Frasi sul mercato
Mercato
Frasi sul mercato
Pagina 4/11
L'esperienza sembra mostrare che la lette non può mai regolare correttamente i salari, anche se ha spesso preteso di farlo.
Adam Smith   

Raramente la gente dello stesso mestiere si ritrova insieme, anche se per motivi di svago e di divertimento, senza che la conversazione risulti in una cospirazione contro i profani o in un qualche espediente per far alzare i prezzi.
Adam Smith   

L'inclinazione a trafficare, barattare, scambiare una cosa con un'altra è comune a tutti gli uomini e non si trova in nessun'altra razza di animali.
Adam Smith   

Il consumo è il solo fine e scopo di ogni produzione; e non si dovrebbe mai prender cura dell'interesse del produttore, se non in quanto ciò possa tornare necessario per promuovere quello del consumatore. La massima è così perfettamente evidente di per se stessa che sarebbe assurdo tentare di dimostrarla.
Adam Smith   

L'unico motivo che determina il possessore di un capitale a investirlo nell'agricoltura o nell'industria (...) è il proprio profitto.
Adam Smith   

Nella corsa alla ricchezza, agli onori e all'ascesa sociale, ognuno può correre con tutte le proprie forze, (…) per superare tutti gli altri concorrenti. Ma se si facesse strada a gomitate o spingesse per terra uno dei suoi avversari, l'indulgenza degli spettatori avrebbe termine del tutto. (…) la società non può sussistere tra coloro che sono sempre pronti a danneggiarsi e a farsi torto l'un l'altro.
Adam Smith   

Per me il risultato più grande è che il Cubo ha dimostrato che il pubblico è diverso da ciò che il mercato immagina, è molto meglio.
Erno Rubik   

Noi siamo un organo tecnico, non eletto, che non rappresenta nessuno e che ha il compito della stabilità monetaria.
Ignazio Visco   Tratta da: Il Fatto Quotidiano - 02/10/2014 

Il punto è che sono usciti i capitali dall'Europa e questo ha creato la crisi dei debiti sovrani.
Ignazio Visco   Tratta da: Il Fatto Quotidiano - 02/10/2014 

Siamo intervenuti in Grecia con un'azione sulla ristrutturazione del debito, invece di risolvere i problemi di economia reale.
Ignazio Visco   Tratta da: Il Fatto Quotidiano - 02/10/2014 

Va detta una verità. Il bilancio pubblico è rilevante, ma è nella media europea se si pensa che ogni anno oltre il 5 per cento finisce per pagare gli interessi sul debito. Non pregiudichiamo però il futuro: su scuola, formazione e ricerca bisogna investire di più.
Ignazio Visco   Tratta da: Corriere della Sera - 07/07/2012 

Il fiscal compact non è una camicia di forza. È interesse di tutti non lasciare ai nostri figli un debito eccessivo. Non c’è cessione di sovranità. Il pareggio di bilancio non può essere criticato da chi dice che Keynes non l’avrebbe sottoscritto. Keynes era per il pareggio di bilancio depurato dagli effetti del ciclo economico.
Ignazio Visco   Tratta da: Corriere della Sera - 07/07/2012 

Quando un Paese riceve la solidarietà non la può ottenere senza contropartite.
Ignazio Visco   

Non vanno male solo i Paesi del Sud dell’Europa, tra cui noi, rallenta la Germania, la stessa Cina. E gli Stati Uniti hanno di fronte la vera grande incognita dell’economia mondiale, il fiscal cliff.
Ignazio Visco   Tratta da: Corriere della Sera - 07/07/2012 

Il recupero di fiducia è stato solo parziale. È arrivato in modo visibile sui mercati finanziari, non sul complesso dell'economia.
Ignazio Visco   Tratta da: la Repubblica - 07/09/2014 

Abbiamo un grave ritardo nell'aggiustamento ai grandi cambiamenti degli ultimi 20 o 25 anni: l'apertura dei mercati e la globalizzazione, la demografia, la tecnologia. L'Italia ha fatto pochi investimenti per tener conto di tutto questo. Troppe imprese sono rimaste ferme nei vecchi modi di produrre.
Ignazio Visco   Tratta da: la Repubblica - 07/09/2014 

Le previsioni di inflazione per il 2014 pubblicate dalla Bce a dicembre scorso indicavano per l'area dell'euro un valore dell'1,1%. A giugno il dato era sceso a 0,7%. Ora le previsioni aggiornate dicono 0,6%, sempre per il 2014. Questa tendenza va contrastata.
Ignazio Visco   Tratta da: la Repubblica - 07/09/2014 

Bisogna tenere conto che la debolezza della domanda non riguarda solo i paesi più coinvolti nella crisi, ma è diffusa. Colpisce la Francia, la Germania stessa mostra difficoltà.
Ignazio Visco   Tratta da: la Repubblica - 07/09/2014 

Bisogna garantire un utilizzo efficiente dei fondi strutturali. In Italia ci sono stati molti ritardi. In Irlanda, Portogallo e Spagna sono stati invece molto abili nell'utilizzo di queste risorse. Le economie dei nuovi paesi candidati, anche attraverso i fondi europei, potranno crescere dando impulso in prospettiva all'intero nuovo mercato di Eurolandia.
Ignazio Visco   

La Lombardia è la regione con più stranieri, più esposta verso la globalizzazione e la competizione dei mercati internazionali: è, insomma, la regione più “colpita” dal fenomeno.
Giuseppe Civati   

 Frasi dalla n° 61 al n° 80 di 'Mercato' su 215 Totali


Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster | Privacy | Cont@tti
Trovaci su Facebook