Perché quando si piange escono le lacrime?
Ti trovi in » Scienze » Occhi

Apparato lacrimale
La lacrimazione degli occhi più essere scaturita da due principali fattori: quello meccanico, ovvero la reazione fisiologica in cui si attivano involontariamente le ghiandole lacrimali, e quello emotivo, in cui la secrezione delle lacrime avviene in risposta ad una reazione emotiva.
Il pianto meccanico può essere determinato dall'aumento della luminosità dell'ambiente, un'infezione batterica, irritazione dell'occhio dovuta a corpi estranei o altro; il pianto emotivo invece è il risultato di una serie di sentimenti forti, sia di gioia, sia di dolore, che portano il cervello a generare lacrime.
Mentre nel pianto meccanico la lacrimazione ha la funzione principale di proteggere l'occhio, disinfettarlo e lubrificarlo, nel pianto emotivo le motivazioni per cui i nostri occhi producono lacrime sono ben più complesse, come più complessa è tutta la reazione del nostro corpo, che in questo caso non coinvolge solo l'apparato lacrimale.

Nel pianto emotivo infatti il cuore comincia a battere forte, la respirazione diventa affannosa e le ghiandole lacrimali, posizionate al di sopra dell'arco superiore dell'occhio, secernono lacrime a seguito di un segnale che, dal sistema limbico del cervello, passa al sistema nervoso centrale.
Le lacrime del pianto emotivo, formate da acqua, lisozima e sali minerali e una proteina chiamata catecolammina, sono il risultato di uno sfogo emotivo e, considerando che contengono ormoni dello stress e un oppoide naturale che funziona da anestetico, allevierebbero il dolore, svolgendo una funzione curativa, ma non solo, la lacrimazione rappresenterebbe anche un meccanismo inconscio per comunicare un segnale di sottomissione e aiuto a chi ci sta intorno.
Curiosità sul pianto e le lacrime

-
Elefante che piange
L'uomo non è l'unico essere vivente in grado di versare lacrime di tipo emotivo. Anche elefanti, cavalli, scimpanzé, gorilla e orsi piangono in situazioni di forte emotività o stress, mentre gli altri animali manifestano il loro stato emotivo in altri modi, sfruttando la lacrimazione unicamente per mantenere pulito l'occhio.

- Secondo alcune statistiche gli uomini piangono cinque volte meno delle donne, queste ultime sono infatti più soggette al pianto perché spesso influenzate da variazioni di umore in corrispondenza del ciclo.

- Alla nascita il pianto ha la funzione di attivare la circolazione e la respirazione del bambino. Con il passare degli anni, il pianto emotivo diventa meno frequente, sia perché si diventa più forti di fronte a determinate situazioni, sia perché la produzione fisiologica delle lacrime scende al 60-50 per cento nel periodo compreso tra i 60 e gli 80 anni d'età.

- Quando si ride troppo, le lacrime scendono a seguito di una forte stimolazione dei muscoli facciali.

- Il taglio della cipolla stimola la lacrimazione perché le sostanze spigionate, tra cui ossido di tiopropanale, sono irritanti per l'occhio.

32
86%
5
14%
Condividi su Facebook
Tag e gruppi: Occhi  Corpo  


Licenza foto #1 : Megyarsh - CC BY 2.0 foto modificata
Licenza foto #2 Apparato lacrimale: Erin Silversmith - CC BY-SA 2.5 foto modificata
Domande o ricerche su Genio
Digita domanda o argomento: aerei, fiumi etc..
oppure: Come / Chi / Cosa ...


GENIO PaginaInizio.com

© Genio Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005) - P.IVA 01889490502
Home Genio | Domande nuove | Cont@tti | Segnala abusi
Genio su Facebook