Foto di hannah arendt
Frasi di Hannah Arendt
La scheda di Hannah Arendt
Filosofa, scrittore e storica
Nascita: Hannover (Germania) il 14/10/1906data morte il 4/12/1975
Ottiene la laurea in filosofia a Heidelberg e nel 1929, mentre la sua tesi viene data alle stampe, convola a nozze con il collega Günther Anders da cui si separa otto anni dopo. Si trasferisce per un periodo a Parigi, dove ha modo di conoscere Walter Benjamin e aiutare gli ebrei rifugiati; poi nel 1940, dopo un periodo di prigionia e il ritiro della cittadinanza tedesca, l'invasione nazista della Francia la costringe alla fuga negli Stati Uniti insieme al suo nuovo marito Heinrich Blucher. A New York , di cui è cittadina dal 1951, lavora come insegnante in una scuola superiore e tiene vivi i contatti con la comunità germanica emigrata lavorando come giornalista nella redazione del tedesco “Aufbau”. Sebbene non ami definirsi una filosofa, preferendo invece l'etichettatura di “teorica politica”, l'analisi critica degli autori antichi sui temi del potere, dell'esistenzialismo e del totalitarismo esposte in opere come “La banalità del male”, “Le origine del totalitarismo” e il più esaustivo “Vita Activa. La Condizione umana”, la rendono una delle pensatrici più spesso chiamate in causa nelle discussioni politiche contemporanee.
Condividi su Facebook
La più letta di “Hannah arendt”
Il diritto di sposarsi con chi si vuole è un diritto umano elementare, assai più importante del "diritto di frequentare una scuola integrata", del "diritto a sedersi dovunque si voglia sul pullman", o del "diritto di entrare in qualsiasi albergo, in qualsiasi area ricreativa, in qualsiasi luogo di divertimento, a prescindere dalla propria razza o dal colore della propria pelle".
Hannah Arendt  

Le ideologie ritengono che una sola idea basti a spiegare ogni cosa nello svolgimento dalla premessa, e che nessuna esperienza possa insegnare alcunché dato che tutto è compreso in questo processo coerente di deduzione logica.
Hannah Arendt   Inserita: 15/10/2014

La nostra è la prima generazione divenuta pienamente consapevole delle conseguenze atroci che discendono da una linea di pensiero che costringe ad ammettere che tutti i mezzi, purché siano efficaci, sono leciti e giustificati per conseguire qualcosa di definitivo come fine.
Hannah Arendt   

Il suddito ideale del regime totalitario non è il nazista convinto o il comunista convinto, ma l'individuo per il quale la distinzione fra realtà e finzione, fra vero e falso non esiste più.
Hannah Arendt   

I movimenti totalitari trovano un terreno fertile per il loro sviluppo dovunque ci sono delle masse che per una ragione o per l'altra si sentono spinte all'organizzazione politica, pur non essendo tenute unite da un interesse comune e mancando di una specifica coscienza classista, incline a proporsi obiettivi ben definiti, limitati e conseguibili.
Hannah Arendt   

A differenza della natura, la storia è piena di eventi: il miracolo del caso e dell'infinitamente improbabile vi ricorre con tale frequenza da far sì che parlare di miracoli sembri assurdo.
Hannah Arendt   

L'educazione è il momento che decide se noi amiamo abbastanza il mondo da assumercene la responsabilità e salvarlo così dalla rovina, che è inevitabile senza il rinnovamento, senza l'arrivo di esseri nuovi, di giovani. Nell'educazione si decide anche se noi amiamo tanto i nostri figli da non estrometterli dal nostro mondo lasciandoli in balia di se stessi, tanto da non strappargli di mano la loro occasione d'intraprendere qualcosa di nuovo, qualcosa d'imprevedibile per noi; e prepararli invece al compito di rinnovare un mondo che sarà comune a tutti.
Hannah Arendt   

Nella loro pretesa di spiegazione totale, le ideologie hanno la tendenza a spiegare non quel che è, ma quel che diviene, quel che nasce e muore.
Hannah Arendt   

Se la legalità è l'essenza del governo non tirannico e l'illegalità quella della tirannide, il terrore è l'essenza del potere totalitario.
Hannah Arendt   

Il dominio totalitario, al pari della tirannide, racchiude in sé i germi della propria distruzione.
Hannah Arendt   

Tutti i termini filosofici sono metafore, analogie, per così dire congelate, il cui significato autentico si dischiude quando la parola sia riportata al contesto d'origine, certo presente in modo vivido e intenso alla mente del primo filosofo che la impiegò.
Hannah Arendt   

Nessuno ha mai dubitato del fatto che verità e politica siano in rapporti piuttosto cattivi l'una con l'altra e nessuno, che io sappia, ha mai annoverato la sincerità tra le virtù politiche. Le menzogne sono sempre state considerate dei necessari e legittimi strumenti non solo del mestiere del politico o del demagogo, ma anche di quello dello statista.
Hannah Arendt   

Vivere insieme nel mondo significa essenzialmente che esiste un mondo di cose tra coloro che lo hanno in comune, come un tavolo è posto tra quelli che vi siedono intorno.
Hannah Arendt   

Io non credo che possa esistere qualche processo di pensiero senza esperienze personali.
Hannah Arendt   

 14 frasi di 'hannah arendt' su 14 in archivio  (Licenza foto: Pubblico dominio)


Henry
David
Thoreau
Gustave
Le
Bon

AUTORI per Tipo

Cinema (402)
Letteratura (205)
Musica (110)
Spettacolo (109)
Politica (87)
Sport (82)
Filosofia (69)
Giornalismo (57)
Economia (53)
Religione (52)
Arte (50)
Scienze (48)
Storia (40)
Varie (19)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook