Diete gratis per la Salute ed il controllo del Peso - Per mantenere un ottimo stato di forma e salute
Ricerca Dieta
 
I segreti della dieta Afrodisiaca
I cibi Afrodisiaci nei secoli

Nel corso del tempo l'uomo ha sempre cercato qualcosa che accrescesse le sue capacità amatorie nella vita intima, tra cui il cibo e l'alimentazione in generale. Nelle antiche civiltà greche e romane tutti i più grandi poeti di quel periodo cantarono le lodi di alcuni alimenti, ritenuti capaci di esaltare le virtù amorose.

Infatti fu dal nome della dea dell'amore Afrodite che venne coniato il termine "afrodisiaco" che sta ad indicare ogni sostanza capace di stimolare le potenzialità amatorie di uomo e donna.
I Greci a tale scopo consigliavano: tartufi, cipolle, carote miele, uova, storione, pesci e crostacei, in particolare perché provenivano dal mare che aveva dato i natali proprio alla dea Afrodite.

A questi alimenti i Romani aggiunsero gli organi genitali di alcuni animali: l'asino, il lupo, il cervo,  tenendo in grande considerazione anche le ostriche.

Nei monasteri Medievali il consumo della carne era interdetto e nelle abbazie più rigoriste si arrivava a negare la comunione in quanto si credeva che la carne, soprattutto quella dei quadrupedi, attentasse alla continenza.
Vennero quindi redatte delle vere e proprie liste di proscrizione degli ordini monastici, che oggi ci aiutano a redigere il catalogo degli alimenti allora considerati afrodisiaci perché rinvigorenti nel Medioevo come anche in età rinascimentale e barocca.
Erano ritenuti utili la carne e tutti i cibi caldi e duri da digerire, come i vegetali, i ceci, le fave, le cipolle, i porri, i cavoli, le melanzane, le castagne, i pinoli, le mandorle, le spezie in generale e soprattutto i tartufi; tra i pesci e affini, le ostriche, i granchi di fiume e le uova di tutti i pesci; tra i grassi, il burro.
Particolarmente efficace era giudicato il cervello di qualsivoglia animale, nonché la carne dei piccioni e dei passeri; inoltre erano reputati autentici toccasana i testicoli di toro e d'agnello. Un cenno meritano infine anche il frumento e il mais, o meglio ancora la polenta, di cui solo recentemente sono state svelate le qualità afrodisiache.

La dieta Afrodisiaca oggi

La fama dei cibi afrodisiaci si è tramandata fino ai giorni nostri e la lista degli alimenti afrodisiaci si è decisamente ampliata
Gli alimenti e le ricette afrodisiache costituiscono un esempio di come si possa abbinare il piacere della gola a quello di avere dei rapporti fisici. Inoltre a tal fine si consiglia anche una sana attività fisica e la riduzione delle abitudini negative quali alcool e fumo.
Inoltre al momento di consumare i cibi si consiglia di creare la giusta atmosfera con luce soffusa e candele dai profumi esotici, con la tavola imbandita di fiori, e musica soft in sottofondo.

- Ma vediamo quali sono gli alimenti attualmente ritenuti afrodisiaci:
Citiamo nell'ordine di importanza Ostriche, Lampascioni, Rucola, Crostacei, Banane, Rane, Parmigiano, Uova, Fave, Polenta e Peperoncino.

- Al contrario sembrano avere effetto controproducente e quindi "anafrodisiaco" la Lattuga, il Cetriolo, le bevande Alcoliche ed il Caffè.


Portale Paginainizio.com

Home | Giochi | Test | Frasi | + Strumenti | Cont@tti
PaginaInizio.com è online dal 2005 - P.IVA 01889490502
Trovaci su Facebook