×
Ultime Frasi
Frasi di Film
Frasi Celebri
Aforismi
Frasi Amore
Frasi Belle
Frasi Poster
Film Poster
Indovinelli
Rompicapo
Poesie
Proverbi
Modi di dire
Palindromi
Scioglilingua
Auguri Feste
Argomenti
Top mese
INDICI ED ELENCHI
+ Elenco Autori + Elenco Attori + Film A-Z + Film per Anno
NETWORK PaginaInizio
⚒ Servizi e strumenti ⇐  Chiudi menù
© Adv Solutions SRL (2005-2021)
Nella notte di Natale, la Madre che doveva partorire non trovò per sé un tetto. Non trovò le condizioni, in cui si attua normalmente quel grande divino ed insieme umano Mistero del dare alla luce un uomo.

Quando sfondi le pareti dell'emozione la vita diventa una palla di natale.

Diego Abatantuono nel ruolo di...
Babbo Natale: Grazie a te, oh stagli vicino perché lui senza di te è rovinato.
Valentina Lodovini nel ruolo di...
Giulia: E' lo so, lo so.
Babbo Natale: E tu come farai senza di me?
Fabio De Luigi nel ruolo di...
Carlo: Eh, mi organizzo, aspetto il prossimo Natale.

Caro Babbo Natale, non so se ti arriverà mai questa lettera, non credo, nel caso vorrei che al posto dei regali facessi una magia. I miei si odiano e presto non staranno più insieme, non è che potresti far qualcosa tipo bloccare il tempo, fargli il lavaggio del cervello e costringerli ad amarsi. Grazie Tito

Non l'ho ammazzato, non vedi che si muove, poi amore non è Babbo Natale, questo è un signore vestito da Babbo Natale.

E’ Natale. Sono indeciso se sentire un grande senso di fratellanza o andare a sciare a Cortina.

Tanto il Natale mi deprime quanto la Pasqua mi riempie di gioia. Un Dio che si fa bambino è avvilente. Un poveraccio che si fa Dio è tutt'altra cosa.

Ricordo di essere stata a Sandringham, per la prima volta, a Natale, e mi preoccupava molto il regalo da fare alla regina. Finché non ho capito che qualsiasi cosa le avessi fatto, si sarebbe comunque rivelata inadeguata, allora ho deciso di prepararle la ricetta del chutney di mia nonna. Ed è andata bene, ho visto che il giorno dopo era sul tavolo. Un piccolo gesto che per me ha contato molto ed è una cosa che ho notato lei fa spesso, e penso che dimostri la sua premura e il sapersi prendere cura di chiunque.

Ecco, se qualcosa la memoria mi insegna, e mi spinge a dire qualcosa ai miei figli, non è un generico buonismo, in cui tutti siamo fratelli, come in una specie di Natale permanente. No: è che bisogna guardare alle persone, a quello che fanno, più che alle bandiere e a quello che proclamano. Me lo diceva mio padre, e io scuotevo la testa, perché trovavo povera, rassegnata e qualunquistica l’affermazione.

L’anno scorso sono stato due mesi a Londra. Ci tornavo dopo sei anni: mi è piaciuto, così ci sono andato anche per Natale, ma alla fine mi ha depresso. Quando sono a Los Angeles, invece, mi sento bene; ho imparato ad amare questa città e ho idea che ora casa mia sia qui.
Da: Io donna - 10/07/2014

Le persone più inusuali con cui ho passato il Natale sono state le truppe impegnate in Iraq, lo scorso anno. Ero in Medio Oriente, è stato senza dubbio uno strano Natale, difficile. Vedere quei ragazzi lavorare duro, con la paura di saltare in aria ad ogni momento, è stata una difficile esperienza.

Ho sempre pensato al Natale come ad un bel momento. Un momento gentile, caritatevole, piacevole e dedicato al perdono. L'unico momento che conosco, nel lungo anno, in cui gli uomini e le donne sembrano aprire consensualmente e liberamente i loro cuori, solitamente chiusi.

Babbo Natale ce l’ha con me. Da piccolo invece dei regali mi lasciava un biglietto con su scritto: “Non esisto”.
Da: Benvenuti in Italia - Feltrinelli

I film di Natale sono cambiati com'è cambiato il paese. Venticinque anni fa i ritmi e i tempi comici erano assai più lenti, ti potevi permettere pause e divagazioni che oggi nessuno ti concede più. Le commedie sono meno ottimiste e più nevrotiche, esattamente come noi italiani, i ritmi devono essere alti, la farsa deve essere stretta come una morsa e tanto veloce. Chi si ferma è perduto.
Da: Movieplayer.it - 18/12/2008

Fra Natale e Capodanno gli auguri corrono il mondo con ritmo accelerato, con doni e ricordi, con telegrammi e telefonate: pare che non si abbia altro pensiero che quello della fratellanza, del ricordo di persone care, di omaggi a personaggi influenti, rinverdimento di vecchie relazioni che sembravano estinte, ripresa di un passato che per qualche giorno ritorna presente. Potrebbe dirsi il trionfo della speranza in un mondo che pare l'abbia perduta; un soffio di rinnovamento che ci fa dimenticare i mali presenti per un migliore avvenire; proprio perchè l'inizio dell'inverno richiama al pensiero la prossima primavera.
Da: La politica e la menzogna - Rubbettino Editore

  Argomenti correlati a 'Natale'
Black friday
Capodanno
Cura
Gesù
Unione
Casa
Pasqua
Felicità

  Autori su argomento 'Natale'


PaginaInizio.com
© Adv Solutions SRL (2005-2021)