È possibile il trapianto di testa?
Ti trovi in » Scienze » Corpo

Attualmente il trapianto di testa sul corpo di un donatore non è possibile, tuttavia, secondo il neurochirurgo torinese Sergio Canavero, questo progetto potrebbe definirsi nell'arco di due anni e vedere la luce già nel 2017.
L'obiettivo non è nuovo, poiché già nel 1970, negli Stati Uniti, venne fatto un tentativo su una scimmia, la quale però visse solo pochi giorni senza potersi muovere, sino a che la testa non venne rigettata dal corpo.

Secondo l'esperto, direttore del Gruppo avanzato di neuromodulazione di Torino, oggi gli ostacoli che impedivano il trapianto, come la prevenzione del rigetto e la fusione della spina dorsale, sono stati superati grazie al progresso della medicina in questo campo.
Come spiega anche l'articolo pubblicato sulla rivista New scientist, l'intervento, della durata di 36 ore, prevede che la temperatura corporea dei soggetti sia la stessa, ovvero di circa 10-15 gradi, quindi in ipotermia, al fine di estendere la durata di sopravvivenza delle cellule in mancanza di ossigeno.

Una volta congelata la testa del destinatario, il tessuto attorno al collo viene sezionato e i vasi sanguigni vengono attaccati a particolari tubi. Successivamente la testa viene avvicinata alla salma del donatore e, nell'arco di un'ora, deve essere trapiantata, collegando innanzitutto il midollo spinale, poi i muscoli e i vasi sanguigni che verranno fusi grazie ad una particolare sostanza chimica chiamata polietilenglicole; il cervello poi darà gli impulsi alla vita.

Dopo l'operazione, che secondo Canavero avrebbe una percentuale di riuscita del 95%, il paziente resterà in coma per circa tre o quattro settimane, al fine di impedirne il movimento e per dare una corretta stimolazione al midollo spinale. Secondo gli studi di Canavero, quando il paziente verrà svegliato, sarà in grado di parlare e, con la fisioterapia, camminare nel giro di un anno.

Questa tecnica, che l'esperto presenterà a giugno negli USA, all’American Academy of Neurological and Orthopaedic Surgeons ad Annapolis, potrebbe salvare la vita a persone malate di cancro, malattie nervose o muscolari che ne impediscono la mobilità.

8
89%
1
11%
Condividi su Facebook
Tag: Corpo  Medicina  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...



GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Privacy | Segnala abusi
Genio su Facebook