Frasi di Jonathan Swift
La scheda di Jonathan Swift
Scrittore, poeta
Nascita: Dublino (Irlanda) il 30/11/1667data morte il 19/10/1745
Jonathan Swift è nato il 30 novembre 1667 a Dublino. Dopo aver studiato alla Kilkenny School e al Trinity College di Dublino, lavorò a Moor Park (Surrey) come segretario dello statista e scrittore Sir William Temple. Nel 1690 lasciò l'Inghilterra e divenne l’educatore di Esther Johnson, nota come Stella, figlia di un diplomatico amico della madre di Swift, durante la permanenza i due si innamorarono anche se contemporaneamente ebbe anche una difficile relazione con Esther Vanhomrigh, detta Vanessa. Nel 1694 terminò gli studi in teologia e assunse l'incarico di pastore nella città irlandese di Kilroot, dove mantenne rapporti d'amore con Jane Waring. Nel 1696 tornò in Inghilterra per lavorare con Temple fino alla sua morte e nel 1713 fu nominato Decano della Cattedrale di San Patrizio a Dublino. A partire dal 1700, Swift divenne molto più coinvolto nella politica sostenendo il partito Tory e scrivendo diversi opuscoli contro i Whigs nel quotidiano The Examiner. Quando i Tory persero il potere nel 1714, Jonathan lasciò l'Inghilterra per vivere in Irlanda sottolineando nuovamente il suo patriottismo irlandese. In quel periodo pubblicò "Una modesta proposta" (1729), una satira sociopolitica in cui i bambini irlandesi poveri venivano venduti ai ricchi come cibo, fornendo anche ricette per poterli apprezzare al meglio. La letteratura di Swift è caratterizzata dalla sua amara carica satirica. "La battaglia dei libri" (1697) fu il suo debutto come scrittore di prosa. Nel 1704 Swift pubblicò “ Favola della botte” (1704), un altro libro graffiante in prosa sulle Chiese anglicana, cattolica e calvinista e sulle moderne convinzioni politico-religiose.. Nel 1726 pubblicò il suo romanzo più noto, "I viaggi di Gulliver" (1726) ,  che coniuga fantasia e satira in un'allegoria dell'animo umano dell'Inghilterra e della Francia settecentesca, per mostrare con sarcasmo la realtà sociale e politica che lo circondava. Il 19 ottobre 1745 morì a Dublino.
Cerca autore su Amazon
Condividi su Facebook
La più letta di “Jonathan swift”
Abbiamo religioni a sufficienza per farci odiare, ma non a sufficienza per farci amare l'un l'altro.
Jonathan Swift  

Quando un vero genio appare in questo mondo, lo si può riconoscere dal fatto che gli idioti sono tutti coalizzati contro di lui.
Jonathan Swift   Inserita: 10/04/2021

Sforzarsi di operar sul volgo con fine sentimento è come tentare di tagliar sassi con un rasoio.
Jonathan Swift   Inserita: 02/04/2021

La satira è una sorta di specchio dove chi guarda scopre la faccia di tutti tranne la propria.
Jonathan Swift   Inserita: 27/03/2021

Le parole giuste al posto giusto, fanno la vera definizione dello stile.
Jonathan Swift   Inserita: 27/03/2021

La fiducia in se stessi è una forza soltanto finché non diventa presunzione.
Jonathan Swift   

Ogni uomo vorrebbe vivere a lungo, ma nessuno desidera invecchiare.
Jonathan Swift   

I migliori medici della mia vita sono tre: il dottor Dieta, il dottor Riposo e il dottor Ottimismo.
Jonathan Swift   

Felicità è l'estasi perpetua dell'essere ingannati a dovere.
Jonathan Swift   

Un uomo non dovrebbe mai vergognarsi di confessare d'aver avuto torto, il che equivale a dire, in altre parole, che oggi è più saggio di ieri.
Jonathan Swift   

Nessuno accetta consigli, ma tutti sono pronti ad accettare denaro; dunque il denaro vale più dei consigli.
Jonathan Swift   

Abbiamo fin troppe religioni per odiarci, ma non abbastanza per amarci l'un l'altro.
Jonathan Swift   

Mio padre era un piccolo possidente della contea di Nottingham, ed io il terzo dei suoi cinque figli. Avevo quattordici anni quando fui mandato a Cambridge, nel collegio Emmanuele, ove studiai con molta diligenza. Ma dopo qualche tempo la mia famiglia non poté sostenere le spese, tuttoché modesta, della mia pensione, sicché dovetti lasciare il collegio e sistemarmi a Londra presso il celebre chirurgo Giacomo Bates, dal quale rimasi quattro anni come apprendista.
Jonathan Swift   Tratta da: I viaggi di Gulliver - Benjamin Motte 

Il nano della regina, che aveva la più piccola statura che mai si fosse vista in quel paese, quando ebbe trovato un uomo tanto più piccino di lui diventò insolentissimo, e non faceva altro che offendermi e tormentarmi. Mi guardava con cipiglio fiero e sdegnoso, e mi derideva sempre per la mia corporatura quando mi passava vicino, durante le mie conversazioni coi signori e le signore di corte, e aveva sempre qualche parola pungente sulla mia piccolezza.
Jonathan Swift   Tratta da: I viaggi di Gulliver - Benjamin Motte 

 14 frasi di 'jonathan swift' su 14 in archivio 


Jorge
Luis
Borges
Jonathan
Safran
Foer


AUTORI per Tipo

Cinema (515)
Letteratura (253)
Musica (127)
Spettacolo (121)
Politica (100)
Sport (96)
Filosofia (73)
Giornalismo (68)
Economia (57)
Scienze (54)
Religione (54)
Arte (52)
Storia (41)
Varie (22)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster