Frasi sul fenomeno migratorio
Immigrazione
Frasi sul fenomeno migratorio
Frasi sull'immigrazione regolare e clandestina. Riflessioni inerenti il flusso migratorio inteso come accoglienza ed ospitalità, ma anche normative per il suo controllo e problematiche sociali correlate.
Condividi su Facebook
Dobbiamo essere molto più aperti all'immigrazione altamente qualificata, come gli scienziati, ma dobbiamo anche assicurare al pubblico che, mentre lasciamo l'UE, abbiamo il controllo sul numero di immigrati non qualificati che entrano nel paese. Troppo spesso ci sono parti del nostro paese e parti di Londra, ancora e in altre città, dove l'inglese non è parlato da alcune persone come prima lingua.
Boris Johnson   Inserita: 12/02/2020

Bella giornata, per chi è stato a Medjugorje è il compleanno della Vergine Maria. Stretta e sequestro delle navi per chi aiuta i trafficanti, quindi meno Carola Rackete e più Oriana Fallaci.
Dopo l'approvazione del decreto sicurezza bis del 05/08/2019
Matteo Salvini   Inserita: 05/08/2019

È responsabilità delle autorità pubbliche esercitare il controllo dei flussi migratori in considerazione delle esigenze del bene comune. L'accoglienza deve sempre realizzarsi nel rispetto delle leggi e quindi coniugarsi, quando necessario, con la ferma repressione degli abusi.
Karol Wojtyla   Inserita: 19/06/2019

Sono sempre più convinto che sia in corso un chiaro tentativo di sostituzione etnica di popoli con altri popoli: è semplicemente un'operazione economica e commerciale finanziata da gente come Soros. Per quanto mi riguarda metterei fuorilegge tutte le istituzioni finanziate anche con un solo euro da gente come Soros
Matteo Salvini   Inserita: 08/05/2019

Difesa dei confini, dalle parole ai fatti: 12 unità navali oggi donate dal Governo italiano alla Guardia costiera libica per pattugliare, soccorrere, proteggere.
Matteo Salvini   Inserita: 05/07/2018

Se sei ricco è facile essere di sinistra, forse perché non hai il migrante come vicino..
Pif   Inserita: 03/07/2018 Tratta da: Intervista a Radio Capital del 26/06/18

Finché esistono i confini nazionali in tutto il mondo, la clandestinità è un reato.
Toni Ibowi   Inserita: 07/03/2018

Penso che una persona che arriva da un paese straniero deve innanzitutto rispettare le tradizioni e la cultura del paese accogliente e di vivere pacificamente nel rispetto degli altri cittadini.
Toni Ibowi   Inserita: 07/03/2018

La Lega non ha mai parlato contro l'immigrazione e soprattutto contro gli immigrati, ma contro questo tipo di immigrazione incontrollata a cui abbiamo assistito in questi ultimi anni. Siamo consapevoli che l'immigrazione è nel DNA dell'uomo, ma dobbiamo controllarla e regolamentarla.
Toni Ibowi   Inserita: 01/03/2018 Tratta da: Intervista a Rep TV del 07/03/2017

Ho fatto il sindacalista per molti anni, e vi chiedo: è possibile che un governo che si dichiara di sinistra abolisca l’articolo 18 nel silenzio generale di sindacati e militanti e al contempo taccia, quando va bene, sull’immigrazione clandestina senza incentivare strumenti di contrasto?
Toni Ibowi   Inserita: 08/02/2018 Tratta da: Intervista a Il Giornale del 01/2018

Bisogna riprendere la strada degli accordi bilaterali coi paesi coinvolti, in particolare col mio paese, come ai tempi di Maroni e Berlusconi. I paesi africani sono pronti e vogliono collaborare per riportare indietro i loro giovani che si trovano in stato di clandestinità. L’Europa ha stanziato più di 80 miliardi di euro per l’Africa: Usiamoli per aiutarli lì con investimenti in loco e reciprocità per chi investe!
Toni Ibowi   Inserita: 01/02/2018 Tratta da: Intervista a Il Giornale del 01/2018

Quelli che molestano o stuprano le donne, come a Colonia nel 2015 o a Rimini nel 2017, sono vittime, corrotte dall’Occidente; e chi chiede il rispetto delle nostre regole, riceve gli insulti sui social.
Maurizio Belpietro   Inserita: 04/01/2018 Tratta da: Islamofollia - Mondadori

L'Italia è impegnata al massimo sul fronte dell'accoglienza ed è in corso una sostituzione etnica degli italiani. La sostituzione è frutto di una strategia deliberata, pianificata e finanziata.
Magdi Allam   Inserita: 29/10/2017 Tratta da: Articolo del 29/10/2017 (Il giornale)

Oggi abbiamo un assaggio dell'immigrazione di massa, poca cosa di quello che potrebbe accadere. L'unico modo per fermare questo flusso è un grande Piano Marshall per aiutare i Paesi d'origine. È l'appello che lancio a tutti i Paesi, mettere somme importanti per lo sviluppo di questi Paesi.
Silvio Berlusconi   Inserita: 02/10/2017 Tratta da: Intervista al 'Sole 24h'

L’immaginazione può creare la fame e la sete, produrre secrezioni anormali e causare malattie.
Paracelso   Inserita: 22/08/2017

Da una parte tu puoi mostrare generosità e accogliere i rifugiati, ma più sei generoso, più il mondo se ne accorgerà e alla fine questo motiverà più persone a lasciare l’Africa. L’Europa deve rendere più difficile per gli africani raggiungere il continente attraverso le attuali rotte di passaggio. La tumultuosa crescita demografica in Africa diventerà un’enorme pressione migratoria sull’Europa, a meno che gli Stati decidano di aumentare in modo consistente gli aiuti allo sviluppo alle terre d’oltremare.
Bill Gates   Inserita: 07/07/2017 Tratta da: Intervista al giornale Welt am Sonntag (05/07/2017)

I muri hanno protetto le nostre civiltà nei secoli. Nella «civiltà dei muri» le porte delle case restavano aperte. Nella «civiltà dei senza muri» siamo costretti a barricarci dietro a delle porte blindate. Finitela con questa menzogna ideologica sui muri e sui ponti.
Magdi Allam   Inserita: 22/05/2017

Su 167 clandestini sbarcati oggi a Pozzallo, 97 sono malati di scabbia.
Spero che domani riescano a sfilare alla "Marcia per i migranti" coi loro amici del PD.
Matteo Salvini   Inserita: 20/05/2017 Tratta da: Facebook del 20/05/2017

L’immigrazione è un privilegio, non un diritto.
Donald Trump   Inserita: 18/03/2017

Non possiamo rassegnarci alla situazione che c'è in Siria, alla tragedia umanitaria in corso ad Aleppo Est. Io ho ripetuto più volte in questi giorni che se tutti dicono che ci vuole un processo politico e negoziale, questo processo negoziale non si costruisce sulle ceneri di Aleppo. Quindi fermarsi e consentire l'aiuto umanitario è strettamente legato alla possibilità di avere un negoziato che funzioni.
Paolo Gentiloni   Inserita: 03/12/2016

Dopo essermi insediato alla casa bianca, intendo costruire il muro al confine col Messico, precisando che una parte potrebbe essere muro e una parte una «recinzione», in accordo con quanto proposto dai repubblicani al Congresso.
Quello che faremo, inoltre, è buttare fuori dal Paese o incarcerare le persone clandestine che sono criminali o hanno precedenti criminali, membri di gang, trafficanti di droga.
Intervista alla CBS del 13/11/2016
Donald Trump   Inserita: 13/11/2016

Non abbiamo idea di chi siano questi profughi siriani, non abbiamo idea da dove vengano. In questo momento possono entrare grazie alla debolezza di Obama, ma se divento presidente non rimarranno qui, torneranno in Siria, che ci siano zone di sicurezza o qualcos’altro.
Donald Trump   Inserita: 09/11/2016

Per contrastare l'immigrazione clandestina, si deve costruire un grande muro al confine meridionale degli Stati Uniti. Farò in modo che il Messico paghi per quel muro.
Donald Trump   Inserita: 09/11/2016

Il migrante deve essere trattato con certe regole, migrare è un diritto ma un diritto molto regolato. Invece un rifugiato viene da una situazione di guerra, fame, angoscia terribile[...]
Si deve essere molto aperti e insieme fare il calcolo di come poterli sistemare un rifugiato non si deve solo riceverlo ma anche integrarlo, cioè cercare subito come offrirgli casa, scuola, lavoro: questo è integrare un popolo[...]
Un funzionario svedese mi ha spiegato che in questo momento arrivano così tanti che non si fa in tempo a sistemarli. La prudenza deve fare questo calcolo, se diminuisce il numero dei possibili accolti non lo fa per egoismo, la prudenza è quella di avere il tempo necessario per integrarli.
A margine della visita in Svezia del 01/11/2016
Papa Francesco   Inserita: 02/11/2016

Gli immigrati sono una risorsa? Io non contesto nessuno, ma qualcuno molto più importante di me chiede scusa perché gli immigrati non vengono accolti, perché gli immigrati sono un dono. Altro che 25 aprile. Mi viene tristezza pensare a chi ci ha rimesso la pelle per liberare l’Italia dall’occupante straniero e dopodomani vedrà sfilare in piazza degli sbarbati ignoranti che quel sacrificio non se lo meritano, perché questa terra la stanno facendo occupare dagli altri.
Matteo Salvini   Inserita: 27/04/2016

L’odierno espansionismo islamico non ha bisogno delle armate e delle flotte usate dal defunto Impero Ottomano. Per realizzarsi gli bastano le orde di immigrati che ogni giorno arrivano in Sicilia con le navi o i gommoni o le barche (...)
E' l’immigrazione, non il terrorismo, il cavallo di Troia che ha penetrato l’Occidente e trasformato l’Europa in ciò che chiamo Eurabia. È l’immigrazione, non il terrorismo, l’arma su cui contano per conquistarci annientarci distruggerci. L’arma per cui da anni grido: «Troia brucia, Troia brucia». Un’immigrazione che in Europa-Eurabia supera di gran lunga l’allucinante sconfinamento dei messicani che invadono gli Stati Uniti.
Oriana Fallaci   Inserita: 14/11/2015 Tratta da: Discorso alla premiazione dell'Annie Taylor Award (2005)

Noi, gente di questo continente, non abbiamo paura degli stranieri, perché molti di noi una volta eravamo stranieri. Vi dico questo come figlio di immigrati, sapendo che anche tanti di voi sono discendenti di immigrati. Tragicamente, i diritti di quelli che erano qui molto prima di noi non sono stati sempre rispettati. Per quei popoli e le loro nazioni, dal cuore della democrazia americana, desidero riaffermare la mia più profonda stima e considerazione.
(In occasione del congresso Usa - 2015)
Papa Francesco   Inserita: 25/09/2015

Sono contrario al buonismo che porta la Chiesa a ergersi a massimo protettore degli immigrati, compresi – e soprattutto – i clandestini.
Magdi Allam   Inserita: 21/08/2015

Prendo atto che Papa Francesco (...) è più preoccupato della sorte dei clandestini di Lampedusa, più in generale dei poveri e degli emarginati nelle periferie del mondo globalizzato, che dedito sia a contrastare il genocidio dei cristiani d'Oriente sia a salvare il cristianesimo dal relativismo religioso e dall'invasione islamica all'interno stesso dell'Europa.
Magdi Allam   Inserita: 10/08/2015 Tratta da: Putin e Assad sono i veri uomini dell'anno (31/12/2013)

Il multiculturalismo invece è tutt'altro dalla multi­culturali­tà. Mentre la multicul­turalità è un dato che concer­ne gli «al­tri», il mul­ti­culturali­smo è un dato che concerne il «noi». Il multiculturalismo è un'ideologia che immagina di poter governare la pluralità etni­ca, confessionale, culturale, giu­ridica e linguistica senza un co­mune collante valoriale e identi­tario, limitandosi sostanzial­mente a elargire a piene mani di­ritti e libertà a tutti indistinta­mente senza richiedere in cam­bio l'ottemperanza dei doveri e il rispetto delle regole. Il multiculturalismo laddove viene pra­ticato, principalmente in Gran Bretagna, Olanda, Svezia, Nor­vegia, Danimarca, Belgio, Ger­mania, ha finito per disgregare anche fisicamente la società al suo interno con la presenza di quartieri-ghetto abitati quasi esclusivamente dagli immigra­ti, ha accreditato l'immagine di nazioni alla stregua di «terre di nessuno» alimentando l'appeti­to di chi ci guarda come se fossi­mo «terre di conquista».
Magdi Allam   Inserita: 10/06/2015 Tratta da: Se il multiculturalismo genera nuovi mostri - Il Giornale

L'Islam è pericoloso: nel nome dell'Islam ci sono milioni di persone in giro per il mondo e anche sui pianerottoli di casa nostra pronte a uccidere. L'Islam non è come le altre religioni e non va trattato come le altre religioni.
Matteo Salvini   Inserita: 11/01/2015

Ci sono educatori che hanno scelto di abolire il presepe e gli altri simboli natalizi, lanciando così agli immigrati non cristiani (ma anche ai piccoli italiani) il seguente messaggio: noi siamo un popolo senza tradizioni o, se le abbiamo, esse contano così poco ai nostri occhi che non abbiamo difficoltà a metterle da parte per rispetto delle vostre tradizioni. Intendendo così il rispetto reciproco e la «politica dell'integrazione», quegli educatori contribuiscono a preparare il terreno per futuri, probabilmente feroci, scontri di civiltà.
Angelo Panebianco   Inserita: 02/01/2015

Noi siamo qui non perché siamo contro gli stranieri, contro gli immigrati, ma perché siamo contro i clandestini.
Matteo Salvini   Inserita: 11/10/2014

L’invasione è pacifica, ma il numero dei miserabili in arrivo dall’Asia è già di per sé una minaccia per la Francia e per l’intera Europa. I governi e le élites culturali non sanno come affrontare il problema. Anzi, con la complicità di religiosi, di intellettuali radical-chic, organizzazioni umanitarie, media, cercano di preparare il terreno con una martellante campagna propagandistica che deve far accettare all’opinione pubblica l’avvento della società multirazziale.
Jean Raspail   Tratta da: Il Campo dei Santi (Edizioni di AR) 

Grazie alle scarse abilità comunicative del premier Conte e del suo staff, il mondo intero ci ritiene un lazzaretto a cielo aperto. La Fao, organizzazione umanitaria dell'Onu, disdice i convegni in Italia, la Cina mette in quarantena i nostri connazionali, gli Stati Uniti valutano di sospendere i voli con il nostro Paese, l'Austria ferma i lombardo-veneti sui treni, la Francia ci costruisce intorno un cordone sanitario, Israele, il Bahrein e altri ci chiudono le frontiere in faccia. Da porto sicuro siamo diventati porto infetto, però le ong implacabili continuano a sbarcare migranti e nessuno a sinistra batte ciglio.
Pietro Senaldi   

Non bisogna confondere le origini, che sono quelle da cui si proviene, dalle radici, che sono date dai rapporti sociali, dalla cultura di cui fai parte. Io ho avuto un'infanzia estremamente umile, in una società operaia fatta di immigrazione. Sono nato in un isolato enorme, dove eravamo una delle poche famiglie piemontesi, per il resto c'erano i palazzi di napoletani, calabresi, siciliani.
Ezio Bosso   

Ci sono un miliardo di persone che vogliono venire in Europa. Non possiamo permetterci di accoglierle. Un governo serio deve porsi il problema, denunciarlo e trovare una soluzione, non accoglierli senza avere le case dove metterli e un lavoro da garantire.
Attilio Fontana   

La mancanza di condivisione è il macigno che rischia di far scricchiolare l'Europa stessa. Sembra quasi che non ci sia consapevolezza delle caratteristiche della nuova immigrazione: i numeri, le difficoltà di distinguere motivazioni di guerra, politiche, economiche, la forza crescente delle organizzazioni di trafficanti.
Paolo Gentiloni   

Oggi c'è un rischio per l’Europa non solo a causa della crisi dei profughi, ma anche a causa delle conseguenze della crisi finanziaria e del referendum sull'UE in Gran Bretagna. Bruxelles si è attivata solo molto tardi sul tema della migrazione – solo nell'estate scorsa e su pressione del governo italiano è stato varato un piano europeo. L'UE sta ora recuperando il tempo perso. La crisi migratoria è iniziata parecchio prima dell'agosto 2015 e non terminerà nell'estate del 2016. Non è possibile arrestare flussi migratori. Ma è possibile gestirli – mediante la cooperazione.
Paolo Gentiloni   

L'import e l'immigrazione sono due facce dello stesso problema, così bisogna quotare sia gli immigrati in entrata sia le merci, altrimenti è il caos sociale.
Umberto Bossi   

Siamo tolleranti e civili, noi italiani, nei confronti di tutti i diversi. Neri, rossi, gialli. Specie quando si trovano lontano, a distanza telescopica da noi.
Indro Montanelli   

Uso i mezzi a Milano da vent'anni e vista l'arroganza, la maleducazione e la violenza che regnano, così come una volta c'erano i posti riservati ai reduci, agli invalidi e alle donne incinte, avanti di questo passo fra dieci anni se non si interviene ci saranno posti o vagoni riservati ai milanesi e alle persone perbene. Se non si mette un limite all'immigrazione arriveremo a questo.
Matteo Salvini   

L'impatto delle ondate migratorie sui sistemi di Welfare State europeo è molto modesto. Bisogna valutare le conseguenze demografiche a lungo termine. Per mantenere la forza lavoro costante in Europa occorrerebbe un'immigrazione di 1 milione di persone all'anno per i prossimi 50 anni. Le cifre di cui si parla sono invece più modeste. L'allargamento non comporterà una grande pressione demografica sull'Europa. Anche nei Paesi candidati all'ingresso nell'Ue la percentuale di anziani è molto alta. Per risolvere la questione previdenziale in Europa occorrono invece le riforme.
Ignazio Visco   

Ormai la presenza di stranieri è un dato strutturale. Se sapremo finalmente governarla e fare piani concreti e lungimiranti, potremo trarne tutti giovamento. Questo è il punto. Gli industriali dovrebbero, in questo, essere al fianco dei lavoratori. E preoccuparsi piuttosto che non ci sia qualcuno che dell’immigrazione si approfitta. La clandestinità non è nient’altro che lavoro nero, nell’80% dei casi. E questo non va bene.
Giuseppe Civati   

L'immigrazione è una realtà. Occorre saper coniugare insieme quel principio dell'accoglienza che ha sempre innervato l'anima profonda del nostro Paese con un altro principio, non meno necessario, quella della legalità, di cui tutti si avverte la necessità per la convivenza sociale.
Angelo Bagnasco   

L'immigrazione va regolata, gestita, non subita. Ma non va neppure vissuta come una minaccia. Abitiamo un mondo globale, in cui circolano liberamente i capitali, le merci e le informazioni. I migranti sono l'elemento umano della globalizzazione, l'avanguardia del mondo futuro. Presto sarà normale nascere in un Paese, crescere in un altro, lavorare in un altro ancora. Non dobbiamo avere paura di questo. Dobbiamo aprirci al futuro.
Laura Boldrini   

 Frasi dalla n° 1 al n° 46 di 'Immigrazione' su 46 Totali



Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster