Foto di john nash
Frasi di John Nash
La scheda di John Nash
Matematico ed economista
Nascita: Bluefield (Virginia Occidentale) il 13/6/1928data morte il 23/5/2015
Pur avendo una situazione familiare serena, John Forbes Nash, Jr è riservato e introverso fin dai tempi della scuola, dove il suo genio non viene riconosciuto né alimentato. Durante gli anni del liceo le cose cambiano radicalmente e Nash comincia a ottenere la considerazione che merita, pienamente maturata durante i successivi studi universitari a Pittsburgh, dove si reca nel '45. Frequenta inizialmente il corso di ingegneria chimica ma l'amore per i numeri lo perseguita e la sua naturale capacità di risolvere problemi complessi utilizzando soluzioni geniali ed eleganti lo dimostra ampiamente, così torna sui suoi passi e si laurea in matematica nel 1948. Chiamato a Princeton, fa la conoscenza di Einstein e di altre menti brillanti, cosa che lo stimola non poco le sue aspirazioni. In quel periodo cominciano ad apparire i primi segnali di schizofrenia, che sembrano però sfumare intorno agli anni '90. Considerato uno dei matematici più eccentrici e brillanti del secolo scorso, con il suo contributo ha trasformato l'economia applicando alla matematica le sue ricerche sulla teoria dei giochi, cosa che, nel '94 gli permette di ottenere il Premio Nobel per l'economia. Le vicende che circondano la sua vita sono arrivate sotto gli occhi del grande pubblico dopo l'uscita del film “A Beautiful Mind” a lui dedicato.
Condividi su Facebook
La più letta di “John nash”
Un gioco può essere descritto in termini di strategie, che i giocatori devono seguire nelle loro mosse: l'equilibrio c'è, quando nessuno riesce a migliorare in maniera unilaterale il proprio comportamento. Per cambiare, occorre agire insieme.
Tratta da: ilgiornale.it - 11/03/2008John Nash  

Mi disse che avrei dovuto studiare di più. (Riferita ad Albert Einstein)
John Nash   Inserita: 03/04/2014 Tratta da: ilgiornale.it - 11/03/2008

Un sogno non è considerato un'allucinazione, ma se ci si crede, l'effetto potrebbe essere lo stesso.
John Nash   Tratta da: espresso.repubblica.it - 11/03/2008 

Fischer non sembrava razionale a parlarci, ma giocava in modo razionale. (Riferita a Billy Fischer)
John Nash   Tratta da: espresso.repubblica.it - 11/03/2008 

Nel suo lavoro il matematico deve pensare in termini razionali e logici, anche se può commettere errori. Come uno scacchista, d'altronde.
John Nash   Tratta da: ilgiornale.it - 11/03/2008 

Le allucinazioni, più che su qualcosa che si vede, sono su qualcosa che si pensa. In seguito le mie furono anche uditive, sentivo delle voci.
John Nash   Tratta da: espresso.repubblica.it - 11/03/2008 

Ho apprezzato molto il lavoro del regista e dello sceneggiatore. La teoria dei giochi non è che si possa applicare a qualunque cosa, ma in quella scena del film sono riusciti a concentrare l'attenzione su alcuni interessanti elementi psicologici. (Riferita al film "A Beautiful Mind")
John Nash   Tratta da: espresso.repubblica.it - 11/03/2008 

Ci sono molte somiglianze tra un teorema e una partita (a scacchi): ad esempio, nella precisione e nella bellezza. Giocare bene è come fare una bella dimostrazione.
John Nash   Tratta da: espresso.repubblica.it - 11/03/2008 

Non puoi sapere chi sarà il prossimo genio matematico della storia. Pensi all'indiano Srinivasa Aiyangar Ramanujan, ex bambino prodigio completamente autodidatta che alla fine dell'800 diventò uno dei più grandi geni matematici partendo da un libriccino. O alla grande Ipazia di Alessandria, che visse in Egitto tra il IV e il V secolo dopo Cristo. Le donne secondo me sono biologicamente più adatte alla matematica.
John Nash   Tratta da: corriere.it - 14/03/2007 

Non riesco a memorizzare alcuni numeri telefonici e non mi sforzo neppure per farlo. Conosco persone capaci di memorizzare una sequenza quasi infinita di numeri, però non sono per nulla portati alla matematica.
John Nash   Tratta da: corriere.it - 14/03/2007 

La matematica, il calcolo e i computer sono stati la medicina che mi ha riportato ad un'idea più razionale e logica, aiutandomi a rifiutare il pensiero e l'orientamento allucinatori. La matematica è curativa e in America viene usata nella terapia occupazionale al posto dei farmaci. Con ottimi risultati.
John Nash   Tratta da: corriere.it - 14/03/2007 

Matematica è una parola greca che all'inizio includeva i concetti di musica e astronomia. Solo nell'accezione contemporanea è diventata una materia a sé. Ma secondo me continua a essere intrinsecamente collegata a innumerevoli altre discipline.
John Nash   Tratta da: corriere.it - 14/03/2007 

Lo studio e l'applicazione della matematica non richiedono alcuna forza fisica. Un uomo e una donna non possono sfidarsi sul campo da tennis ma possono farlo su uno studio di numeri, dove l'unica forza necessaria è mentale.
John Nash   Tratta da: corriere.it - 14/03/2007 

L'economia e il business m'interessano ben poco mentre adoro la musica, anche se ho un approccio selettivo. Trovo il rock e il pop sgradevoli e non amo compositori contemporanei quali Luciano Berio, al quale preferisco Vivaldi, Frescobaldi e Donizetti.
John Nash   Tratta da: corriere.it - 14/03/2007 

Il mio amore per la matematica nacque nella scuola pubblica, dove abbiamo cominciato presto a lavorare con i numeri. Ma è stata la scoperta della geometria, alle elementari, ad aprirmi la mente. Sognavo di diventare un ingegnere come mio padre, poi la mia strada è andata in un'altra direzione.
John Nash   Tratta da: corriere.it - 14/03/2007 

 15 frasi di 'john nash' su 15 in archivio  (Licenza foto: Peter Badge - CC BY-SA 3.0 foto modificata)


Konrad
Lorenz
James
Clerk
Maxwell

AUTORI per Tipo

Cinema (397)
Letteratura (198)
Musica (108)
Spettacolo (108)
Politica (86)
Sport (82)
Filosofia (69)
Giornalismo (56)
Economia (52)
Religione (52)
Arte (50)
Scienze (48)
Storia (40)
Varie (19)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook