Frasi sul Coronavirus
Coronavirus
Frasi sul Coronavirus
Pagina 1/2
Raccolta di pensieri, pareri ed opinioni tratte da interviste e non solo, in merito al Covid-19, meglio conosciuto come Coronavirus, che ha causato migliaia di decessi in tutto il mondo ed ha cambiato le abitudini di vita delle persone.
Condividi su Facebook
Ma...non doveva andare tutto bene?
Maurizio Battista   Inserita: 08/07/2020

Non ho paura della malattia in sé, sono fatalista e se mi tocca, mi tocca. Però da qualche tempo stiamo vivendo un momento strano. Prima del coronavirus in Puglia abbiamo visto il disastro della Xylella, la malattia che ha sterminato i nostri ulivi… Siamo in guerra, contro nemici che abbiamo creato noi con i nostri errori.
Albano   Inserita: 03/07/2020

Abbiamo scortato con il nostro personale i quantitativi di mascherine dalle aziende produttrici agli aerei cargo per evitare furti come avvenuto a volte in Cina, in Russia e in Ungheria. Consapevoli di portare in Italia dispositivi di protezione utilissimi per gli ospedali in primis ma anche per i cittadini...ora tutto il nostro lavoro è stato vanificato, le scatole sono ferme nei magazzini. E io sono stata messa alla gogna. [In merito all'inchiesta sulle mascherine durante l'emergenza Covid-19]
Irene Pivetti   Inserita: 04/05/2020

E' vero che la salute è importante ma è importante anche la libertà e questa non può esser messa in discussione da un premier, sennò questo costituisce un precedente
Matteo Renzi   Inserita: 29/04/2020

La pandemia in Italia ha dimostrato che siamo tutti uguali, fino alla scomparsa del Coronavirus.
Francesco Agati   Inserita: 20/04/2020

Il virus ci ha insegnato una cosa: in un mondo che vuole innalzare muri, la natura ci ha dimostrato che i confini non esistono.
Maria Rita Gismondo   Inserita: 19/04/2020

Alla pandemia del virus vogliamo rispondere con la universalità della preghiera, della compassione, della tenerezza. Rimaniamo uniti.
Papa Francesco   Inserita: 12/04/2020

Posto che più stiamo in casa e meno contagiati e meno decessi ci sono, dovremo pensare a come non stare in casa altri tre anni e a come evitare una seconda ondata. È qui che vedo delle carenze a tutti i livelli della macchina organizzativa.
Pietro Senaldi   Inserita: 03/04/2020

Quando l'epidemia finirà, non è da escludere che ci sia chi non vorrà tornare alla sua vita precedente. Chi, potendo, lascerà un posto di lavoro che per anni lo ha soffocato e oppresso. Chi deciderà di abbandonare la famiglia, di dire addio al coniuge o al partner. Di mettere al mondo un figlio o di non volere figli. Di fare coming out. Ci sarà chi comincerà a credere in Dio e chi smetterà di credere in lui. [In relazione al Coronavirus]
David Grossman   Inserita: 27/03/2020 Tratta da: Repubblica - 20/03/2020

Usiamo l’intelligenza perché per il Coronavirus siamo solo un altro animale.
Ilaria Capua   Inserita: 24/03/2020

In Cina nessuno usciva di casa ma noi non riusciamo a replicare quel modello perché siamo una democrazia da più di 70 anni e non siamo in grado di rinunciare a diritti e valori irrinunciabili: un minimo dobbiamo lasciare e questo minimo è il mezzo con cui il virus, seppur in minor misura, riesce a circolare. [In relazione al Coronavirus]
Attilio Fontana   Inserita: 22/03/2020

Il coronavirus lascerà più segni nelle nostre coscienze che nei nostri corpi. Questo virus è come un granellino di colla che ha bloccato tutti gli ingranaggi, ma ci pone di fronte a grandissimi interrogativi anche etici: il rispetto della vita, il proteggere se stessi per proteggere gli altri, il grandissimo esercizio di solidarietà e di responsabilità collettiva che siamo chiamati a fare.
Ilaria Capua   Inserita: 22/03/2020

Renzi sta rosicando, era al centro del ring ma il Coronavirus l'ha buttato fuori.
Alessandro Sallusti   Inserita: 16/03/2020

Conte ha diffuso il panico nel mondo e se non disinneschiamo la bomba mediatica tra un po' saremo più isolati della Nord Corea. Siccome poi i mercati sono nervosi e l'economia è sensibile, il passaggio dal terrore al default del Paese è un attimo.
Pietro Senaldi   Inserita: 01/03/2020

Attenzione a chi, superficialmente, dà informazioni completamente sbagliate. Qualcuno, da tempo, ripete una scemenza di dimensioni gigantesche: la malattia causata dal Coronavirus sarebbe poco più di un'influenza. Ebbene, questo purtroppo non è vero.
Roberto Burioni   Inserita: 23/02/2020

Il Coronavirus lo prendiamo molto sul serio perché è un virus nuovo: questo significa che nessuno di noi è immune. L'influenza invece è una malattia stagionale per la quale le persone a più rischio posso essere protette adeguatamente. Eppure fa 50mila morti ogni anno in Europa. Tuttavia il vaccino esiste e funziona, e noi lo raccomandiamo agli anziani, alle donne in gravidanza, ai malati cronici e al personale sanitario. Covid-19 è un virus nuovo e noi stiamo facendo ricerca per arrivare a una cura e per predisporre un vaccino. Che però richiederà del tempo. Dunque dobbiamo puntare su misure di salute pubblica che possono essere adottate già oggi per salvare delle vite.
Hans Kluge   Inserita: 23/02/2020

Fino a pochi giorni fa ci dicevano di stare tranquilli e che non c'era nessun pericolo. Forse ora qualcuno avrà capito che per il Coronavirus è necessario chiudere, controllare, blindare, bloccare, proteggere?
Matteo Salvini   Inserita: 23/02/2020

Grazie alle scarse abilità comunicative del premier Conte e del suo staff, il mondo intero ci ritiene un lazzaretto a cielo aperto. La Fao, organizzazione umanitaria dell'Onu, disdice i convegni in Italia, la Cina mette in quarantena i nostri connazionali, gli Stati Uniti valutano di sospendere i voli con il nostro Paese, l'Austria ferma i lombardo-veneti sui treni, la Francia ci costruisce intorno un cordone sanitario, Israele, il Bahrein e altri ci chiudono le frontiere in faccia. Da porto sicuro siamo diventati porto infetto, però le ong implacabili continuano a sbarcare migranti e nessuno a sinistra batte ciglio.
Pietro Senaldi   

Siccome noi italiani siamo vaccinati all' inadeguatezza e alla schizofrenia di chi ci guida più che al virus, non ci sono segnali di rivolta.
Pietro Senaldi   

Se non si invertirà seriamente il trend dei contagi potrebbe essere una scelta obbligata. Noi siamo arrivati veramente allo stremo, dal punto di vista fisico e psicologico, del nostro personale medico e infermieristico, di tutti quelli che lavorano nell'unità di crisi, di chi guida le ambulanze. Dobbiamo fare in modo che il contagio rallenti. Per fortuna sono arrivati medici e infermieri da Cuba e altri sono in arrivo dalla Russia. Tanti medici in pensione hanno risposto al l’appello e si sono fatti avanti per aiutarci. Di questo sono molto contento. [Parla dei contagi da Coronavirus]
Attilio Fontana   

 Frasi dalla n° 1 al n° 20 di 'Coronavirus' su 29 Totali


Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster | Privacy | Cont@tti
Trovaci su Facebook