Frasi sulla cucina
Cucina
Frasi sulla cucina
Pagina 2/5
Ho il terrore dei pinoli. Sono un ingrediente maltrattato. Non mi piacciono i rognoni. Il fegato lo mangio, il four gras più volentieri.
Joe Bastianich   

Non mi ricordo quando ho bevuto la mia prima vera bottiglia ma il vino è sempre stata una di quelle cose che io ho sempre disegnato.
Joe Bastianich   

In Italia c’è un bacino più piccolo ma il programma ha un impatto forte, intenso, è un cult.
Joe Bastianich   

Nemmeno sa dove sia la cucina. Una situazione tragica. Zero. Ma è molto brava nelle prenotazioni. (Riferita a sua moglie)
Joe Bastianich   

Questo hamburger è un’offesa.
Joe Bastianich   

Sono Joe Bastianich. Ho 24 ristoranti italiani nel mondo, da Los Angeles a Hong Kong gli chef migliori lavorano per me... il talento vero non mi sfugge mai.
Joe Bastianich   

Voglio assaggiare piatti con carattere, gustare sapori decisi, (...) se cucinare ti rilassa MasterChef non fa per te.
Joe Bastianich   

Il problema co' sto piatto... che mi ha bloccato la gola come una pallina di catrame, e devo andare all'ospidale, adesso, se no muoro!
Joe Bastianich   

In Italia, come ho detto, la cultura del cibo è superiore. In America è tutto diverso, le influenze gastronomiche sono molto varie: texana, asiatica, latina... I due mondi non sono paragonabili.
Joe Bastianich   

In Italia c'era bisogno di un bel programma di cibo. Il merito è di tutti e di una produzione straordinaria. "MasterChef" si distingue nel mondo della vostra tv.
Joe Bastianich   

Mi manca mangiare per strada, in piedi, come si usa da noi. Stare in terrazzo o in una bella piazza spagnola a fare le tapas.
Rocio Munoz Morales   

Compongo musica. Scrivo musica, leggo molto, sono un tipo tranquillo, pressoché vegetariano.
Anthony Hopkins   

Il cibo non mi interessa. Vado dove mi dicono che si mangia bene ma non mi importa più di tanto. Sono un contadino, non un gourmet.
Anthony Hopkins   

Quando si cucina ci vuole molta concentrazione: solo così si può garantire la riuscita di un piatto. La perfezione non esiste, ma uno ci deve almeno provare.
Carlo Cracco   

La cattiveria c'è in tutti i posti di lavoro. In cucina l'ambiente è particolarmente teso perché se si sbaglia un piatto il cliente si lamenta o lo rimanda indietro: il reclamo non arriva dopo molto tempo, è immediato, e scombina i ritmi, crea tensione.
Carlo Cracco   

In Italia abbiamo l'immensa fortuna delle materie prime e della tradizione, se si mangia male la colpa è sempre di chi non sa cucinare, mai del cibo.
Carlo Cracco   

Io sono essenzialmente un cuoco, passo qui dentro sedici ore al giorno, cucinare è un atto d'amore perché lo fai per gli altri. Vale anche per gli chef: cambia la difficoltà, non l'atto. Il difficile è capire il cliente, conoscerlo, intuirlo quando si mette a tavola, decidere dopo due parole cosa gli piacerà oppure no. Mi sento un po' psicologo e un po' alchimista.
Carlo Cracco   

La cucina è come l'iPhone: puoi limitarti a telefonare o entrare in un mondo in cui è tutto facile.
Carlo Cracco   

Joe ha un pensiero gastronomico del tutto diverso: è capace di mangiarsi un barattolo di burro d'arachidi. Ha uno stile americano, orientato al business. (Riferita a Joe Bastianich)
Carlo Cracco   

Cucinare è come comporre musica: quando hai scritto ognuno esegue con la sua sensibilità. E la musica può piacere o no. La frustrazione è che, a volte, il pezzo più forte per te non viene capito, o il più apprezzato è quello in cui ti riconosci meno.
Carlo Cracco   

Meglio far mangiare a casa i nostri figli, potendo, piuttosto che affidarli a mense scolastiche dove rovinano il palato.
Carlo Cracco   

Meglio un pezzo di pane col formaggio piuttosto che una pizza lievitata in fretta, gommosa e indigeribile.
Carlo Cracco   

A me piace che la gente sappia gustare non solo con la bocca e non subito: prima ci sono gli odori, prima c'è l'aspetto di un piatto. A volte serve anche il tatto: mica per niente, mangiare con le mani dà soddisfazione.
Carlo Cracco   

Un paio di frasi, come cuoco, mi piacciono tanto. La prima: "faccia lei". Quando il cliente la pronuncia, mi lascia campo libero. La seconda: "Questo gusto non l'avevo mai sentito in vita mia". Io ci metto l'anima e loro capiscono.
Carlo Cracco   

I miei migliori clienti non sono ricconi, ma persone che una volta o due l'anno decidono di spendere per una cena quanto per un paio di scarpe. Poi, se va bene, il ricordo rimane per anni, e anche l'emozione.
Carlo Cracco   

 Frasi dalla n° 26 al n° 50 di 'Cucina' su 110 Totali



Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster