Frasi sul fenomeno migratorio
Immigrazione
Frasi sul fenomeno migratorio
Pagina 2/3
Non abbiamo idea di chi siano questi profughi siriani, non abbiamo idea da dove vengano. In questo momento possono entrare grazie alla debolezza di Obama, ma se divento presidente non rimarranno qui, torneranno in Siria, che ci siano zone di sicurezza o qualcos’altro.
Donald Trump   Inserita: 09/11/2016

Per contrastare l'immigrazione clandestina, si deve costruire un grande muro al confine meridionale degli Stati Uniti. Farò in modo che il Messico paghi per quel muro.
Donald Trump   Inserita: 09/11/2016

Il migrante deve essere trattato con certe regole, migrare è un diritto ma un diritto molto regolato. Invece un rifugiato viene da una situazione di guerra, fame, angoscia terribile[...]
Si deve essere molto aperti e insieme fare il calcolo di come poterli sistemare un rifugiato non si deve solo riceverlo ma anche integrarlo, cioè cercare subito come offrirgli casa, scuola, lavoro: questo è integrare un popolo[...]
Un funzionario svedese mi ha spiegato che in questo momento arrivano così tanti che non si fa in tempo a sistemarli. La prudenza deve fare questo calcolo, se diminuisce il numero dei possibili accolti non lo fa per egoismo, la prudenza è quella di avere il tempo necessario per integrarli.
A margine della visita in Svezia del 01/11/2016
Papa Francesco   Inserita: 02/11/2016

Gli immigrati sono una risorsa? Io non contesto nessuno, ma qualcuno molto più importante di me chiede scusa perché gli immigrati non vengono accolti, perché gli immigrati sono un dono. Altro che 25 aprile. Mi viene tristezza pensare a chi ci ha rimesso la pelle per liberare l’Italia dall’occupante straniero e dopodomani vedrà sfilare in piazza degli sbarbati ignoranti che quel sacrificio non se lo meritano, perché questa terra la stanno facendo occupare dagli altri.
Matteo Salvini   Inserita: 27/04/2016

L’odierno espansionismo islamico non ha bisogno delle armate e delle flotte usate dal defunto Impero Ottomano. Per realizzarsi gli bastano le orde di immigrati che ogni giorno arrivano in Sicilia con le navi o i gommoni o le barche (...)
E' l’immigrazione, non il terrorismo, il cavallo di Troia che ha penetrato l’Occidente e trasformato l’Europa in ciò che chiamo Eurabia. È l’immigrazione, non il terrorismo, l’arma su cui contano per conquistarci annientarci distruggerci. L’arma per cui da anni grido: «Troia brucia, Troia brucia». Un’immigrazione che in Europa-Eurabia supera di gran lunga l’allucinante sconfinamento dei messicani che invadono gli Stati Uniti.
Oriana Fallaci   Inserita: 14/11/2015 Tratta da: Discorso alla premiazione dell'Annie Taylor Award (2005)

Noi, gente di questo continente, non abbiamo paura degli stranieri, perché molti di noi una volta eravamo stranieri. Vi dico questo come figlio di immigrati, sapendo che anche tanti di voi sono discendenti di immigrati. Tragicamente, i diritti di quelli che erano qui molto prima di noi non sono stati sempre rispettati. Per quei popoli e le loro nazioni, dal cuore della democrazia americana, desidero riaffermare la mia più profonda stima e considerazione.
(In occasione del congresso Usa - 2015)
Papa Francesco   Inserita: 25/09/2015

Sono contrario al buonismo che porta la Chiesa a ergersi a massimo protettore degli immigrati, compresi – e soprattutto – i clandestini.
Magdi Allam   Inserita: 21/08/2015

Prendo atto che Papa Francesco (...) è più preoccupato della sorte dei clandestini di Lampedusa, più in generale dei poveri e degli emarginati nelle periferie del mondo globalizzato, che dedito sia a contrastare il genocidio dei cristiani d'Oriente sia a salvare il cristianesimo dal relativismo religioso e dall'invasione islamica all'interno stesso dell'Europa.
Magdi Allam   Inserita: 10/08/2015 Tratta da: Putin e Assad sono i veri uomini dell'anno (31/12/2013)

Il multiculturalismo invece è tutt'altro dalla multi­culturali­tà. Mentre la multicul­turalità è un dato che concer­ne gli «al­tri», il mul­ti­culturali­smo è un dato che concerne il «noi». Il multiculturalismo è un'ideologia che immagina di poter governare la pluralità etni­ca, confessionale, culturale, giu­ridica e linguistica senza un co­mune collante valoriale e identi­tario, limitandosi sostanzial­mente a elargire a piene mani di­ritti e libertà a tutti indistinta­mente senza richiedere in cam­bio l'ottemperanza dei doveri e il rispetto delle regole. Il multiculturalismo laddove viene pra­ticato, principalmente in Gran Bretagna, Olanda, Svezia, Nor­vegia, Danimarca, Belgio, Ger­mania, ha finito per disgregare anche fisicamente la società al suo interno con la presenza di quartieri-ghetto abitati quasi esclusivamente dagli immigra­ti, ha accreditato l'immagine di nazioni alla stregua di «terre di nessuno» alimentando l'appeti­to di chi ci guarda come se fossi­mo «terre di conquista».
Magdi Allam   Inserita: 10/06/2015 Tratta da: Se il multiculturalismo genera nuovi mostri - Il Giornale

L'Islam è pericoloso: nel nome dell'Islam ci sono milioni di persone in giro per il mondo e anche sui pianerottoli di casa nostra pronte a uccidere. L'Islam non è come le altre religioni e non va trattato come le altre religioni.
Matteo Salvini   Inserita: 11/01/2015

Ci sono educatori che hanno scelto di abolire il presepe e gli altri simboli natalizi, lanciando così agli immigrati non cristiani (ma anche ai piccoli italiani) il seguente messaggio: noi siamo un popolo senza tradizioni o, se le abbiamo, esse contano così poco ai nostri occhi che non abbiamo difficoltà a metterle da parte per rispetto delle vostre tradizioni. Intendendo così il rispetto reciproco e la «politica dell'integrazione», quegli educatori contribuiscono a preparare il terreno per futuri, probabilmente feroci, scontri di civiltà.
Angelo Panebianco   Inserita: 02/01/2015

Noi siamo qui non perché siamo contro gli stranieri, contro gli immigrati, ma perché siamo contro i clandestini.
Matteo Salvini   Inserita: 11/10/2014

La mancanza di condivisione è il macigno che rischia di far scricchiolare l'Europa stessa. Sembra quasi che non ci sia consapevolezza delle caratteristiche della nuova immigrazione: i numeri, le difficoltà di distinguere motivazioni di guerra, politiche, economiche, la forza crescente delle organizzazioni di trafficanti.
Paolo Gentiloni   

Oggi c'è un rischio per l’Europa non solo a causa della crisi dei profughi, ma anche a causa delle conseguenze della crisi finanziaria e del referendum sull'UE in Gran Bretagna. Bruxelles si è attivata solo molto tardi sul tema della migrazione – solo nell'estate scorsa e su pressione del governo italiano è stato varato un piano europeo. L'UE sta ora recuperando il tempo perso. La crisi migratoria è iniziata parecchio prima dell'agosto 2015 e non terminerà nell'estate del 2016. Non è possibile arrestare flussi migratori. Ma è possibile gestirli – mediante la cooperazione.
Paolo Gentiloni   

L'import e l'immigrazione sono due facce dello stesso problema, così bisogna quotare sia gli immigrati in entrata sia le merci, altrimenti è il caos sociale.
Umberto Bossi   

Siamo tolleranti e civili, noi italiani, nei confronti di tutti i diversi. Neri, rossi, gialli. Specie quando si trovano lontano, a distanza telescopica da noi.
Indro Montanelli   

Uso i mezzi a Milano da vent'anni e vista l'arroganza, la maleducazione e la violenza che regnano, così come una volta c'erano i posti riservati ai reduci, agli invalidi e alle donne incinte, avanti di questo passo fra dieci anni se non si interviene ci saranno posti o vagoni riservati ai milanesi e alle persone perbene. Se non si mette un limite all'immigrazione arriveremo a questo.
Matteo Salvini   

L'impatto delle ondate migratorie sui sistemi di Welfare State europeo è molto modesto. Bisogna valutare le conseguenze demografiche a lungo termine. Per mantenere la forza lavoro costante in Europa occorrerebbe un'immigrazione di 1 milione di persone all'anno per i prossimi 50 anni. Le cifre di cui si parla sono invece più modeste. L'allargamento non comporterà una grande pressione demografica sull'Europa. Anche nei Paesi candidati all'ingresso nell'Ue la percentuale di anziani è molto alta. Per risolvere la questione previdenziale in Europa occorrono invece le riforme.
Ignazio Visco   

Ormai la presenza di stranieri è un dato strutturale. Se sapremo finalmente governarla e fare piani concreti e lungimiranti, potremo trarne tutti giovamento. Questo è il punto. Gli industriali dovrebbero, in questo, essere al fianco dei lavoratori. E preoccuparsi piuttosto che non ci sia qualcuno che dell’immigrazione si approfitta. La clandestinità non è nient’altro che lavoro nero, nell’80% dei casi. E questo non va bene.
Giuseppe Civati   

L'immigrazione è una realtà. Occorre saper coniugare insieme quel principio dell'accoglienza che ha sempre innervato l'anima profonda del nostro Paese con un altro principio, non meno necessario, quella della legalità, di cui tutti si avverte la necessità per la convivenza sociale.
Angelo Bagnasco   

 Frasi dalla n° 21 al n° 40 di 'Immigrazione' su 41 Totali


Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Barzellette | Per Webmaster | Cont@tti
Trovaci su Facebook