Frasi sui libri
Libri
Frasi sui libri
Pagina 2/6
Ci ho messo 5 anni per scrivere Diario di un corpo, il che significa che per quattro non ho scritto.
Daniel pennac   

Un libro (io credo) è qualcosa con un principio e una fine (anche se non è un romanzo in senso stretto), è uno spazio in cui il lettore deve entrare, girare, magari perdersi, ma a un certo punto trovare un'uscita, o magari parecchie uscite, la possibilità di aprirsi una strada per venirne fuori.
Italo calvino   

La storia è sempre scritta dai vincitori. Quando due culture si scontrano, chi perde viene cancellato e il vincitore scrive i libri di storia, libri che sostengono la sua causa e condannano quella del nemico sconfitto.
Dan Brown   Tratta da: Il Codice da Vinci - Mondadori 

C’è indubbiamente un’età per leggere e una per essere colti. L’ansia del libro è la meravigliosa sensazione di essere giovani.
Franca Valeri   

Vero è, che la penna in mano di un eccellente scrittore riesce per sé stessa un’arma assai più possente e terribile, e di assai più lungo effetto, che non lo possa mai essere nessuno scettro, né brando, nelle mani d’un principe.
Vittorio Alfieri   Tratta da: Principe e delle lettere (1778) 

La scrittura musicale è poesia e quella del libro è la prosa, sicuramente è diversa.
Pau Donés   

Si vede subito quando uno legge. Chi legge, chi legge veramente, è altrove.
Amélie Nothomb   

Scrivere a quattro mani è un’esperienza catartica che richiede pazienza. Si tratta di fondere due visioni del mondo e due stili: o ti lasci o funziona per sempre.
Francesca Barra   

In ogni autore si miscelano più forze. Come in ogni essere umano. I miei libri di questi anni sono lo specchio di ciò su cui ho posato gli occhi. Alcuni mi riguardano da vicino o riguardano da vicino i luoghi che conosco meglio. Altri toccano tematiche più universali, più lontane da me. Penso che la comicità, l'ironia, vada di pari passo con la tenerezza. L'occhio sarcastico è un occhio indulgente con le cose che riguardano gli umani. Altrimenti è un mero attacco, un'inchiesta, e non qualcosa che ti strappa una risata, perché simile a te.
Marco Marsullo   

Credo che le fiabe, quelle vecchie e quelle nuove, possano contribuire a educare la mente. La fiaba è il luogo di tutte le ipotesi.
Gianni Rodari   

Quella vecchia sensazione di settembre, rimasta dai giorni di scuola, dell'estate scorsa, le vacanze quasi finite, la raccolta dei doveri, libri e calcio nell'aria… Un altro autunno, un’altra pagina girata: c'era qualcosa di giubileo in quell'annuale inizio dell'autunno, come se gli errori dello scorso anno fossero stati spazzati via dall'estate.
Wallace Stegner   

Settembre è il mare. Ottobre è un libro.
Gloria Fuertes   

"La Repubblica" di Platone mi ha cambiato la vita, e questo libro parla di un concetto: la gente deve occuparsi delle cose di cui sa, per le quali è portata, per le quali ha arte e tecnica.
Tommaso Paradiso   

Nei miei romanzi, rispetto sempre regole molto rigide; anche se mi piace far passare i cattivi per buoni e viceversa, e far balenare la possibilità di un disastro, alla fine i buoni sono buoni e i cattivi sono cattivi, e il bene più o meno trionfa.
Jeffery Deaver   

Nel mio libro parlo dei valori che un bambino deve avere in un campo di calcio, e più in generale di come un bambino deve vivere il calcio. Mi avevano chiesto di scrivere un libro sulla mia vita ma prima di fare questo volevo in realtà scrivere qualcosa per i miei bambini e per tutti gli altri.
Wanda Nara   

Questo libro, nato nel periodo più difficile della mia vita eppure vi inonderà di gioia. Lo troverete pieno d’amore. ‘Fiorire d’inverno’ perché non ho mai sospeso la vita per la malattia, per il cancro e nessuno dovrebbe farlo. Ecco come ci sono riuscita io
Nadia Toffa   

Quando ero piccolo, ero un lettore accanito. Mia madre diceva spesso che amavo leggere mentre mangiavo, e se non avevo nulla da leggere, diceva che leggevo le etichette della bottiglia di ketchup o di mostarda.
Stan Lee   

Tra le maggiori scoperte fatte dall'intelligenza umana degli ultimi tempi va annoverata, secondo me, l'arte di giudicare i libri senza averli letti.
Georg Christoph Lichtenberg   

Un libro e un film non sono la stessa cosa. I libri generalmente hanno più forza dei film perché sono fatti un po' dagli scrittori e un po' dai lettori: il lettore si immagina le cose che lo scrittore gli suggerisce. Il cinema è più deciso nell'imporre la sua visione del mondo attraverso le facce dei personaggi, le luci, le ambientazioni. Libro e film sono due opere diverse e il regista interpreta il testo come vuole lui. A volte, raramente, succede che i film siano migliori dei libri perché rimaneggiano la storia che in quel modo migliora.
Niccolò Ammaniti   Tratta da: Il Secolo XIX - 07/11/2002 

Ho difficoltà a scindere quello che penso di un film e di un libro. Vedo le storie che racconto per immagini, come un film cerebrale. Sulla carta è più evidente l'aspetto psicologico e intimista.
Niccolò Ammaniti   Tratta da: Il Secolo XIX - 07/11/2002 

Quando penso a tutti i libri che mi restano da leggere, ho la certezza d'essere ancora felice.
Jules Renard   

Perché pagare un dollaro per un segnalibro, quando si può utilizzare la banconota come segnalibro stesso?
Steven Spielberg   

La vita che non finisce. La vita perenne attraverso i libri. Uno scrittore - come Proust, o Joyce, o Stendhal muore, ma i suoi romanzi lo tengono in vita accanto a te. Senti il suo respiro. [In risposta alla domanda: Che cosa rappresenta la letteratura per te?]
Rosetta Loy   Tratta da: Repubblica - 06/03/2016 

Si tratta di un diario, di un resoconto di cinque anni di legislatura comunale, in cui cerco di descrivere, dal mio punto di vista, quello che è accaduto e, soprattutto, come è accaduto. [Riferito al suo libro "Verità capitale. Caste e segreti di Roma"]
Gianni Alemanno   

Per quanto mi riguarda, il lieto fine è obbligatorio. La sensazione di autentico benessere che si prova alla conclusione di un romanzo dipende in buona parte dal fatto che si è assistito al coronamento dell'amore rincorso lungo tutto il percorso. Quando si partecipata a un sentimento che sboccia pagina dopo pagina, si vuole anche poter gioire del meritato finale. E poi trovo che il mondo sia già così pieno di brutture, reali e ahimè concrete, che non vedo necessità di infliggere sofferenza anche al'’interno di un romanzo.
Anna Premoli   Tratta da: D Repubblica - 19/01/2017 

Non scrivo mai ispirandomi direttamente alla mia vita, ma è ovvio che le mie esperienze lavorative hanno contato nella scelta dei temi di trattare. In qualche caso ho voluto dimostrare che si potesse scrivere di amore e di shale gas, per esempio, sfruttando conoscenze piuttosto specifiche sul tema. Inoltre, il mio lavoro mi permesso di conoscere un'infinità di persone peculiari e interessanti, perciò non nascondo che questo enorme bagaglio umano abbia contribuito non poco nel rendere quasi "reali" i miei protagonisti. In ognuno di essi c'è qualcosa di vero.
Anna Premoli   Tratta da: D Repubblica - 19/01/2017 

Non avrei mai pensato di scrivere un libro, ma poi mi è stato chiesto e ho pensato che mi sarebbe piaciuto poter raccogliere i miei look preferiti, qualche consiglio pratico per costruire il look perfetto in ogni occasione ed essere sempre se stessi.
Chiara Ferragni   

È più facile comprare un libro che leggerlo, e più facile leggerlo che capirlo.
William Osler   

Crediamo di avere in mano le redini di noi stessi. E' così? Non penso. Bisogna lasciare una parte di mistero in quel che accade: ognuno è scritto un po' dal libro che scrive. Si fa indigestione di domande e di risposte…Invece la vita è piena di ambiguità, doppi, illusioni. Scrivo del salotto di campagna di Madame Isidori, apparentemente grottesco: è una pochade, un vaudeville di personaggi che magari sembrano sfigati o ridicoli. Non lo sono. Nell'economia dell’esistente ognuno ha il suo perché, nessuno è giudicabile: tutti assecondano a modo loro la vita.
Anna Marchesini   Tratta da: Vanity Fair 

La parola stanza. Non pensiamo mai alle parole, le diciamo e basta. La parola stanza compare quando l’uomo si ferma, ma stanza, in inglese, è sinonimo di spazio. C’è una targa, in una via di Firenze, che dice: qui il 25 aprile la libertà ha preso stanze. Bach scrive stanze. C’è un libro misterioso ripudiato dal buddismo tibetano, un libro che appare e scompare, si chiama Le dodici stanze, dice che non viviamo un tempo, ma uno spazio. Ho pensato alla parola stanza quando la vita mi ci ha chiuso dentro, in una stanza troppo grande perché il mio corpo potesse percorrerla tutta,
ma troppo piccola per contenermi.
Ezio Bosso   

Ogni libro è letto, ma ogni letto non è anche un libro.
Bruno Munari   

Quanto più s'allarga la nostra conoscenza dei buoni libri, tanto più si restringe il cerchio degli uomini la cui compagnia è gradita.
Ludwig Feuerbach   

Temo il lettore di un solo libro.
San Tommaso D'Aquino   

A proposito. Non è vero che “oggi tutti scrivono libri”. Oggi tutti firmano libri, che è diverso.
Selvaggia Lucarelli   

Egli lasciò cadere o rese sterili molti fra i più promettenti suggerimenti contenuti nelle opere di suoi immediati precursori. ( Riferita ad Adam Smith)
Joseph Schumpeter   

Io sono un animale politico. In ogni mio libro esce fuori il mio femminismo, il mio socialismo e il mio antimilitarismo.
Isabel Allende   

Non invento i miei libri: saccheggio storie dai giornali o ascolto con orecchio attento le vicende degli amici. (...) Da questi spunti poi i miei personaggi emergono da soli, con naturalezza.
Isabel Allende   

La scrittura per me è un tentativo disperato di preservare la memoria. I ricordi, nel tempo, strappano dentro di noi l'abito della nostra personalità, e rischiamo di rimanere laceri, scoperti. Così scrivere mi consente di rimanere integra e di non perdere pezzi lungo il cammino.
Isabel Allende   

Non posso vivere senza libri.
Thomas Jefferson   

Scrivere è viaggiare senza la seccatura dei bagagli.
Emilio Salgari   

A voi che vi siete arricchiti con la mia pelle, mantenendo me e la mia famiglia in una continua semi-miseria od anche di più, chiedo solo che per compenso dei guadagni che vi ho dati pensiate ai miei funerali. Vi saluto spezzando la penna.
Emilio Salgari   

La lettura rende un uomo completo, la conversazione lo rende agile di spirito e la scrittura lo rende esatto.
Francis Bacon   

L’unica maniera di ripagarlo, pensava ora, sarebbe stata d’amare suo figlio come il padre aveva amato lui: a lui non ne verrà niente, ma il conto sarà pareggiato nel libro mastro della vita.
Beppe Fenoglio   Tratta da: Il partigiano Johnny - Einaudi 

Sempre sulle lapidi, a me basterà il mio nome, le due date che sole contano, e la qualifica di scrittore e partigiano.
Beppe Fenoglio   

Si può parlare, scrivere e lottare per la libertà, ma solo il libero pensatore è veramente libero.
George Berkeley   

Compongo musica. Scrivo musica, leggo molto, sono un tipo tranquillo, pressoché vegetariano.
Anthony Hopkins   

Lo scrittore è l'ingegnere dell'animo umano.
Iosif Stalin   

Ah, quante cose mi vengono in mente di sera quando sono sola, o durante il giorno quando debbo sopportare certa gente che mi disgusta o che interpreta male tutte le mie intenzioni! Perciò finisco sempre col ritornare al mio diario, è il mio punto di partenza e il mio punto di arrivo, perché Kitty è sempre paziente; le prometterò che nonostante tutto continuerò a fare la mia strada e a inghiottire le mie lacrime.
Anna Frank   

"La gioventù, in fondo, è più solitaria della vecchiaia." Questa massima, che ho letto in qualche libro, mi è rimasta in mente e l'ho trovata vera.
Anna Frank   

Un buon lettore è raro quanto un bravo scrittore.
Jorge Luis Borges   

 Frasi dalla n° 51 al n° 100 di 'Libri' su 264 Totali



Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster