Frasi sul lavoro
Lavoro
Frasi sul lavoro
Pagina 6/36
Il lavoro è qualcosa che rendiamo più grande e che in cambio ci rende più grandi.
Maya Angeloui   Inserita: 24/06/2014

Ciascuno di noi deve imparare a lavorare non solo per sé, per la sua famiglia o la sua nazione, ma a favore di tutta l’umanità.
Dalai Lama   Inserita: 07/06/2014

Oggi l'economia è fatta, per costringere tanta gente, a lavorare a ritmi spaventosi per produrre delle cose per lo più inutili, che altri lavorano a ritmi spaventosi, per poter comprare, perché questo è ciò che da soldi alle società multinazionali, alle grandi aziende, ma non dà felicità alla gente.
Tiziano Terzani   Inserita: 28/05/2014

La grande maggioranza delle persone lavora soltanto per necessità, e da questa naturale avversione umana al lavoro nascono i più difficili problemi sociali.
Sigmund Freud   Inserita: 27/05/2014

Il bilancio è la pagella del manager.
Helmar Nahr   Inserita: 15/05/2014

Fai ogni giorno qualcosa che non ti piace: questa è la regola d'oro per abituarti a fare il tuo dovere senza fatica.
Mark Twain   Inserita: 10/05/2014

Il modo migliore per capire un paese è lavorarci.
Jovanotti   Inserita: 04/05/2014 Tratta da: internazionale.it - 16/03/2013

L'uomo vuol vivere comodamente e piacevolmente; ma la natura vuole ch'egli esca dallo stato di pigrizia e di inattiva soddisfazione ed affronti lavoro e fatiche per inventare i mezzi onde ingegnosamente liberarsi anche da queste ultime.
Immanuel Kant   Inserita: 01/05/2014

Senza il diritto al lavoro la persona perde la sua dignità.
Stefano Rodotà   Inserita: 01/05/2014

Mio padre è mancato molto presto, avevo 10 anni, e mia madre si è rimboccata le maniche. Sydney è una città carissima, dopo il diploma in arte drammatica centellinavo i soldi. Il primo lavoro l'ho trovato in una casa di riposo. Ci andavo dopo la scuola, il cuoco lasciava il pranzo pronto, io lo riscaldavo, lo impiattavo e lo servivo ai clienti. Poi, mettevo a posto e lavavo i piatti.
Cate Blanchett   Inserita: 25/04/2014 Tratta da: Myself n.25 - Dicembre 2013

Ho intenzione di migliorare ancora, non si finisce mai di imparare e perfezionarsi.
Matteo Viviani   Inserita: 19/04/2014 Tratta da: direttanews.it - 28/05/2011

Mi conoscete? Be', mi presento. Sono il vicino di casa dell'autrice de 'La scuola raccontata al mio cane.' Veramente, a dirla tutta, il cane a cui è stata raccontata la scuola sarebbe il mio, anzi era mio. È andata così: un giorno squilla il telefono: è una supplenza di sedici giorni, per meno non ti chiamano, in un paese a un centinaio di chilometri. Ci sono stato, anni fa. Accetto? È un po' che non lavoro: con le assenze fino a due settimane "coperte" da colleghi di ruolo, le supplenze si sono assai ridotte. Accetto. Ma poi, abbassata la cornetta, il rimorso: e il cane? Già il cane. Gli voglio bene, ma non posso portarlo con me: alloggerò da un'affittacamere: niente cani. A chi lasciarlo? Suono il campanello della mia gentilissima vicina: è una professoressa, mi capirà. Ricordo ancora lo sguardo interrogativo del cane catapultato all'improvviso in una casa tra odori sconosciuti e tappeti sui pavimenti (io non ho tappeti, sicché quei prati multicolori dovevano fargli effetto). Vecchio mio, ricordo che gli dissi, chi ha la sventura di essere un congiunto di precario, deve accettare di essere un po' precario anche lui. Questa è la prima legge del precariato: madri, mogli, mariti, figli (e cani) sono precari anche loro, per quanto affettivamente ed economicamente condividono le sorti del precario.
Luca Antoccia   Inserita: 17/04/2014 Tratta da: Le remore e il Titanic: vite precarie a scuola - Gaffi

Mi piace lavorare sodo per raggiungere gli obiettivi . Nessun lavoro, nessuna ricompensa.
Marc Marquez   Inserita: 11/04/2014 Tratta da: elpais.com - 23/08/2012

Se adesso dovessi scegliere un regista con cui lavorare, direi Paolo Sorrentino. E non lo dico solo per la sua candidatura all’Oscar con La grande bellezza. Lui e Virzì ultimamente mi hanno reso orgogliosa di essere italiana.
Giulia Gorietti   Inserita: 27/03/2014 Tratta da: gossipday.it - 04/02/2014

La più grande educazione al mondo è osservare i maestri al lavoro.
Michael Jackson   Inserita: 24/03/2014

Sono orgoglioso di essere figlio di gente povera. Figlio della Venezia popolare. Andavo a lavorare con mio padre, venditore ambulante di gondole in plastica nera. E lì, sui marciapiedi di Cannaregio, ho imparato tutto. Il lavoro, il sacrificio. Vivevamo in nove in novanta metri quadri, con i miei due fratelli, mia zia vedova e i suoi tre figli. E comunque a casa mia non c'era un libro. Cominciai a studiare il greco di notte, di nascosto. Così ho dato l'esame per passare al Foscarini. Il figlio dell'ambulante, il piccolino, al liceo dei siori. Alla maturità fui il primo della classe.
Renato Brunetta   Inserita: 22/03/2014

Come faccio a spiegare a mia moglie che quando guardo fuori dalla finestra sto lavorando?
Joseph Conrad   Inserita: 21/03/2014

Un uomo non è un pigro, se è assorto nei propri pensieri; esistono un lavoro visibile ed uno invisibile.
Victor Hugo   Inserita: 13/03/2014

Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme è un progresso, lavorare insieme è un successo.
Henry Ford   Inserita: 20/02/2014

Sono curioso, e molto umile, l’umiltà consiste nel ricordare sempre che questo mestiere è prima di tutto un servizio per il cittadino.
Riccardo Iacona   Inserita: 20/02/2014

 Frasi dalla n° 101 al n° 120 di 'Lavoro' su 713 Totali


Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook