Perché i bambini si muovono nella pancia?
Ti trovi in » Scienze » Gravidanza

Vi siete mai chiesti il perché il feto si muove all'interno del grembo materno? Il movimento è un'attività, essenziale per lo sviluppo della muscolatura, che inizia intorno alla ottava settimana, insieme ai primi piccoli movimenti della colonna vertebrale.

Nel corso del primo trimestre può darsi che non siano ancora chiaramente percepibili, ma verso la fine della 16ª settimana cominciano a essere più vigorosi, anche se non è ancora facile identificarli come tali.
Se si tratta della prima gravidanza, è probabile che avvertirete i  primi movimenti tra la 18ª e la 20ª settimana ; se invece avete già avuto altri bambini, è probabile che li avvertirete tra la 16ª e la 18ª settimana, o addirittura prima. Tali movimenti sono molto leggeri e delicati, paragonabili a uno sfarfallio o al guizzo di un pesciolino; alcune mamme quasi non se ne accorgono o li confondono con mal di stomaco, nausea morsi della fame. Le mamme più esperte, invece, sanno bene di che cosa si tratta. Man mano che il feto cresce diventano sempre più numerosi e raggiungono l'apice tra la 30ª e la 32ª settimana.

In genere il nascituro esegue una media di 200 movimenti al giorno nella 20ª settimana, che aumentano fino a 375 nel corso della 32ª. La quantità, in ogni caso, può variare da 100 a 700, considerando un periodo di qualche giorno.
Dopo la 32ª settimana i movimenti diventeranno più sporadici poiché, crescendo, il bambino avrà meno spazio per muoversi; nonostante ciò, sarà ancora in grado di assestare calci e pugni vigorosi.
Quando, nella fase dell'impegno, la testa del piccolo si adagerà sui muscoli del pavimento pelvico, in attesa della nascita ormai imminente, avvertirete una sorta di sobbalzo.

All'interno dell'utero il feto non si muove solo per necessità fisiche, come l'esercizio e il coordinamento dei muscoli in crescita, ma anche semplicemente per spostarsi se avete assunto una posizione per lui scomoda; lo stesso accade quando è alla ricerca del pollice da succhiare. Può anche darsi che lo faccia senza alcun motivo preciso, ma solo perché ne avverte il desiderio.
Altre volte, invece, si muove in risposta al vostro stato emotivo: quando siete sottoposte a uno stimolo, sia esso di natura fisica o psicologica, il vostro corpo rilascia degli ormoni, come l'adrenalina, che circolano nel flusso sanguigno, passano attraverso la placenta e raggiungono il feto, causandone la reazione. Lo stesso avviene nel caso in cui proviate piacere, euforia, rabbia, stress, ansia o paura. Se, per esempio, siete molto nervose o arrabbiate, è probabile che il piccolo si agiti e inizi a scalciare.

L'istante in cui avvertirete, per la prima volta, che il vostro bambino si muove, sarà per voi un'emozione profonda e indimenticabile: è come se fosse la prova tangibile della sua reale esistenza, anche se lo avete già visto al momento dell'ecografia.

2
100%
0
0%
Condividi su Facebook
Tag: Gravidanza  


Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Cont@tti | Privacy | Segnala abusi
Genio su Facebook