni   Inserita: 28/12/2013

Fata Turchina: "Hai visto cosa succede a non mantenere le promesse?"
Pinocchio: "Sì, e mi merito una punizione. Purtroppo me la merito!"
Fata Turchina: "No Pinocchio, nessuno ti punirà più, anzi adesso che davvero hai capito ti voglio fare il regalo più bello: si avvererà il tuo desiderio, diventerai un ragazzo come tutti gli altri. Vuoi?"
Pinocchio: "Oh, fatina, lo voglio più di ogni altra cosa!"
Fata Turchina: "Diventerai bravo?"
Pinocchio: "Oh sì, ma io sono già diventato bravo perchè l'ho capita fatina, stavolta l'ho capita!"
Fata Turchina: "Ti credo Pinocchio, sento che sei sincero"
Pinocchio  Roberto Benigni   Inserita: 28/12/2013

L'amore è come la morte: o sei innamorato o non sei innamorato, o sei morto o non sei morto... non sei mai troppo morto.
Roberto Benigni   Inserita: 15/11/2013

E se qualche volta la felicità si dimentica di noi, noi non dimentichiamoci mai della felicità!
La felicità deve costare poco...perché se è cara non è di buona qualità.
Roberto Benigni   Inserita: 01/03/2013

Ridi sempre, ridi, fatti credere pazzo, ma mai triste. Ridi anche se ti sta crollando il mondo addosso, continua a sorridere. Ci son persone che vivono per il tuo sorriso e altre che rosicheranno quando capiranno di non essere riuscite a spegnerlo.
Roberto Benigni   Inserita: 10/02/2013

Buongiorno, principessa! Stanotte t'ho sognata tutta la notte: andavamo al cinema e avevi quel tailleur rosa che ti piace tanto. Non penso che a te principessa, penso sempre a te!
Roberto Benigni   Inserita: 15/09/2012

Non è vero che un amico si vede nel momento del bisogno, un amico si vede sempre.
Roberto Benigni   Inserita: 30/07/2012

Innamoratevi.
Se non vi innamorate è tutto morto.
Vi dovete innamorare e diventa tutto vivo, si muove tutto.
Dilapidate la gioia, sperperate l’allegria.
Siate tristi e taciturni con l’esuberanza.
Fate soffiare in faccia alla gente la felicità.
Per trasmettere la felicità, bisogna essere felici e per trasmettere il dolore bisogna essere felici.
Siate felici.
Dovete patire, stare male, soffrire.
Non abbiate paura a soffrire. Tutto il mondo soffre.
E se non vi riesce, non avete i mezzi, non vi preoccupate, tanto per fare poesia una sola cosa è necessaria: tutto.
E non cercate la novità. La novità è la cosa più vecchia che ci sia.
E se il verso non vi viene da questa posizione, da questa, da così, buttatevi in terra, mettetevi così.
E’ da distesi che si vede il cielo. Guarda che bellezza, perché non mi ci sono messo prima?!
Cosa guardate? I poeti non guardano, vedono.
Fatevi obbedire dalle parole.
Se la parola è “muro” e “muro” non vi dà retta, non usatela più per otto anni, così impara!
Questa è la bellezza come quei versi là che voglio che rimangano scritti lì per sempre..
Forza, cancellate tutto!
La tigre e la neve  Roberto Benigni   Inserita: 28/07/2012

Le mogli dei politici fanno tutte beneficenza. Hanno il senso di colpa per quello che rubano i mariti.
Roberto Benigni   

Questa notte non tornerà mai più, mai più! Sul grande orologio del tempo c'è scritto una parola sola: ora!
La tigre e la neve  Roberto Benigni   

Ma dove vai? Qui c'è un uomo innamorato di te, che ti vuoi perdere lo spettacolo di un uomo innamorato di te Vittoria?!
La tigre e la neve  Roberto Benigni   

Attilio: “Perchè non stiamo insieme tutta la vita? Dai, che ci vuole? E' facile, lo vedi?!”
Vittoria: “E' facile come vedere una tigre sotto la neve...quando la vedrò staremo insieme tutta la vita!”
La tigre e la neve  Roberto Benigni   

Senti Vittoria, a me piace dire tutto e te lo dico: a me batte il cuore a 3000 a vederti prendere il caffè, di notte, qui sola con me nella mia casa...
La tigre e la neve  Roberto Benigni   

Ma io, guarda, sono contento di essere nato! A me piace esserci! Eh, io son sicuro che anche da morto mi ricorderò sempre di quando ero vivo!
La tigre e la neve  Roberto Benigni   

Se le parole non sono giuste nulla è giusto. Trovare le parole giuste per far battere il cuore all'altro, così come batte a me!
La tigre e la neve  Roberto Benigni   

Morire non mi piace per niente, sarà l'ultima cosa che farò!
La tigre e la neve  Roberto Benigni   

Come se io torno a casa e cominciano a dirmi, il mostro! Come se io vedo uno...vedo lei! Un po' sudato, c'ha qualche macchia di fango, qualche macchia rossa...Perché non posso avere una macchia? Perché appunto c'ha una macchia rossa, c'ha il latte scaduto, c'ha una mano dalla giacca a vento. Perché allora cioè non posso avere...cioè allora son tutti mostri? Non posso andare a giro con una mano di una donna nella nella...Bene! Professore, io la saluto eh...s'è fatto tardi davvero! Sono passato per un secondo eh...la trovo bene veramente professore! Complimenti!
Il mostro  Roberto Benigni   

Signorina mi sta scoppiando la testa, non volendo ho sentito che lei cerca un appartamento in affitto. Senta, le do il mio in subaffitto. Signorina, se ci sentono è finita, allora lei mi paga 8 mesi anticipati poi ci mettiamo d'accordo sulle varie ed eventuali. Signorina! Faccia finta di esser un operaio! Sai chi era quella? La moglie dell'amministratore, un ladro! Se lo vengono a sapere è finita! Silenzio assoluto! Allora facciamo alle 3 stanotte, sola! Ora vada via fischiando! Capisca ala volo le cose! Fischi, fischi! Come se niente fosse!
Il mostro  Roberto Benigni   

Esaminatore cinese: 'Come si chiama?'(in cinese)
Loris: Ehhh??
Il mostro  Roberto Benigni   

Signorina, ma quei puntini luminosi sono lei?
Il mostro  Roberto Benigni   

Le darei la mano, ma vedo che ce l'ha già...
Il mostro  Roberto Benigni   

Soldato: Ascoltatemi tutti; lo dico soltanto una volta.
Guido: Comincia il gioco, chi c'è c'è, chi non c'è non c'è.
Soldato: Siete stati portati in questo campo per un motivo...
Guido: Si vince a 1000 punti. Il primo classificato vince un carro armato vero.
Soldato: ...per lavorare!
Guido: Beato lui.
Soldato: Ogni sabotaggio è punito con la morte. Le esecuzioni avvengono sul quadrangolare con degli spari alle spalle. (si indica la schiena)
Guido: Ogni giorno vi daremo la classifica generale da quell'altoparlante là. All'ultimo classificato verrà attaccato un cartello con su scritto 'asino', qui sulla schiena.
Soldato: Non dovete scordare mai tre regole generali: 1) Non provate a scappare; 2) Seguite ogni comando senza fare domande; 3) Ognuno che protesta vien impiccato. È chiaro?
Guido: In tre casi si perdono tutti i punti, li perdono: 1) Quelli che si mettono a piangere; 2) Quelli che vogliono vedere la mamma; 3) Quelli che hanno fame e vogliono la merendina, scordatevela!
Soldato: Altra cosa: lì dietro lavorerete. Capirete facilmente le dimensioni del campo.
Guido: Scusate se vado di fretta, ma oggi sto giocando a nascondino, ora vado, sennò mi fanno tana.
La vita è bella  Roberto Benigni   

Stanotte t'ho sognata tutta la notte, andavamo al cinema, e avevi quel tailleur rosa che ti piace tanto, non penso che a te principessa, penso sempre a te!
La vita è bella  Roberto Benigni   

Saverio a Leonardo da Vinci: Nell'arancia c'è la vitamina C
Non ci resta che piangere  Roberto Benigni   

Saverio: Ecco che è bello e fatto il binario... questi sono i legni, e sopra c'è il treno, tutto di ferro... fumo che sbuffa, tuf tuf... Leonardo da Vinci: Treno. Saverio: Come fa ad andare il treno? Si butta la legna nella caldaia, il calore si sviluppa; sviluppa energia questo treno Leonardo da Vinci: E va? Ma allora anche il caminetto va. Saverio: Bravo! ... No, il caminetto non va! Leonardo da Vinci: He he! Saverio: Già, come mai il caminetto non va? bho ? Mario: Ma No, perché c'è un meccanismo diverso ! Saverio: Buttando legna si muove, si muove buttando legna... anche con la corrente, ma quella è un'altra cosa... hem vabbé, questa l'abbiamo detta.
Non ci resta che piangere  Roberto Benigni   

Santissimo Savonarola, come sei bello, quanto ci piaci a noi due! Scusa le volgarità eventuali. Santissimo, potresti lasciar vivere Vitellozzo, se puoi, eh...? Savonarola, che c'è? E che è? Oh... Diamoci una calmata, eh, oh... e che è? Qua pare che ogni cosa, ogni cosa uno non si può muovere che questo e quello, e pure per te. Oh. Noi siamo due personcine perbene che non facciamo male a nessuno, che non farebbero male nemmeno a una mosca, figuriamoci a un santone come te. Anzi, no, no, anzi, varrai più di una mosca. Noi ti salutiamo con la nostra faccia sotto i tuoi piedi, senza chiederti nemmeno di stare fermo, puoi muoverti quanto ti pare e piace e noi zitti sotto. Scusa per il paragone tra la mosca e il frate, non volevamo minimamente offendere. I tuoi peccatori di prima, con la faccia dove sappiamo, sempre zitti, sotto.
Non ci resta che piangere  Roberto Benigni   

La poesia non è fuori, è dentro.
La tigre e la neve  Roberto Benigni   

Se muore lei, per me tutta questa messa in scena del mondo che gira, possono anche smontare, portare via, schiodare tutto, arrotolare tutto il cielo e caricarlo su un camion col rimorchio, possiamo spegnere questa luce bellissima del sole che mi piace tanto, ma tanto, lo sai perché mi piace tanto? Perché mi piace lei illuminata dalla luce del sole, tanto... portar via tutto questo tappeto, queste colonne, questo palazzo... la sabbia, il vento, le rane, i cocomeri maturi, la grandine, le sette del pomeriggio, maggio, giugno, luglio, il basilico, le api, il mare, le zucchine... le zucchine!
La tigre e la neve  Roberto Benigni   

Del resto, è solo la curiosità che mi fa svegliare la mattina.
La voce della luna  Roberto Benigni   

Giosuè: 'Perché i cani e gli ebrei non possono entrare, babbo?'. Guido: 'Gli ebrei e i cani non ce li vogliono. Ognuno fa quello che gli pare, Giosuè. Là c'è un negozio, un ferramenta, dove non fanno entrare gli spagnoli e i cavalli. E là c'è un farmacista, ieri ero con un mio amico, un cinese che c’ha un canguro, dice: si può entrare? No, qui cinesi e canguro non ce li vogliamo. Eh, gli sono antipatici, che vuoi fare?'.
La vita è bella  Roberto Benigni   

Buongiorno, principessa!
La vita è bella  Roberto Benigni   

Ma lei chi è?. 'Io sono la moglie del ministro!'. 'E mostraci il tuo ministero!'
Johnny Stecchino  Roberto Benigni   

Non mi assomiglia per niente!
Johnny Stecchino  Roberto Benigni   

Ciao mamma, indovina chi sono?
Pap'occhio  Roberto Benigni   

 46 frasi di 'roberto benigni' su 46 in archivio  (Licenza foto: Pubblico dominio)


Rocio
Munoz
Morales
Raffaella
Fico


Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster