×
Ultime Frasi
Frasi di Film
Frasi Celebri
Aforismi
Frasi Amore
Frasi Belle
Frasi Poster
Film Poster
Indovinelli
Rompicapo
Poesie
Proverbi
Modi di dire
Palindromi
Scioglilingua
Auguri Feste
Argomenti
Top mese
INDICI ED ELENCHI
+ Elenco Autori + Elenco Attori + Film A-Z + Film per Anno
NETWORK PaginaInizio
⚒ Servizi e strumenti ⇐  Chiudi menù
© Adv Solutions SRL (2005-2021)
Lo smodato amore di ricchezze, se contro giustizia, è empio, e se con giustizia, è vergognoso; perché è condotta indecorosa risparmiare in modo sordido, anche se in conformità con la giustizia.

Io ho fiducia che il nuovo presidente dell'Anm, il dottor Santalucia, esponente di Magistratura Democratica, che conosce bene sia la mia storia personale che quella del dottor Fava, dato che eravamo insieme a Reggio Calabria, faccia un'indagine a 360° non solo su di me ma su tutto il sistema. Santalucia, quando parla di magistrati che hanno agito "per tornaconto personale", non si riferisce a me ma a quei colleghi che hanno fatto carriera in ruoli pubblici o privati.
Da: Intervista a 'Libero' del 02/02/2021

Sono consapevole di aver contribuito a creare un sistema che per anni ha inciso sul mondo della magistratura e di conseguenza sulle dinamiche politiche e sociali del Paese. Non rinnego ciò che ho fatto, dico solo quello che tutti quelli - colleghi magistrati importanti leader politici e uomini delle istituzioni, molti dei quali tuttora al loro posto - che hanno partecipato con m a tessere questa tela erano pienamente consapevoli di ciò che stava accadendo. Io non voglio portarmi segreti nella tomba, lo devo ai tanti magistrati che con queste storie nulla c'entrano.
Da: Il sistema - Rizzoli

Meglio essere temporaneamente egoisti che mai giusti.

Noi uomini vissuti e destinati a morire in questa tragica stagione del dolore, dovremo serenamente creare nella Costituente lo strumento per aprire alla giustizia sociale le vie di un domani che noi potremo soltanto intravedere.

Chi entra in tribunale, portando. nel suo fascicolo, in luogo di buone e oneste ragioni, secrete inframmettenze, occulte sollecitazioni, sospetti sulla corruttibilità dei giudici e speranze sulla loro parzialità, non si meravigli se, invece che nel severo tempio della giustizia, si accorgerà di trovarsi in un allucinante baraccone da fiera.

Non si confonda la giustizia in senso giuridico, che vuol dire conformità delle leggi, con la giustizia in senso morale che dovrebbe essere tesoro comune di tutti gli uomini civili, qualunque sia la professione che essi esercitano nella vita pratica.

Con la tua misericordia mitighi la giustizia; per misericordia ci hai lavati nel Sangue; per misericordia volesti conversare con le tue creature. O pazzo d’amore!

Da mesi gli uffici del ministero hanno avviato contatti con le autorità brasiliane, tenendosi pronti a un evento che avrebbe potuto cambiare le cose, come la vittoria di Jair Bolsonaro alle elezioni presidenziali. Avevamo già chiesto di rivedere la decisione di Lula e abbiamo attivato anche i canali diplomatici: seguiamo la situazione con la massima attenzione. Lo dobbiamo alle famiglie delle vittime di Battisti, lo dobbiamo anche al Paese.Vi terrò aggiornati sullo sviluppo della vicenda.
(In relazione all'arresto di Cesare Battisti)

Il Tribunale Supremo Federale del Brasile ha già concesso l’estradizione in Italia, chiedendo però di commutare la pena al massimo di trent'anni di reclusione considerato che nel loro ordinamento non esiste l’ergastolo. Istanza che è stata già accolta dal mio predecessore nell'ottobre dell’anno scorso. Come tutti sanno, fu l’ex presidente brasiliano, Luiz Inácio Lula da Silva, a bloccare tutto, ponendo un veto al suo rientro in Italia.
(In relazione alla cattura di Cesare Battisti)

I delitti di cui si è macchiato Cesare Battisti per cui le autorità italiane hanno chiesto l’estradizione. L’ex terrorista fugge dalla giustizia italiana ormai da quasi 40 anni.

È la giustizia, non la carità, che manca nel mondo.

Comincia a farsi strada faticosamente la consapevolezza che la regolamentazione delle funzioni e della stessa carriera dei magistrati del pubblico ministero non può essere identica a quella dei magistrati giudicanti, diverse essendo le funzioni e, quindi, le attitudini, l’habitus mentale, le capacità professionali richieste per l’espletamento di compiti così diversi: investigatore a tutti gli effetti il pubblico ministero, arbitro della controversia il giudice. Su questa direttrice bisogna muoversi, accantonando lo spauracchio della dipendenza del pubblico ministero dall'esecutivo e della discrezionalità dell’azione penale che viene puntualmente sbandierato tutte le volte in cui si parla di differenziazione delle carriere. Disconoscere la specificità delle funzioni requirenti rispetto a quelle giudicanti, nell'anacronistico tentativo di continuare a considerare la magistratura unitariamente, equivale paradossalmente a garantire meno la stessa indipendenza ed autonomia della magistratura.

La donna ha innato il senso della giustizia e della buona amministrazione, oggi c'è tanto bisogno di queste caratteristiche.

Sia che si porti i nostri nemici di fronte alla giustizia, o che si porti la giustizia ai nostri nemici, giustizia verrà fatta.

Lui [Silvio Berlusconi] è un Messia, i magistrati gli stanno messo di continuo a rompergli le scatolette e non capisco il perché [...]. Io prego ogni giorno i miei santi perché Berlusconi viva fino a 120 anni. Io darei la vita per lui, morirei. Gli darei un rene, due reni, persino mia moglie, se lei è d'accordo.

Senza un radicale cambiamento della politica, non sarà possibile introdurre le riforme oggi indispensabili all'Italia.

Lo sciopero è vietato; se le parti non si possono accordare, interviene il Magistrato.

Io aggiro l'ostacolo di una roccia finché non ho abbastanza polvere per farla saltare in aria e aggiro l'ostacolo delle leggi di un popolo finché non ho raccolto l'energia sufficiente per rovesciarle.

Se un cristiano compie una cattiva azione la responsabilità è soltanto sua; se un ebreo compie una cattiva azione, la colpa ricade su tutti gli ebrei.

Non è animale più cattivo dell'uomo che è senza legge.

La libertà è il diritto di fare tutto quello che le leggi permettono.

Giustizia ritardata è giustizia negata.

La verità è una, la giustizia è una. Gli errori e le ingiustizie variano all'infinito.

Erano anni che molti mi chiedevano di fare qualcosa contro le pratiche illegali dei tabloid, ma io non ne volevo sapere, per discrezione. Sono intervenuto per una sola ragione: mi hanno fatto uscire dai gangheri.

La giustizia come fa ad essere uguale per tutti? Siamo tutti diversi! E’ vero che ci sono le attenuanti, ma di che stiamo parlando? E' giusto comportarsi allo stesso modo con due persone, una nata nelle baracche tra botte e povertà e l’altra ai Parioli con le carezze?

La vera conoscenza di Dio si attua nella pratica dei suoi comandamenti, in uno sforzo generoso di comportarsi come Gesù, modello perfetto d’ogni cristiano. Chi afferma di conoscerlo ma non osserva la sua legge, mente, ha una conoscenza errata di Dio.
Da: Prima lettera di Giovanni

Non abbiate alcun debito con nessuno, se non quello di un amore vicendevole; perché chi ama il suo simile ha adempiuto la legge.
Da: Lettera ai Romani

L'esperienza sembra mostrare che la lette non può mai regolare correttamente i salari, anche se ha spesso preteso di farlo.

Il termine "legge", preso in senso assoluto, indica quel principio in base a cui ciascun individuo, o tutti gli appartenenti ad una stessa specie o alcuni di essi, agiscono secondo una norma unica, fissa e determinata.

È impossibile che l'animo di un uomo possa rientrare sotto la giurisdizione di un altro.

La giustizia esige che l'autorità legittimamente costituita sia dai sudditi rispettata e obbedita: che le leggi siano sapientemente ordinate al bene comune e da tutti coscienziosamente osservate.

La scelta di un ceto è una libera scelta, nessun uomo può quindi essere costretto a sceglierne uno, o a esserne escluso. Ogni singola azione, ed ogni disposizione generale che che si proponga una tale costrizione, è illegittima.

Giuristi sottili, preoccupati di fissare la formula e di allontanare le sfumature.

È facile criticare giustamente; e difficile eseguire anche mediocremente.

Le mie notti sarebbero un solo incubo al solo terribile pensiero di un innocente che sconta tra i tormenti crudelissimi una colpa che non ha commesso.

Fu tra i primi a capire che per essere efficace il contrasto alla mafia richiede il consenso, la partecipazione popolare, la rivolta delle coscienze e un deciso cambio culturale. (Riferita a Francesco Renda)

Chi sfrutta i bambini spegne la luce del mondo, perché sfruttare i bambini significa fare un crimine contro l'umanità.

La giustizia sociale garantisce la pace.

La prima giustizia verso la dignità dell'educazione e quindi verso la dignità di una cultura è la libertà di valorizzare la propria tradizione.

I disordini che scorgiamo sono questi: la mancanza di mutuo amore fra gli uomini, il disprezzo dell’autorità, l’ingiustizia dei rapporti fra le varie classi sociali, il bene materiale fatto unico obiettivo dell’attività dell’uomo, come se non vi fossero altri beni, e molto migliori, da raggiungere. Sono questi a Nostro parere, i quattro fattori della lotta, che mette così gravemente a soqquadro il mondo. Bisogna dunque diligentemente adoperarsi per eliminare tali disordini, richiamando in vigore i principi del cristianesimo, se si ha veramente intenzione di sedare ogni conflitto e di mettere in assetto la società.
Da: Ad Beatissimi Apostolorum - 01/11/1914

La carità comincia a casa propria, e la giustizia dalla porta accanto.

Se non ci fossero persone cattive non ci sarebbero buoni avvocati.
Da: La bottega dell'antiquario - Rizzoli

Se la legalità è l'essenza del governo non tirannico e l'illegalità quella della tirannide, il terrore è l'essenza del potere totalitario.

Io non credo che possa esistere qualche processo di pensiero senza esperienze personali.

La violenza è lo sfocio naturale dell’ingiustizia. Quindi bisogna investire in giustizia, in educazione e in informazione per eliminare la violenza, non in sistemi di sicurezza.

L'immigrazione è una realtà. Occorre saper coniugare insieme quel principio dell'accoglienza che ha sempre innervato l'anima profonda del nostro Paese con un altro principio, non meno necessario, quella della legalità, di cui tutti si avverte la necessità per la convivenza sociale.

Anche il mio Paese soffre gli stessi problemi (di violenza negli stadi) ma mi sembra che qui chi sbaglia non paga.
Da: Il Giornale - 02/06/2010

In Italia e in Europa sono ancora troppi i vuoti normativi in materia di crimini d’odio perpetrati sulla base dell'orientamento sessuale e dell’identità di genere, ma soprattutto è sempre più urgente collegare il pieno riconoscimento di diritti individuali fondamentali ad interventi strutturali di riforma e di modernizzazione dello Stato sociale, della Pubblica Amministrazione, del mercato del lavoro.

Nella vita reale non mi piacciono le armi e credo che dovremmo avere regole più severe.


PaginaInizio.com
© Adv Solutions SRL (2005-2021)