Perché si dice Avere uno scheletro nell'armadio?
Ti trovi in » Italiano » Modi di dire

Il modo di dire “Avere uno scheletro nell'armadio” si usa per indicare un episodio o un fatto della vita compromettente e imbarazzante che è meglio tenere nascosto. Ma qual è l'origine di questa espressione? Essa deriverebbe dal francese “un squelette dans le placard” e anche dall'inglese “A skeleton in the closet”, per due differenti ragioni.

Caricatura di Mirabeau del 1792
L'origine francese è legata al campione dei rivoluzionari Gabriel-Honoré de Riqueti, conte di Mirabeau, protagonista della Rivoluzione francese. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1791, furono trovati all’interno di un suo armadio, documenti che comprovavano accordi segreti del conte con il re, al fine di contrastare la Rivoluzione stessa. L'episodio venne poi satiricamente rappresentato dalla stampa con un'illustrazione in cui Mirabeau aveva assunto le sembianze di un scheletro all’interno dell’armadio a custodire le prove del suo inganno.

L'altra ipotesi sull'origine di questo modo di dire è da ricercarsi nella storia anglosassone; in Inghilterra infatti, fino al 1832, i medici potevano effettuare i loro studi solo su salme di criminali giustiziati, e dunque, dato che non vi era una grande disponibilità di corpi sui quali effettuare autopsie, essi erano soliti conservare i cadaveri. Gli scheletri quindi non venivano smaltiti, ma tenuti segretamente in un armadio, perché non era consentito tenerli allo scoperto. Ecco che per questo motivo l'espressione “Avere uno scheletro nell'armadio” assunse un valore metaforico, ad indicare una scomoda verità ben nascosta.

5
83%
1
17%
Condividi su Facebook


Licenza foto #1 : Samuel Mann - CC BY 2.0 foto modificata
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Segnala