Si scrive A posto o Apposto?
Ti trovi in » Italiano » Grammatica

Uno dei dubbi maggiori nella scrittura di alcuni termini della lingua italiana è quello che riguarda la forma separata o unita di un’espressione, ad esempio la scrittura di “a posto” o “apposto”. Qual è la corretta grafia?

La cosa da tener presente quando dobbiamo scrivere questi termini è il significato che vogliamo dare alla frase, poiché in italiano entrambi hanno un senso, a seconda del contesto in cui li utilizziamo. Vediamo dunque quali sono i due casi:

- Se si vuole comunicare che “tutto va bene”, che “non ci sono problemi” e che quindi “tutto è al suo posto”, si userà l’espressione comune “a posto”. Ad esempio è corretto scrivere: “Siamo a posto così”; “Devo mettere a posto la situazione”; “Come va? Tutto a posto?”; “Metti la testa a posto”.
Mentre sono errate le seguenti grafie “tutt’apposto”, “tutto apposto” e “tuttapposto”. In questi casi a locuzione corretta è scritta staccata e senza il raddoppiamento della “p”.
- Il termine “apposto”, scritto unito, è corretto solamente quando ci riferiamo al participio passato del verbo apporre, col significato di porre accanto, sopra o sotto, ma anche attribuire. Il suo utilizzo è corretto in casi simili a questi: “Ho apposto la mia firma in calce al documento”; “Il divieto di transito sarà apposto in Via Aurelia”; “I carabinieri si sono appostati e lo hanno sorpreso”.

Un altro simile dubbio riguarda i termini “a posta” o “apposta”, ma in questo caso la spiegazione sul loro utilizzo è ancora diversa, potete approfondirla nel relativo quesito Si scrive a posta o apposta?

1
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Grammatica  Vocaboli  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala