Foto di vincenzo cardarelli
Frasi di Vincenzo Cardarelli
La scheda di Vincenzo Cardarelli
Poeta italiano
Nascita: Tarquinia (Lazio) il 1/5/1887data morte il 18/6/1959
Vincenzo Cardarelli, nato Nazareno Caldarelli , è stato un poeta, scrittore e giornalista italiano. (Fonte: Wikipedia)
Condividi su Facebook
La più letta di “Vincenzo cardarelli”
Abbandono
Volata sei, fuggita
come una colomba
e ti sei persa, là, verso oriente.
Ma son rimasti i luoghi che ti videro
e l'ore dei nostri incontri.
Ore deserte,
luoghi per me divenuti un sepolcro
a cui faccio la guardia.
Vincenzo Cardarelli  

Il mio cuore non riesce a sostenere la semplice solennità che è in tutte le ore della vita.
Vincenzo Cardarelli   Inserita: 23/11/2017

La vita non è che un passaggio episodico e impercettibile su quelle vaste piazze sepolcrali, lungo quelle vie larghe e selciate che s'inarcano e si sprofondano all'infinito, presentando indescrivibili prospettive, e hanno l'aria storica e costernante dei luoghi dove ci si vede. Talvolta, sopra pensiero, si sente il gorgoglìo del Tevere.
Vincenzo Cardarelli   Inserita: 21/11/2017

Amore
Come chi gioia e angoscia provi insieme
gli occhi di lei così m'hanno lasciato.
Non so pensarci. Eppure mi ritorna
più e più insistente nell'anima
quel suo fugace sguardo di commiato.
E un dolce tormento mi trattiene
dal prender sonno, ora ch'è notte e s'agita
nell'aria un che di nuovo.
Occhi di lei, vago tumulto. Amore,
pigro incredulo amore, più per tedio
che per gioco intrapreso, ora ti sento
attaccato al mio cuore (debol ramo)
come frutto come geme.
Amore e primavera vanno insieme.
Quel fatale e prescritto momento
che ci diremo addio
è già in ogni distacco
del tuo volto dal mio.
Cosa lieve è il tuo corpo!
Basta ch'io l'abbandoni per sentirti
crudelmente lontana.
Il più corto saluto è fra noi due
un commiato finale.
Ogni giorno ti perdo e ti ritrovo
così, senza speranza.
Se tu sapessi com'è già remoto
il ricordo dei baci
che poco fa mi davi,
di quel caro abbandono,
di quel folle tuo amore ov'io non mordo
se sapore di morte.
Vincenzo Cardarelli   Inserita: 05/07/2012

Oggi che t'aspettavo
Oggi che t'aspettavo
non sei venuta
e la tua assenza so quel che mi dice
la tua assenza che tumultuava
nel vuoto che hai lasciato
come una stella
dice che non vuoi amarmi
quale un estivo temporale s'annuncia
e poi s'allontana
così ti sei negata alla mia sete
l'amore sul nascere
ha di questi improvvisi pentimenti
silenziosamente ci siamo intesi
amore, amore
come sempre
vorrei coprirti di fiori
e d'insulti.
Vincenzo Cardarelli   Inserita: 05/07/2012

Invano, invano lotto per possedere i giorni che mi travolgono rumorosi. Io annego nel tempo.
Vincenzo Cardarelli   

Non so dove i gabbiani abbiano il nido,
ove trovino pace.
Io son come loro,
in perpetuo volo.
La vita la sfioro
com'essi l'acqua ad acciuffare il cibo.
Vincenzo Cardarelli   

Le mie giornate sono
frantumi di vari universi
che non riescono a combaciare. La mia fatica è mortale.
Vincenzo Cardarelli   

La speranza è nell'opera. Io sono un cinico a cui rimane per la sua fede questo al di là. Io sono un cinico che ha fede in quel che fa.
Vincenzo Cardarelli   

 9 frasi di 'vincenzo cardarelli' su 9 in archivio  (Licenza foto: Fondo Paolo Monti - CC BY-SA 4.0 foto modificata)


Virgilio
Victor
Hugo

AUTORI per Tipo

Cinema (410)
Letteratura (207)
Musica (111)
Spettacolo (111)
Politica (87)
Sport (82)
Filosofia (69)
Giornalismo (59)
Economia (53)
Religione (52)
Arte (50)
Scienze (48)
Storia (40)
Varie (19)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook