Quali sono i virus più letali?
Ti trovi in » Scienze » Virus

I virus sono organismi più piccoli dei batteri e hanno bisogno di ospiti vivi come esseri umani, piante o animali per moltiplicarsi, e poter sopravvivere.
Quando un virus entra in un corpo prende il controllo del meccanismo cellulare e lo istruisce per produrre il virus. Il coronavirus, che oggi purtroppo conosciamo bene, fa esattamente la stessa cosa, tuttavia questo virus non è l'unico che ha un alto grado di aggressività e moltiplicazione. Esistono anche altri virus letali per la salute e in molti casi non esiste un vaccino. Vediamone alcuni tra i più letali.

Rabbia
Il virus più letale del mondo. La rabbia è una malattia che, anche se prevenibile, può essere fatale nel 99% dei casi se non trattata in tempo. Animali selvatici come volpi, furetti o cani possono essere infettati dal virus della rabbia e trasmetterlo all'uomo attraverso un morso. 
È un virus che infetta il sistema nervoso centrale, anche se i primi sintomi assomigliano a quelli di un'influenza con una sensazione di prurito nella sede del morso. Si manifesta poi con allucinazioni, comportamento anormale.
Ad oggi, meno pochissime sono riuscite a sopravvivere all'infezione. Per fortuna esiste un vaccino per chi deve stare a contatto con queste tipologie di animali che risulta efficace anche se somministrato subito dopo il morso infettivo.

Febbre emorragica di Marburg
E' considerato uno tra i virus più letali al mondo, simile all'Ebola, si tratta di uno dei patogeni più aggressivi per l'uomo.
Il primo focolaio è stato identificato nella città tedesca di Marburg nel 1967, mentre gli scienziati di laboratorio stavano lavorando con colture cellulari dei reni delle scimmie verdi ugandesi, precedentemente infettate dal virus.
Il virus provoca un forte mal di testa e un malessere generale nel corpo, oltre a gravi emorragie in diverse parti. Il tasso di mortalità varia dal 25 all80%. Il peggior focolaio è stato nel 2004 in Angola, dove sono morti oltre 300 infetti.

Ebola
L' epidemia di Ebola verificatasi tra il 2014 e il 2016 ha provocato 28.000 infetti e 11.300 morti. L'epidemia è cominciata in Guinea e si è diffusa in Liberia, Guinea, Sierra Leone, Nigeria, Senegal, Stati Uniti, Spagna, Italia e Regno Unito.
Agisce attaccando le cellule del sistema immunitario e, circolando attraverso il sangue, colonizza il sistema sanguigno per poi attaccare fegato, reni e polmoni. Non esiste ancora un trattamento approvato che abbia dimostrato di neutralizzare il virus.
Epatite B
Si stima che il virus uccida 780.000 persone all'anno. Si tratta di una malattia virale acuta che viene trasmessa attraverso il sangue, la saliva, e tende ad essere cronica. Provoca un'infezione nel fegato che può portare a cirrosi o cancro. Il vaccino è efficace al 95%.

HIV
Si stima che 32 milioni di persone siano morte di HIV da quando la malattia è stata riconosciuta per la prima volta all'inizio degli anni '80. Ma la malattia continua a devastare molti paesi a basso e medio reddito, dove si verifica il 95% delle nuove infezioni da HIV.
Il virus attacca e distrugge un tipo di globuli bianchi: le cellule CD4, chiamate anche cellule T, che hanno il compito di combattere le malattie. Ma l'HIV usa le proteine che si trovano all'interno della cellula per fare una copia di se stesso e poi uccide la cellula stessa. Questo può durare 10 anni o più senza che tu si presenti alcun sintomo. Esistono farmaci per curare il virus, ma non un vaccino.

Febbre gialla
Si ritiene che in un anno ci siano 200.000 casi in tutto il mondo, con circa 30.000 morti. La febbre gialla si diffonde attraverso le zanzare e deve il suo nome al colore giallo che le persone con il virus acquisiscono.
La malattia viene trasmessa all'uomo tramite la puntura della zanzara Aedes aegypti, Haemagogus e Sabethes. Si presenta febbre alta e vengono colpiti diversi organi, solitamente fegato e reni. Esiste il vaccino contro la febbre gialla, si tratta di un virus vivo attenuato.

Dengue
Questo virus fa ammalare tra 50 a 100 milioni di persone all'anno; sebbene il tasso di mortalità per dengue sia inferiore a quello di altri virus, al 2,5% il virus può causare una malattia simile all'Ebola chiamata febbre emorragica dengue, e quella condizione ha un tasso di mortalità del 20% se non trattata. Un vaccino per prevenire la dengue è stato autorizzato ed è disponibile in alcuni paesi per persone di età compresa tra 9 e 45 anni.

0
50%
0
50%
Condividi su Facebook
Tag: Virus  


Licenza foto #1 : Pubblico dominio
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...



GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala