Frasi sulla malattia
Malattia
Frasi sulla malattia
Pagina 1/3
Pensieri e riflessioni sulla malattia: la sofferenza e il dolore ad essa legati, ma anche la forza, il coraggio e la volontà di affrontarla e superarla.
Condividi su Facebook
Sono venuto perché ho bisogno del diploma, senza quello non posso essere più chi voglio essere. Sono schizofrenico, è una disfunzione chimica del cervello e ti porta a sentire voci e a vedere cose che non ci sono. E' uno schifo. Nella mia vita ci sono persone che hanno cercato di aiutarmi, persone che non mi hanno visto come una malattia, ma io le ho mandate via, ho cercato di inseguire quest'idea di essere normale, qualunque cosa voglia dire.
Quello che tu non vedi  Charlie Plummer   Inserita: 03/04/2021

Avrei detto qualsiasi cosa per un semplice glaucoma, perché poco dopo ho iniziato a sentire le voci. L'hanno definito il primo crollo psicotico ed è allora che abbiamo scoperto precisamente che cos'ho, schizofrenia, una malattia mentale cronica che provoca una perdita di contatto con la realtà e che favorisce allucinazioni visive e uditive, paranoia, delirio, ecco spiegato lo spettacolo della lezione di chimica.
Quello che tu non vedi  Charlie Plummer   Inserita: 27/03/2021

Non ho paura della malattia in sé, sono fatalista e se mi tocca, mi tocca. Però da qualche tempo stiamo vivendo un momento strano. Prima del coronavirus in Puglia abbiamo visto il disastro della Xylella, la malattia che ha sterminato i nostri ulivi… Siamo in guerra, contro nemici che abbiamo creato noi con i nostri errori.
Albano   Inserita: 03/07/2020

La salute ci consente di godere la vita, la malattia di comprenderne meglio il significato.
Emanuela Breda   Inserita: 01/06/2020

Le persone possono guarire dalle malattie, le malattie possono guarire le persone.
Gerhard Uhlenbruck   Inserita: 16/03/2020

Ci sono i virologi, quelli che dovrebbero tranquillizzare tutti che litigano! Burioni e la Gismondo sono d’accordo solo su una cosa: “Bisogna lavarsi le mani”. Siamo nel 2020, spendiamo milioni di euro in ricerca, mandiamo sonde su Marte e ci danno gli stessi consigli che davano già nella peste del Manzoni? Però guardiamo anche il virus mezzo pieno: è anche la prima volta che siamo leader in Europa per qualcosa. Ci temono tutti, abbiamo l’arma segreta: “Mani in alto, questo è un milanese col raffreddore”.
Maurizio Crozza   Inserita: 29/02/2020

Cari ragazzi, niente di nuovo sotto il sole, mi verrebbe da dire, eppure la scuola chiusa mi impone di parlare. Quello che voglio però dirvi è di mantenere il sangue freddo, di non lasciarvi trascinare dal delirio collettivo, di continuare – con le dovute precauzioni – a fare una vita normale. Approfittate di queste giornate per fare delle passeggiate, per leggere un buon libro, non c’è alcun motivo – se state bene – di restare chiusi in casa. Non c’è alcun motivo per prendere d’assalto i supermercati e le farmacie, le mascherine lasciatele a chi è malato, servono solo a loro. La velocità con cui una malattia può spostarsi da un capo all’altro del mondo è figlia del nostro tempo, non esistono muri che le possano fermare, secoli fa si spostavano ugualmente, solo un po’ più lentamente. Uno dei rischi più grandi in vicende del genere, ce lo insegnano Manzoni e forse ancor più Boccaccio, è l’avvelenamento della vita sociale, dei rapporti umani, l’imbarbarimento del vivere civile. L’istinto atavico quando ci si sente minacciati da un nemico invisibile è quello di vederlo ovunque, il pericolo è quello di guardare ad ogni nostro simile come ad una minaccia, come ad un potenziale aggressore. Rispetto alle epidemie del XIV e del XVII secolo noi abbiamo dalla nostra parte la medicina moderna, non è poco credetemi, i suoi progressi, le sue certezze, usiamo il pensiero razionale di cui è figlia per preservare il bene più prezioso che possediamo, il nostro tessuto sociale, la nostra umanità. Se non riusciremo a farlo la peste avrà vinto davvero. Vi aspetto presto a scuola.
Domenico Squillace   Inserita: 27/02/2020 Tratta da: Lettera agli studenti del liceo Volta (27/02/2020)

Attenzione a chi, superficialmente, dà informazioni completamente sbagliate. Qualcuno, da tempo, ripete una scemenza di dimensioni gigantesche: la malattia causata dal Coronavirus sarebbe poco più di un'influenza. Ebbene, questo purtroppo non è vero.
Roberto Burioni   Inserita: 23/02/2020

Il Coronavirus lo prendiamo molto sul serio perché è un virus nuovo: questo significa che nessuno di noi è immune. L'influenza invece è una malattia stagionale per la quale le persone a più rischio posso essere protette adeguatamente. Eppure fa 50mila morti ogni anno in Europa. Tuttavia il vaccino esiste e funziona, e noi lo raccomandiamo agli anziani, alle donne in gravidanza, ai malati cronici e al personale sanitario. Covid-19 è un virus nuovo e noi stiamo facendo ricerca per arrivare a una cura e per predisporre un vaccino. Che però richiederà del tempo. Dunque dobbiamo puntare su misure di salute pubblica che possono essere adottate già oggi per salvare delle vite.
Hans Kluge   Inserita: 23/02/2020

L’autismo non è un “dono”. Per molti è una lotta senza fine contro scuole, posti di lavoro e bullismo. Ma nelle giuste circostanze, può diventare superpotere.
(Durante la giornata mondiale sull'autismo del 04/2019, in cui dichiara di avere la patologia)
Greta Thunberg   Inserita: 13/11/2019

Non mi vergogno a portare la parrucca, è più bella dei miei capelli.
Nadia Toffa   Inserita: 13/08/2019

Non ho mai sospeso la vita per la malattia, e nessuno dovrebbe farlo.
Se ci sono riuscita io, può farlo chiunque.
Nadia Toffa   Inserita: 13/08/2019

Un malato è già triste di suo, ha bisogno di avere intorno gente allegra, col sorriso. Lo dico sempre ai miei amici
Nadia Toffa   Inserita: 30/11/2018

Non andate contro natura. Ricordate che l'anoressia è una malattia molto seria, da cui poi è difficile uscire. Perciò lasciate perdere gli stereotipi di magrezze eccessive e alimentatevi sempre in modo sano e bilanciato
Elisa Isoardi   Inserita: 13/11/2018

Combatto come un leone ogni giorno per vincere questa battaglia. [In seguito all'ischemia che lo ha colpito nell'ottobre 2017.]
Fabrizio Frizzi   Inserita: 26/03/2018

Quando stiamo bene noi diamo per scontata la vita, invece quando le forze diminuiscono piano piano godi dei privilegi della giornata delle cose belle che ti succedono.
Marina Ripa di Meana   Inserita: 13/01/2018

Il male non deve impadronirsi di te, tu non sei la malattia.
Marina Ripa di Meana   Inserita: 10/01/2018

Chi vuole conoscere l’uomo deve guardarlo nel suo complesso e non come una struttura messa su alla meglio. Se trova malata una parte del corpo, deve cercare le cause che producono tale malattia e non limitarsi a trattare gli effetti esterni.
Paracelso   Inserita: 01/10/2017

Il ciarlatano studia le malattie negli organi colpiti, dove non trova altro che effetti già avvenuti, e rimane sempre un ignorante per quello che riguarda le cause. Il vero medico studia le cause delle malattie studiando l'uomo universale.
Paracelso   Inserita: 30/09/2017

Se conosciamo l'anatomia dell'uomo interiore, possiamo vedere la natura delle sue malattie al pari dei rimedi. Ciò che vediamo con gli occhi esterni è l'ultima materia.
Paracelso   Inserita: 24/09/2017

Coloro che si limitano a studiare e a trattare gli effetti della malattia sono come persone che si immaginano di poter mandar via l'inverno spazzando la neve sulla soglia della loro porta. Non è la neve che causa l'inverno, ma l'inverno che causa la neve.
Paracelso   Inserita: 17/09/2017

Vi è nell'uomo un duplice potere attivo: l'uno che agisce invisibilmente, o potere vitale, e l'altro che agisce visibilmente o forza meccanica. Il corpo visibile ha le sue forze naturali, e il corpo invisibile ha le sue forze naturali egualmente; i rimedi di tutte le malattie o lesioni che possono colpire la forma visibile sono contenuti nel corpo invisibile...
Paracelso   Inserita: 13/09/2017

L’immaginazione può creare la fame e la sete, produrre secrezioni anormali e causare malattie.
Paracelso   Inserita: 22/08/2017

L'ambiente fisico del paziente può avere una grande influenza sul corso della sua malattia. Se è assistito da persone che sono in simpatia con lui, sarà per lui tanto meglio che se sua moglie o chi gli è intorno desiderano la sua morte
Paracelso   Inserita: 06/08/2017

E' la mente che fa sani o malati, che rende tristi o infelici, ricchi o poveri.
Edmund Spenser   Inserita: 15/04/2017

Quando vado in tv o parlo al telegiornale dico sempre che sono contenta così, che la malattia non mi ha sconfitta, eccetera. Però, quando accade un trauma del genere, non accade solo a te. Accade ai tuoi genitori, alla tua famiglia. E hai il dovere di evitare che accada. Se a casa non avessimo dato retta all'Asl, che ci diceva "tanto c’è tempo", e se dopo la vaccinazione contro la meningite A avessi fatto anche quella contro la C, non mi sarei ammalata. Qui in Veneto ad esempio le vaccinazioni non sono obbligatorie; ed è sbagliato, infatti ci sono dei focolai. Non tutti hanno un paese che ti sostiene come ha fatto Mogliano con me, non tutti hanno una famiglia forte come la mia. Altri genitori non reggono al colpo: spesso uno dei due se ne va. Quasi sempre l'uomo, il padre. I ragazzi della nostra associazione, che consente agli amputati di fare sport, sono quasi tutti figli di genitori separati. La madre è quella che resta.
Beatrice Vio   Inserita: 25/02/2017 Tratta da: Corriere - 16/10/2016

 Guarire con il buon umore

Pindaro   Inserita: 10/12/2016

Il desiderio di prendere medicine è forse la più grande differenza fra l'uomo e l'animale.
William Osler   Inserita: 20/09/2016

Prima di guarire qualcuno, chiedigli se è disposto a rinunciare alle cose che lo hanno fatto ammalare.
Ippocrate   Inserita: 15/09/2016

Per noi guarire non è solo prescrivere medicine e terapie, ma lavorare insieme condividendo tutto in uno spirito di gioia e cooperazione.
Patch Adams   Inserita: 15/08/2016

Le esigenze di produzione di massa portano spesso, purtroppo, a immettere sul mercato il cosiddetto "cibo spazzatura", ma le conseguenze si vedono chiaramente e si chiamano obesità, malattie, mortalità precoce.
Umberto Veronesi   Inserita: 27/05/2016 Tratta da: La dieta del digiuno - Mondadori

Nel febbraio di cinque anni fa mi è stata diagnosticata la malattia. Non amo molto parlare di quel momento. Ma da allora sono diventato una persona più lenta, uno dei motivi per cui avevo paura di andare al Festival. Non sono abituato ai tempi stretti. Ogni giorno ho la costante necessità di riconoscere il mio corpo, capire come assecondarlo. Sono stati modificati i tasti del mio amato pianoforte. Sono più leggeri, nelle dita ho meno forza. Ma la cosa non mi dispiace: tanto li accarezzo.
Ezio Bosso   Inserita: 11/02/2016

La mia malattia non mi ferma, ora accarezzo il piano.
Ezio Bosso   Inserita: 11/02/2016

L’amore è una malattia dalla quale non vuoi guarire.
John Green   Inserita: 28/06/2015 Tratta da: Colpa delle stelle - Rizzoli

In un'epoca di pazzia, credersi immuni dalla pazzia è una forma di pazzia.
Saul Bellow   Inserita: 10/06/2015

Il cancro – quando è arrivato – si è dovuto abituare alla mia vita da musicista, non sono stato io ad essermi adeguato a lui. Io ho messo le cose in chiaro fin da subito: "Se vieni con me, allora tu devi fare la mia vita". E questo significa fare il musicista, registrare dischi, fare concerti, viaggiare e via dicendo. Penso che il cancro sia stato contento di questo.
Pau Donés   Inserita: 09/06/2015

Una mela al giorno toglie il medico di torno. Basta avere una buona mira.
Winston Churchill   Inserita: 24/01/2015

Lasciate che il cibo sia la vostra medicina e la vostra medicina sia il cibo.
Ippocrate   Inserita: 26/11/2014

Una delle malattie che vedo più diffuse oggi in Europa è la solitudine, propria di chi è privo di legami. (Dal discorso a Strasburgo, durante la visita al Parlamento europeo)
Papa Francesco   Inserita: 25/11/2014

È la patologia morale che crea il peccato.
Gianfranco Ravasi   Inserita: 12/08/2014

La fede è contagiosa. Come non si contrae contagio, sentendo solo parlare di un virus o studiandolo, ma venendone a contatto, così è con la fede.
Raniero Cantalamessa   Inserita: 11/08/2014

Non ho paura di invecchiare. Ho paura di cose concrete, tipo dover mettere gli occhiali e perdere la vista e quindi sviluppare un udito migliore per sentire mia madre dirmi: "Te lo dicevo di non giocare sempre ai videogiochi".
J Ax   Inserita: 05/08/2014

Per tutti, anche per i più fortunati, l’amore comincia necessariamente con una sconfitta.
Hermann Hesse   Inserita: 11/06/2014

Il Pregiudizio è una malattia. Così come la moda. Ma non voglio indossare pregiudizi.
Lady Gaga   Inserita: 17/05/2014

Guariamo dalla sofferenza solo provandola appieno.
Marcel Proust   Inserita: 28/01/2014

L'abitudine è la più infame delle malattie perché ci fa accettare qualsiasi disgrazia, qualsiasi dolore, qualsiasi morte. Per abitudine si vive accanto a persone odiose, si impara a portar le catene, a subire ingiustizie, a soffrire, ci si rassegna al dolore, alla solitudine, a tutto. L'abitudine è il più spietato dei veleni perché entra in noi lentamente, silenziosamente, cresce poco a poco nutrendosi della nostra inconsapevolezza, e quando scopriamo d'averla addosso ogni fibra di noi s'è adeguata, ogni gesto s'è condizionato, non esiste medicina che possa guarirci.
Oriana Fallaci   Inserita: 06/01/2014 Tratta da: Un uomo - Bur

Ora penso soltanto alla mia malattia e alla mia salute; la prima come la seconda, sei tu.
Franz Kafka   Inserita: 18/05/2013

Io da medico ragiono esattamente così: la vita è sempre importante, non soltanto quando è attraente ed emozionante, ma anche se si presenta inerme e indifesa.
Enzo Jannacci   Inserita: 31/03/2013

Non staccherei mai una spina e mai sospenderei l'alimentazione a un paziente: interrompere una vita è allucinante e bestiale.
Enzo Jannacci   Inserita: 31/03/2013

Sono stata a lungo anoressica e ci è voluto molto per accettare quello che stavo facendo a me stessa. Quando mi hanno proposto il film 'Fino all'osso' stavo scrivendo la mia biografia e avevo appena finito il capitolo in cui parlavo della malattia. Ho accettato immediatamente, perché non è mai stato fatto un film che parli così apertamente di questo tipo di problema e so quanto dolorosa possa essere per una donna, ma anche per un uomo, l'accettazione del proprio corpo e l'ammettere di avere un disordine alimentare, che è naturalmente prima di tutto psicologico.
Lily Collins   

 Frasi dalla n° 1 al n° 50 di 'Malattia' su 147 Totali



Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster