×
Ultime Frasi
Frasi di Film
Frasi Celebri
Aforismi
Frasi Amore
Frasi Belle
Frasi Poster
Film Poster
Le Poesie
Gli Indovinelli
Rompicapo
I Proverbi
Modi di dire
Palindromi
Scioglilingua
Auguri Feste
Argomenti
Top mese
INDICI ED ELENCHI
+ Elenco Autori + Elenco Attori + Film A-Z + Film per Anno
NETWORK PaginaInizio
⚒ Servizi e strumenti ⇐  Chiudi menù
© Adv Solutions SRL (2005-2024)
Giuseppe Pontiggia: Scrittore, critico e aforista

Nascita: Como il 25/09/1934data morte il 09/06/2003
Giuseppe Pontiggia è stato uno scrittore e critico letterario italiano. Ha trascorso la sua infanzia a Erba, un piccolo paese nei dintorni di Como, prima di trasferirsi a Milano per frequentare l'università. Si è laureato in Lettere all'Università degli Studi di Milano nel 1959. Pontiggia ha iniziato la sua carriera come insegnante, ma ben presto ha deciso di dedicarsi alla scrittura. Il suo primo romanzo, 'La grande sera', è stato pubblicato nel 1961. Questo libro non ha avuto molto successo, ma Pontiggia non si è lasciato scoraggiare. Negli anni '70 e '80, Pontiggia ha scritto una serie di romanzi e raccolte di racconti che lo hanno reso un po' più noto nel panorama letterario italiano. Tra queste opere si ricordano 'Il giocatore invisibile' (1978) e 'L'arte della fuga' (1984). Questi libri mostrano un autore che si diverte a giocare con la struttura del romanzo e la lingua italiana, pur mantenendo un atteggiamento critico nei confronti della società italiana del suo tempo. Ha ricevuto il suo riconoscimento più significativo nel 1993 quando ha vinto il prestigioso Premio Strega per il suo romanzo 'Nati due volte'. Questo libro tratta del rapporto complicato tra un padre e un figlio e ha toccato molti lettori con la sua onestà emotiva. Oltre alla scrittura di romanzi, Pontiggia ha lavorato come critico letterario, scrivendo articoli per diverse riviste e giornali. È stato anche un membro attivo della comunità letteraria italiana, partecipando a conferenze e festival letterari. Muore nel giugno 2003 a Milano, lasciando un'impronta duratura sulla letteratura italiana e la sua influenza si può ancora vedere in molti scrittori contemporanei.

 📚 Nome Giuseppe 

35 FRASI E CITAZIONI DI GIUSEPPE PONTIGGIA
Frasi di Giuseppe Pontiggia [1/2]
Recenti | Più cliccate ↓ | Meglio Votate
Noi da un punto di vista antropologico siamo certamente disabili a vivere nel mondo e nella società in cui viviamo perché - lo confermano medici e psicologi - il nostro corpo, la nostra psiche si sono plasmati in un ambiente che è radicalmente diverso da quello in cui noi viviamo e l’evoluzione della società ha proceduto molto più rapidamente dell’evoluzione della specie. Perciò noi, ad esempio, soffriamo di moltissimi disturbi di carattere fisico perché il nostro corpo non è adeguatamente attrezzato a vivere con i ritmi, l’alimentazione, le occupazioni che ci impone la vita di oggi. Questo è assodato dalla medicina. Hanno constatato che l’alimentazione o i ritmi di sonno e veglia o la tensione, la vigilanza si sono formati da ambienti che sono agli antipodi rispetto a quelli di oggi e quindi noi di fatto siamo fisiologicamente, psicologicamente disabili ad affrontare in modo adeguato, costante e continuo la società in cui viviamo. Ma poi tutti soffriamo di avere limiti emotivi, psicologici, culturali, professionali. I giovani soffrono di non essere adeguati rispetto a modelli che una società propone sia sul piano della bellezza fisica sia sul piano della prestazione atletica o professionale.
Quindi la persona, andando avanti con gli anni, si imbatte inevitabilmente in handicap o limitazioni fisiche che lo riguardano direttamente oppure che riguardano i suoi familiari. La disabilità tecnica, funzionale e anche soprattutto la disabilità emotiva, mentale noi la avvertiamo continuamente. L’occhio che la cultura dovrebbe modificare nei confronti del disabile dovrebbe indurci a considerare il disabile non con commiserazione o come un diverso ma con solidarietà, come un compagno di viaggio, certamente sfortunato in certe forme di handicap, ma non estraneo alla nostra esperienza.

Da: Intervista a 'La libreria di Dora'
Giuseppe Pontiggia  

121 click

www.PaginaInizio.com
© Adv Solutions SRL (2005-2024)