Frasi sullo studio
Studio
Frasi sullo studio
Pagina 3/7
Farà stupore ad alcuno, che rimanga ancora e qualche tensione elettrica, alla sommità della nostra colonna, e facoltà, di dare la scossa mediante i convenienti toccamenti (come portando una mano armata di metallo al contatto di essa sommità, mentre l’altra mano comunica similmente, o in altra buona maniera colla base di essa colonna), farà, dico, stupore che la colonna ritenga un tal potere e tensione elettrica quando vi è tant'umido all'esterno della medesima che pure mantiene un’altra comunicazione non interrotta tralle sue estremità, quando tutta la colonna è involta da un velo d’acqua, da una carta, o pelle bagnata.
Alessandro Volta   Tratta da: Lettera al Consigliere M. Landriani 

Or questo medesimo Apparato, oltre tali e tanti fenomeni, altri semplicemente elettrici, ed altri elettrico-fisiologici, ne presenta ora di elettrochimici non meno sorprendenti, quali sono la decomposizione dell’acqua in contatto de’ metalli, e l’ossidazione di questi, per ottenere ed esaminare i quali possono congegnarsi in diversa maniera i pezzi di quello, che chiamerò apparecchio secondario.
Alessandro Volta   Tratta da: Lettera al Consigliere M. Landriani 

Egli è propriamente all'apparato a colonna composto di una serie di molte coppie formato da un buon numero di doppi piattelli di metallo sovrapposti gli uni agli altri, cioè uno d’argento o di rame e l’altro di zinco per ciascuna coppia, e interpolati ad ogni coppia da bollettini di cartone o di pelle molto inzuppati d’acqua semplice, o meglio salata e diviso se occorre in più colonne.
Alessandro Volta   Tratta da: Lettera al Consigliere M. Landriani 

Forse le medesime osservazioni, e le medesime idee si son presentate ad altri prima di me, e sono stato prevenuto anche in queste, giacchè i fenomeni, ossia gli effetti ottenuti, han pur dovuto essere gli stessi in sostanza.
Alessandro Volta   Tratta da: Lettera al Consigliere M. Landriani 

Ma fors'anche sono andato io più innanzi, quantunque entrato più tardi in questa lizza, ed ho veduto più addentro, o infine qualche fenomeno si è offerto a me, che ad altri è per avventura sfuggito.
Alessandro Volta   Tratta da: Lettera al Consigliere M. Landriani 

Vi ho promesso nell’antecedente mia di comunicarvi ciò che ho potuto osservare in queste poche settimane, ripetendo e variando le nuove stupende sperienze fatte prima in Inghilterra da NICHOLSON e CARSLISLE (a) , poi,
dietro la notizia di là ricevutane, dal Professore JACQUIN, e da voi in Vienna, fatte, dico, coll’Apparato per l’elettricità metallica di mia invenzione, al quale ho dato nome di Organo elettrico artificiale per i rapporti che ha coll’Organo elettrico naturale della Torpedine.
Alessandro Volta   Tratta da: Lettera al Consigliere M. Landriani 

È necessario per avere così le più forti scosse, e singolarmente per ottenere le scintille, che sia l’apparato ben in ordine; e primieramente che di buona qualità siano i conduttori umidi interposti a ciascuna coppia metallica; riguardo a che debbo far osservare, che l’acqua comune non è abbastanza buon conduttore, bensì l’acqua salata, che è perciò molto preferibile, ed a questa le soluzioni di allume, di sal ammoniaco, ed altre.
Alessandro Volta   

Queste sperienze sono non men belle che istruttive.
Alessandro Volta   

Or facciamoci di nuovo a considerare come la forza o tensione elettrica cresce appunto nella proporzione, che si aumenta il numero delle coppie metalliche.
Alessandro Volta   

Comunemente hanno essi rivolte le loro ricerche agli effetti chimici, e poco o nulla a quelli semplicemente elettrici, facendo in certo modo vista d’ignorarli o di non riconoscerli per tali affettando i termini d’influenza Galvanica, di fluido Galvanico, invece di dire nettamente fluido elettrico, corrente elettrica, come io mi sono sempre espresso, ed è ora resa la cosa evidente e così pure sembrano fare poco conto degli altri effetti che voglion dirsi elettrico-fisiologici, che sono per altro niente meno singolari e sorprendenti, come potrete rilevare da quanto verrò accennandovene.
Alessandro Volta   

Osservato avea con sorpresa fin sulle prime la pronta calcinazione de’ pezzi di metallo, ond’erano costrutti varj di questi miei apparati (giacchè ne costrussi in più maniere e forme diverse).
Alessandro Volta   

Lavoro in una società elettrica milanese d'un lavoro totalmente diverso e lontano dalla mia naturale curiosità. Il mio gran male è stato sempre e sarà sempre uno: quello di desiderare e sognare, invece di volere e fare. (...) Se non avessi addosso la sifilide della laurea, potrei cavarmela forse meglio.
Carlo Emilio Gadda   Tratta da: Lettera a Ugo Betti 

Non credo all'accademia, non è come studiare per diventare medico. Gli attori che stimo, da Totò a Franco e Ciccio, non l’hanno fatta.
Paolo Ruffini   Tratta da: Io donna - 12/11/2011 

Mio padre mi ha sempre insegnato un grande rispetto per gli addetti ai lavori e per tutti quelli che lavoravano nel cinema e mi diceva sempre: "Il nostro è un mestiere fatto sull'acqua". Rossellini, invece, non amava gli attori e mi diceva continuamente: "Ma perché non te ne vai a Houston a studiare, perché non fai l'università?
Christian De Sica   

Mio padre mi ha sempre insegnato a fare tutto. Quando gli ho detto che volevo fare l'attore, mi ha detto di studiare doppiaggio, perché secondo lui era la scuola migliore. Non l'Accademia di Arte Drammatica, che sforna a volte pessimi attori di teatro. "Gli attori di teatro – mi diceva – parlano il 'birignao'. Invece bisogna parlare il dialetto, che è il vero italiano".
Christian De Sica   

Nella democrazia, come ho sostenuto altre volte, non c'è nient'altro che un principio di difesa dalla dittatura, ma non c'è neppure nulla che dica, per esempio, che la gente che dispone di più conoscenza non debba offrirne a chi ne ha di meno. Al contrario la democrazia ha sempre inteso far crescere il livello dell'educazione; è, questa, una sua vecchia, tradizionale aspirazione.
Karl Popper   

Tutte le teorie restano essenzialmente provvisorie, congetturali o ipotetiche, anche quando non ci sentiamo più in grado di dubitare di esse.
Karl Popper   

Una teoria che non può venire confutata da nessun evento concepibile non è scientifica. L'inconfutabilità di una teoria non è (come spesso si ritiene) una virtù, bensì un vizio.
Karl Popper   

Non il possesso della conoscenza, della verità irrefutabile, fa l'uomo di scienza, ma la ricerca critica, persistente e inquieta, della verità.
Karl Popper   

La storia dell'evoluzione insegna che l'universo non ha mai smesso di essere creativo o inventivo.
Karl Popper   

L'esplorazione è seducente. Lo studente che si affaccia per la prima volta all'Università è come un romantico che s'appressa ad un castello meraviglioso.
Papa Paolo VI   Tratta da: Coscienza universitaria - Edizioni Studium 

Il dubbio è l'unico mistero a cui si crede ancora all'Università.
Papa Paolo VI   Tratta da: Coscienza universitaria - Edizioni Studium 

L'Università è la maggiorità intellettuale!
Papa Paolo VI   Tratta da: Coscienza universitaria - Edizioni Studium 

Non ho fatto nessuno sforzo per diventare un maestro di chitarra perché non so suonare quella maledetta chitarra.
Freddie Mercury   

Se qualcuno mi avesse detto che un giorno sarei stato Papa, avrei studiato di più.
Papa Giovanni Paolo I   

 Frasi dalla n° 51 al n° 75 di 'Studio' su 157 Totali



Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster