Frasi sull'anfiteatro
Anfiteatro
Frasi sull'anfiteatro
Pagina 1/3
Ringraziamo iddio, noi attori, che abbiamo il privilegio di poter continuare i nostri giochi d'infanzia fino alla morte, che nel teatro si replica tutte le sere.
Gigi Proietti   Inserita: 02/11/2020

La prima volta che ho intrattenuto il pubblico sono andato con un mago, io sono molto legato ai maghi e iniziai così, con uno che cercava un assistente. Io avevo già i figli, un bar, non ho iniziato a fare questo a vent’anni. Lavoravo e sapevo di avere delle capacità, però mi vergognavo. Io nasco timido e morirò così. Però poi piano piano, prima un localino, un piccolo teatro, poi uno più grande e sono arrivato qui.
Maurizio Battista   Inserita: 09/07/2020 Tratta da: Intervista a teatro.it 04/2019

Mi piace il teatro, bella copia della vita.
Franca Valeri   Inserita: 01/07/2020

Da sempre la tournée teatrale è un impegno fisico e psichico rilevante, perché sei in continuo spostamento. Io a volte non so neanche in quale città sono, ci devo riflettere, perché quando hai una serie di debutti nell'arco di una settimana, cambiare luogo diventa una fatica notevole. Poi arrivi a teatro la sera e diventa un esame, come diceva il buon Eduardo. Lo spettacolo non è mai lo stesso, perché cambia il pubblico, che dà una risposta particolare all'attore. Il pubblico della Puglia è diverso dal pubblico della Lombardia o da quello della Toscana.
Marco Columbro   Inserita: 02/08/2016

Credo che a teatro si possano trovare ruoli stimolanti anche a sessanta, settant'anni. Non voglio essere in TV a tutti i costi. E poi mi piacerebbe godere delle realizzazioni dei miei figli, occuparmi un giorno dei nipotini. Ho ancora tanta forza, energia.
Lorella Cuccarini   Inserita: 22/06/2016 Tratta da: vanityfair.it 31/07/2015

Ti criticheranno sempre, parleranno male di te e sarà difficile che incontri qualcuno al quale tu possa piacere cosi come sei! Quindi vivi, fai quello che ti dice il cuore, la vita è come un'opera di teatro, che non ha prove iniziali: canta, balla, ridi e vivi intensamente ogni giorno della tua vita prima che l’opera finisca senza applausi…
Charlie Chaplin   Inserita: 19/07/2015

Il cinema è un bel mezzo, ma la dimensione migliore, per noi è quella del teatro. Il cinema, in questo, è più simile al teatro, di dà molti spazi, mentre la tv ti comprime, ti obbliga ai suoi tempi, tra la pubblicità ed i ritmi incalzanti. Questo è il limite della tv.
Francesco Villa   Inserita: 29/01/2015 Tratta da: Intervista tratta da encanta.it

E’ stata tutta una vita di sacrifici e di gelo! Così si fa il teatro. Così ho fatto! Ma il cuore ha tremato sempre tutte le sere e l’ho pagato, anche stasera mi batte il cuore e continuerà a battere anche quando si sarà fermato.
Eduardo De Filippo   Inserita: 31/10/2014

Anche il critico ha un suo pubblico, proprio come noi attori, che è costituito dai lettori. Se un lettore legge una critica brutta e vedendo poi lo spettacolo si accorge che l’autore della critica ha sbagliato in pieno...può darsi che anche il critico in questione perda uno “spettatore”.
Remo Girone   Inserita: 02/08/2014

Dopo la telenovela ho recitato in teatro, e ora sto lavorando a diversi progetti. Visto che anche in Italia avete cominciato a conoscermi, sto facendo alcuni provini: mi piace il vostro Paese, e spero di poterci lavorare presto.
Iago Garcia   Inserita: 23/07/2014 Tratta da: sorrisi.com - 16/07/2014

Le critiche ti lodano allo stesso modo di un uomo che vuole impiccarti e ti dice che hai proprio un bel collo.
Eli Wallach   Inserita: 01/07/2014

Non guardo mai indietro. Per me ogni progetto e' una sfida.
Eli Wallach   Inserita: 26/06/2014 Tratta da: trovacinema.it - 09/06/2003

Teatro significa vivere sul serio quello che gli altri, nella vita, recitano male.
Eduardo De Filippo   Inserita: 10/02/2014

Tutto il mondo è un teatro e tutti gli uomini e le donne non sono che attori: essi hanno le loro uscite e le loro entrate; e una stessa persona, nella sua vita, rappresenta diverse parti.
William Shakespeare   Inserita: 06/02/2014

Il calcio è l'ultima rappresentazione sacra del nostro tempo. È rito nel fondo, anche se è evasione. Mentre altre rappresentazioni sacre, persino la messa, sono in declino, il calcio è l'unica rimastaci. Il calcio è lo spettacolo che ha sostituito il teatro.
Pier Paolo Pasolini   Inserita: 05/02/2014

Ho lavorato tantissimi anni a teatro e continuo a farlo: dà la possibilità di non essere la bellezza da copertina, che io non ero, non sono mai stata, non ero da ragazza...insomma si valutavano altre cose. Nel cinema per esempio c'è il talento e quant'altro, ma si valuta certo se c'è il principe e la principessa, e la principessa deve avere l'aspetto della principessa e non puoi restarci male se non hai l'aspetto della principessa perchè quello vuole la favola!
Paola Cortellesi   Inserita: 26/11/2013

E ho avuto questa sensazione incredibile: che anche tu, proprio in quel preciso momento, stessi pensando a me.
Dirai che ho troppa fantasia; magari tu pensavi al teatro, o alla crisi economica, o decidevi se comprare delle tende nuove. Ma all’improvviso, nel bel mezzo di quella piccola scena di follia, mi sono reso conto che avere qualcuno, da qualche parte, che ti capisce, che ti desidera, che vede in te una versione migliore di te stesso, è il dono più incredibile di tutti. Anche se non siamo insieme, sapere di essere quell’uomo, per te, è ciò che mi permette di andare avanti.
Jojo Moyes   Inserita: 22/03/2013

In scena porto la vita semplice. Come un gol.
Maurizio Battista   

Il cinema è per i registi, il teatro per gli attori.
Diego Luna   

Tutti noi a volte dobbiamo gestire lo stress da prestazione di fronte a un pubblico: se avessimo alle spalle un'educazione teatrale riusciremmo ad affrontare questi momenti con maggiore serenità.
Lino Guanciale   

Benvenuti a teatro, dove tutto è finto ma niente è falso.
Gigi Proietti   

Nella totale perdita di valori della gente, il teatro è un buon pozzo dove attingere.
Gigi Proietti   

La scena si svolge nel presente, perché un personaggio come Re Lear non può tramontare e devo dire che mi sento molto coinvolto da questa figura di uomo: così disponibile, perde la ragione perché non sa distinguere il vero dal falso. E questo succede anche a noi: non avere la capacità di distinguere.
Ennio Fantastichini   

Ho partecipato all'Isola con l’intento di far vedere alle persone che, anche senza Zuzzurro, Gaspare era ancora vivo. Ho continuato a lavorare a teatro in questi anni ma, diciamoci la verità, il teatro non se lo fila nessuno. Per questo ho accettato di partecipare.
Nino Formicola   Tratta da: Corriere della sera - 17/04/2018 

Secondo me la prosa delega quasi sempre il cinema a parlare di cose che avvengono oggi. E quindi, io e Luporini abbiamo detto "Secondo noi oggi si può fare un teatro che parli, riferisca e rappresenti la nostra poesia in Italia"
Giorgio Gaber   

La scoperta del teatro, cioè di un mezzo che mi consentiva di dire quello che pensavo tramite il mio mestiere, è stata di enorme importanza. Le due ore di spettacolo, per esempio: guai se fosse un quarto d'ora, perché io ho problemi di sblocco iniziale, di accostamento a quella spudoratezza che ogni artista credo debba avere, e che a me arriva man mano che vado avanti, perché all'inizio dello spettacolo io scapperei via.
Giorgio Gaber   

La fine degli anni Sessanta era un periodo straordinario, carico di tensione, di voglia, al di là degli avvenimenti politici e non, che conosciamo, e fare televisione era diventato dequalificante. Mi nauseava un po' una certa formula, mi stavano strette le sue limitazioni di censura, di linguaggio, di espressività, e allora mi dissi: "D'accordo, ho fatto questo lavoro e ho avuto successo, ma ora a questo successo vorrei porre delle condizioni." Mi sembrò che l'attività teatrale riacquistasse un senso alla luce del mio rifiuto di un certo narcisismo.
Giorgio Gaber   

Amo il teatro, amo la musica, è ancora il mio grande mondo parallelo. E' la cosa che mi completa come persona. Ho bisogno dell'universo alternativo dell'arte, qualsiasi essa sia. Mi aiuta a trovare l'equilibrio nel modo in cui vivo
David Bowie   

I giovani, soprattutto, hanno la sensazione che entrare in un teatro sia entrare in un luogo pesante. Non è così. Andare a teatro è un'esperienza pazzesca! (...) Tutto si svolge lì, in quel momento, con attori in carne ed ossa.
Vincenzo Salemme   

Il teatro è la vera repubblica dove tutti possono partecipare: si può applaudire, si può fischiare. Il teatro è il luogo della libertà.
Vincenzo Salemme   

Il cinema è un piatto, un delizioso gateau; al cinema non ho le possibilità enormi di spaziare libero che ho in teatro.
Vincenzo Salemme   

Il pubblico è come un bambino, e chiede quello che lo diverte di più, non lo trovo mai fuorviante, se non si diverte la colpa è di chi è sopra al palcoscenico, e non il contrario.
Vincenzo Salemme   

E' un po' come quando si invita qualcuno a cena, si vorrebbe che mangiasse con gusto tutto proprio perché hai fatto del tuo meglio cucinando per lui.
Vincenzo Salemme   

Il mio faro guida è sempre il pubblico, se a loro non piace mi sento male, ed aggiusto il testo.
Vincenzo Salemme   

Mia madre sognava per me e per i miei due fratelli un futuro da ballerini o nel mondo dello spettacolo. Ci ha iscritto a corsi di danza, dove abbiamo imparato perfino a ballare il tip tap, sperando sfondassimo nel mondo dei musical, che le piacevano tanto.
Christopher Walken   Tratta da: Oggi - 04/10/2013 

Improvvisare è meraviglioso. Ma il fatto è che non si può improvvisare se non sai esattamente cosa stai facendo.
Christopher Walken   

L'attore è una sorta di intermediario tra il pubblico e l'opera, sia che si tratti di teatro o cinema.
Christopher Walken   

Il primo minestrone di parole e di profumi siculo-milanesi è nato al Caffè Teatro di Verghera nel Varesotto, dove andavamo a fare un po' d'animazione la domenica per aiutare il proprietario nostro amico. Soldi pochi ma improvvisazione moltissima. Una scuola che ci ha dato immensa energia.
Aldo Baglio   Tratta da: la Repubblica - 21/03/2010 

Miii... non ci posso credere!
Aldo Baglio   

Quando sentiro' che stufo gli altri, mi ritiro.
Marcello Mastroianni   Tratta da: Corriere della Sera - 18/11/1994 

Credo di aver superato i centosettanta film: un bel record. Quindi l'ho ben riempita, la mia vita. Mi posso contentare. Insisto: sono fortunato.
Marcello Mastroianni   

Il teatro è un tempio, un tempio dove non entra mai il sole. Si lavora sempre con poca luce, nel silenzio più assoluto; il testo va rispettato nelle sue virgole, va approfondito, perché tutto è nella parola.
Marcello Mastroianni   

Ho cominciato a recitare da bambino, questo mestiere mi ha fatto provare esperienze assolutamente inimmaginabili.
Zac Efron   Tratta da: Grazia - 30/08/2013 

Quando io e mio fratello Manuel eravamo piccoli, mio padre aveva inventato per noi il “Teatro lampo”: una cosa serissima! Lui scriveva i dialoghi di mini spettacoli i cui titoli erano, per esempio, “Cittadini che protestano”, oppure “I suicidi”. Veniva stampato il programma e venivano distribuiti gli inviti ai suoi amici, Gino Cervi, Renato Rascel, Paolo Stoppa… Davanti a questo pubblico, io e Manuel, all'epoca bambini di 5 e 7 anni, vestiti con il frac nero che sembravamo due cornacchie, eravamo praticamente obbligati a recitare. Papà si divertiva un mondo, noi un po’ meno..
Christian De Sica   

Odio fare le stesse cose più volte. Mi piace osservare il modo in cui si evolve il mondo della musica, del cinema, del teatro e integrare gli elementi caratteristici di ognuno di essi.
Freddie Mercury   

Sono felice che la gente guardi ancora quelle mie parodie. Vuol dire che i miei personaggi continuano ad avere la loro vita.
Fabio De Luigi   Tratta da: Oggi - 03/11/2011 

Lasciare un personaggio che ti ha portato fortuna è sempre difficile.
Fabio De Luigi   Tratta da: Oggi - 03/11/2011 

Quando sali su un palco sei autorizzato a fare qualunque cosa per far divertire le persone, quindi fai il cretino. Se le fai ridere, bene, altrimenti sei tu il cretino.
Fabio De Luigi   Tratta da: Vanity Fair - 08/10/2014 

Il comico è uno dei mestieri più umilianti del mondo: basta una serata in cui non riesci a far ridere il pubblico per darti una botta tremenda all'autostima.
Fabio De Luigi   Tratta da: Vanity Fair - 08/10/2014 

Ho sempre pensato che se vai al ristorante e ordini pesce, se ci mettono sopra troppo prezzemolo e troppo pepe allora c’è qualcosa che non va. Spesso l’eccesso di scenografie, coreografie, sviolinate va a coprire qualcosa. E quando un uomo di spettacolo riesce ad essere il più solo possibile sul palco scarno, c’è più concentrazione su quello che si fa.
Giorgio Panariello   

 Frasi dalla n° 1 al n° 50 di 'Anfiteatro' su 113 Totali



Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster