Foto di carlo cracco
Frasi di Carlo Cracco
La scheda di Carlo Cracco
Cuoco e personaggio televisivo
Nascita: Creazzo (Veneto) il 8/10/1965+ Età e Segno
Mette in pratica gli insegnamenti ricevuti nell'istituto alberghiero della sua provincia lavorando nel ristorante vicentino “Da Remo”. Nel 1986 si sposta a Milano per cucinare sotto la guida del celebre chef Gualtiero Marchesi, collaborazione con cui inaugura l'ascesa professionale che lo porta nella provincia savonese e successivamente in Francia, dove affina per tre anni l'arte culinaria guidato dagli abili Lucas Carton e Alain Ducasse. Conquista due stelle Michelin nel ristorante fiorentino “Enoteca Pinchiorri” e poi trascorre tre anni a Brescia, nuovamente al fianco di Marchesi nel suo nuovo ristorante, “L'albereta”. Dopo aver aperto una propria attività nella provincia di Cuneo, “Le Clivie”, diventa chef della società gastronomica milanese “Peck” nell'omonimo “Cracco Peck”, che nel 2007 assume soltanto il suo nome e viene incluso da “la Repubblica” nella classifica dei migliori ristoranti del pianeta. Padre di quattro figli, due dei quali avuti dal secondo matrimonio con Rosa Fanti, è autore di testi come “L'utopia del tartufo bianco”, “Panettone a due voci” e “Dire, fare, brasare”. A partire dal 2011 diventa un personaggio televisivo della rete “Sky Uno” con la partecipazione al fortunatissimo talent gastronomico “MasterChef Italia”, affiancato dai colleghi Joe Bastianich e Bruno Barbieri. Nel 2014 trasforma una vecchia falegnameria milanese nell'osteria chiamata “Carlo e Camilla in segheria” e nella primavera dello stesso anno replica l'esperimento televisivo guidando il reality culinario “Hell's Kitchen Italia”.
Condividi su Facebook
La più letta di “Carlo cracco”
L'educazione è una cosa seria anche a tavola.
Carlo Cracco  

Se il ristorante va e i clienti sono felici, per me ho tre stelle.
Carlo Cracco   Inserita: 19/03/2015

I francesi ci invidiamo, in silenzio ma ci invidiamo, perché noi abbiamo ancora i prodotti e i mercati veri.
Carlo Cracco   

Quando si cucina ci vuole molta concentrazione: solo così si può garantire la riuscita di un piatto. La perfezione non esiste, ma uno ci deve almeno provare.
Carlo Cracco   

La cattiveria c'è in tutti i posti di lavoro. In cucina l'ambiente è particolarmente teso perché se si sbaglia un piatto il cliente si lamenta o lo rimanda indietro: il reclamo non arriva dopo molto tempo, è immediato, e scombina i ritmi, crea tensione.
Carlo Cracco   

In Italia abbiamo l'immensa fortuna delle materie prime e della tradizione, se si mangia male la colpa è sempre di chi non sa cucinare, mai del cibo.
Carlo Cracco   

Io sono essenzialmente un cuoco, passo qui dentro sedici ore al giorno, cucinare è un atto d'amore perché lo fai per gli altri. Vale anche per gli chef: cambia la difficoltà, non l'atto. Il difficile è capire il cliente, conoscerlo, intuirlo quando si mette a tavola, decidere dopo due parole cosa gli piacerà oppure no. Mi sento un po' psicologo e un po' alchimista.
Carlo Cracco   

La cucina è come l'iPhone: puoi limitarti a telefonare o entrare in un mondo in cui è tutto facile.
Carlo Cracco   

Joe ha un pensiero gastronomico del tutto diverso: è capace di mangiarsi un barattolo di burro d'arachidi. Ha uno stile americano, orientato al business. (Riferita a Joe Bastianich)
Carlo Cracco   

Cucinare è come comporre musica: quando hai scritto ognuno esegue con la sua sensibilità. E la musica può piacere o no. La frustrazione è che, a volte, il pezzo più forte per te non viene capito, o il più apprezzato è quello in cui ti riconosci meno.
Carlo Cracco   

Meglio far mangiare a casa i nostri figli, potendo, piuttosto che affidarli a mense scolastiche dove rovinano il palato.
Carlo Cracco   

Meglio un pezzo di pane col formaggio piuttosto che una pizza lievitata in fretta, gommosa e indigeribile.
Carlo Cracco   

Quando guidi una monoposto è una cosa tua, personale, intima. Non c'è altro, sei solo tu e la macchina: devi sentirla, devi capirla. Dopo, puoi portarla fino al limite.
Carlo Cracco   

A me piace che la gente sappia gustare non solo con la bocca e non subito: prima ci sono gli odori, prima c'è l'aspetto di un piatto. A volte serve anche il tatto: mica per niente, mangiare con le mani dà soddisfazione.
Carlo Cracco   

Mi chiedono: è così cattivo come sembra? E io: no, molto di più. (Riferita a Joe Bastianich)
Carlo Cracco   

Un paio di frasi, come cuoco, mi piacciono tanto. La prima: "faccia lei". Quando il cliente la pronuncia, mi lascia campo libero. La seconda: "Questo gusto non l'avevo mai sentito in vita mia". Io ci metto l'anima e loro capiscono.
Carlo Cracco   

I miei migliori clienti non sono ricconi, ma persone che una volta o due l'anno decidono di spendere per una cena quanto per un paio di scarpe. Poi, se va bene, il ricordo rimane per anni, e anche l'emozione.
Carlo Cracco   

 17 frasi di 'carlo cracco' su 17 in archivio  (Licenza foto: Br1.com - CC BY-SA 3.0 foto modificata)


Caterina
Balivo
Carlo
Conti

AUTORI per Tipo

Cinema (415)
Letteratura (211)
Spettacolo (113)
Musica (112)
Politica (87)
Sport (83)
Filosofia (69)
Giornalismo (59)
Economia (53)
Religione (52)
Arte (50)
Scienze (48)
Storia (40)
Varie (19)

+ Elenco Autori
+ Elenco Attori
+ Elenco Argomenti
+ Tutte le frasi

Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook