Come rimuovere lo smalto semipermanente senza rovinare le unghie?
Ti trovi in » Look » Smalto

Il vantaggio dello smalto semipermanente è che consente di avere le mani in ordine per tanto tempo, almeno 3 settimane, in quanto a differenza dello smalto che possiamo definire normale o tradizionale, non si sciupa. L'altro lato della medaglia però è che è più complicato rimuoverlo. Non basta strusciare un dischetto imbevuto di acetone sulle unghie. Ci sono infatti dei remover ad hoc, specifici per togliere con facilità lo smalto cotto, che può essere anche il gel per esempio.


Tuttavia non sempre si applica il semipermanente a casa e quindi non si dispone di tutto il kit per il fai da te, ecco che occorre trovare delle soluzioni alternative. E queste soluzioni, ovviamente, esistono! Quello che c'è da dire però è che non sono rapidissime, hanno bisogno di tempo, pazienza ed attenzione. Le unghie sono delicate e vanno sapute trattare, quindi ricordiamo fin da ora di eseguire i passaggi che ci stiamo apprestando ad elencare con grande delicatezza.


Materiale occorrente
- 2 o 3 lime, di cui una di cartone
- acetone
- dischetto di cotone
- carta stagnola
- bastoncino d'arancio
- smalto rinforzante


1) Lima la superficie dell'unghia. Il primo passaggio consiste nel limare proprio lo smalto, l'obiettivo è quello di andare a rimuovere la parte superiore, lucida, dello smalto. Questo consente all'acetone che verrà messo più avanti di svolgere la sua azione.


2) Imbevi un dischetto di cotone di acetone, eventualmente tagliandolo prima a metà, ed applicalo quindi su un'unghia e ripetere il passaggio su tutte e 10 le unghie. Dato che sono piccole, basterebbero appunto 5 dischetti per fare entrambe le mani.


3) Incarta le unghie con la stagnola. Sì dopo aver appoggiato per bene il dischetto imbevuto di acetone sulle unghie, fermare il tutto con della carta stagnola. Le unghie vanno avvolte e tenute così dai 15 ai 20 minuti almeno.


4) Stacca lo smalto con un bastoncino d'arancio. Trascorso il tempo di posa indicato, occuparsi di un'unghia per volta rimuovendo dapprima la stagnola ed il dischetto e poi eliminando gli eventuali residui di smalto aiutandosi con un bastoncino d'arancio. Essendo ormai ammorbidito, lo smalto a questo punto viene via con facilità e non rovina le unghie.


5) Lima le unghie ed applica uno smalto rinforzante. Infine non resta che limare nuovamente la superficie delle unghie usando possibilmente una lima di cartone e poi stendere una passata di smalto rinforzante, cioè una base trasparente che serve a proteggere le unghie.

2
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Smalto  Unghie  


Licenza foto #1 : Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Privacy | Segnala abusi
Genio su Facebook