Frasi sulla guerra
Guerra
Frasi sulla guerra
Pagina 6/10
L'occupazione jugoslava che a Trieste durò quarantacinque giorni, fu causa non solo del fenomeno delle foibe ma anche delle deportazioni nei campi di concentramento jugoslavi di popolazioni inermi. In Istria, a Fiume e in Dalmazia, la repressione Jugoslava costrinse molte persone ad abbandonare le loro case. La popolazione italiana che apparteneva a quella regione fu quasi cancellata e di quell'orrore, per troppo tempo, non si è mantenuto il doveroso ricordo. Non possiamo dimenticare e cancellare nulla; non le sofferenze inflitte alle minoranze negli anni del fascismo e della guerra, né quelle inflitte a migliaia e migliaia di italiani.
Pietro Grasso   

Amo le frasi che non si sposterebbero di un millimetro neanche se le traversasse un esercito.
Virginia Woolf   Tratta da: La stanza di Jacob - Marsilio Editori 

La condizione dell'uomo è una condizione di guerra di ciascuno contro ogni altro.
Thomas Hobbes   

Le due virtù cardinali in guerra sono la forza e la frode.
Thomas Hobbes   

La guerra non consiste solo di battaglie, o dell'atto di combattere, ma di un periodo di tempo, in cui la volontà di contendere in battaglia è sufficientemente nota.
Thomas Hobbes   

I poveri vanno alla guerra, a combattere e morire per i capricci, le ricchezze e il superfluo di altri.
Plutarco   

L'uomo coltiva la propria infelicità per avere il gusto di combatterla a piccole dosi.
Eugenio Montale   

Noi, che abbracciamo i popoli Orientali con non minore sollecitudine e affetto dei Nostri Predecessori, Ci rallegriamo che non pochi di essi, dopo una guerra spaventosa, abbiano recuperato la libertà e sottratto la religione al potere dei laici. Mentre questi popoli cercano di riorganizzare la loro vita politica, ciascuno secondo le proprie caratteristiche nazionali e secondo le istituzioni tradizionali, Noi siamo del parere che compiremmo un gesto molto adatto al momento ed alla loro situazione se proponessimo alla loro attenta imitazione e al loro fervente culto uno splendido esempio di santità, di dottrina e di amor patrio.
Papa Benedetto XV   Tratta da: Principi Apostolorum Petro - 05/10/1920 

Il giorno che il mondo intero aspettava ansiosamente da tanto tempo e che tutta la cristianità implorava con tante fervide preghiere, e che Noi, interpreti del comune dolore, andavamo incessantemente invocando per il bene di tutti, ecco, in un momento è arrivato: tacciono finalmente le armi. Per la verità, la pace non ha ancora posto solennemente la parola fine alla crudelissima guerra, tuttavia quell'armistizio che intanto ha sospeso le stragi e le devastazioni compiute in terra, nel mare e nell'aria, ha felicemente aperto la porta e la via alla pace.
Papa Benedetto XV   Tratta da: Quod iam diu - 01/12/1918 

Tutti vediamo e lamentiamo la frequenza degli scioperi, per i quali all'improvviso si produce l’arresto della vita cittadina e nazionale nelle operazioni più necessarie; parimenti le minacciose sommosse e i tumulti, in cui spesso avviene che si dà mano alle armi e si fa scorrere il sangue.
Papa Benedetto XV   Tratta da: Ad Beatissimi Apostolorum - 01/11/1914 

I disordini che scorgiamo sono questi: la mancanza di mutuo amore fra gli uomini, il disprezzo dell’autorità, l’ingiustizia dei rapporti fra le varie classi sociali, il bene materiale fatto unico obiettivo dell’attività dell’uomo, come se non vi fossero altri beni, e molto migliori, da raggiungere. Sono questi a Nostro parere, i quattro fattori della lotta, che mette così gravemente a soqquadro il mondo. Bisogna dunque diligentemente adoperarsi per eliminare tali disordini, richiamando in vigore i principi del cristianesimo, se si ha veramente intenzione di sedare ogni conflitto e di mettere in assetto la società.
Papa Benedetto XV   Tratta da: Ad Beatissimi Apostolorum - 01/11/1914 

Se quasi dovunque la guerra in qualche modo ebbe fine, e furono firmati alcuni patti di pace, restano tuttavia i germi di antichi rancori.
Papa Benedetto XV   

Non occorre che ci dilunghiamo troppo a dimostrare come l'umanità andrebbe incontro ai più gravi disastri, se, pur conclusa la pace, continuassero tra i popoli latenti ostilità ed avversioni.
Papa Benedetto XV   

Inutile strage. (Riferita alla Prima Guerra Mondiale)
Papa Benedetto XV   

Sui 130 mila migranti arrivati in questi nove mesi la maggior parte è arrivata attraverso la Libia. Credo che la prima cosa che dovremmo chiedere al nuovo governo libico sia l'adesione alla convenzione di Ginevra e la seconda che l'Unchr possa lavorare in Libia. Questo è il canale che dobbiamo seguire. Dobbiamo avere il coraggio di guardare un po' più lontano altrimenti chi sarà al Governo tra 10 anni, al nostro posto avrà gli stessi problemi.
Federica Mogherini   Tratta da: La Repubblica - 03/10/2014 

Non ci sono mai state una buona guerra e una cattiva pace.
Benjamin Franklin   

Non le lotte o le discussioni devono impaurire, ma la concordia ignava e l'unanimità dei consensi.
Luigi Einaudi   

Non vi dico addio. Spero di combattere come un soldato delle idee.
Fidel Castro   

Per non lottare ci saranno sempre moltissimi pretesti in ogni epoca e in ogni circostanza, ma mai, senza lotta, si potrà avere la libertà.
Fidel Castro   

Nessun vero rivoluzionario muore invano.
Fidel Castro   

 Frasi dalla n° 101 al n° 120 di 'Guerra' su 198 Totali


Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook