Frasi sullo straniero
Straniero
Frasi sullo straniero
Macchè simbolo dello ius soli: io corro. Non sono preparato sul dibattito politico e non mi interessa. Voglio essere giudicato in pista. Non seguo la politica. Lo ius soli? non voglio essere un simbolo. Io corro.
Marcell Jacobs   Inserita: 12/08/2021 Tratta da: Intervista al "Foglio" del 10/08/2021

Penso che una persona che arriva da un paese straniero deve innanzitutto rispettare le tradizioni e la cultura del paese accogliente e di vivere pacificamente nel rispetto degli altri cittadini.
Toni Ibowi   Inserita: 07/03/2018

Gli immigrati sono una risorsa? Io non contesto nessuno, ma qualcuno molto più importante di me chiede scusa perché gli immigrati non vengono accolti, perché gli immigrati sono un dono. Altro che 25 aprile. Mi viene tristezza pensare a chi ci ha rimesso la pelle per liberare l’Italia dall’occupante straniero e dopodomani vedrà sfilare in piazza degli sbarbati ignoranti che quel sacrificio non se lo meritano, perché questa terra la stanno facendo occupare dagli altri.
Matteo Salvini   Inserita: 27/04/2016

Non cercare mai di dire al tuo amore
Non cercare mai di dire al tuo amore
amore che mai non si può dire;
perché il vento gentile si muove
silenzioso, invisibile.
Ho detto il mio amore,
ho detto il mio amore,
le ho detto tutto il mio cuore;
tremante, gelido, in terribili paure
ah, se ne va via.
Non appena se ne fu andata da me
uno straniero passò per caso;
silenzioso, invisibile
oh, non ci fu rifiuto.
William Blake   Inserita: 05/06/2012

Sono estremamente soddisfatto del riconoscimento dei Clarivate Citation Laureates, anche perché è la prima volta che viene dato a un italiano. Un riconoscimento di questa natura è un premio collettivo che si estende a una comunità; il suo merito va anche ai più di cinquecento collaboratori che ho avuto, con i quali ci siamo divertiti nel cercare di svelare i misteri della natura – afferma Giorgio Parisi – Sono molto contento e onorato per aver ricevuto questo premio prestigioso non solo per essere stato inserito in una compagnia molto prestigiosa, ma anche per averlo preso lo stesso anno del mio amico Jean-Pierre Chaungeux, il famoso neurologo, socio straniero dell’Accademia dei Lincei.
Giorgio Parisi   

Quando si avvicina uno straniero e noi lo confondiamo con un nostro fratello, ponendo fine a ogni conflitto. Ecco, questo è il momento in cui finisce la notte e comincia il giorno.
Paulo Coelho   

Amo appassionatamente la Toscana. Mi inorgoglisce troppo quello che ha dato al mondo nel campo dell'arte, della scienza, della letteratura, della politica insomma della cultura. E a ogni pretesto parlo e scrivo della Toscana. Però si tratta di un amore poco ricambiato. La Toscana non è né è mai stata una mamma tenera e affettuosa. Quando ha un figlio o una figlia che la ama e la onora anziché amarlo e onorarlo a sua volta mostrando un po' di gratitudine lei lo bistratta, lo perseguita, lo respinge. Esattamente il contrario che oggi si fa con lo straniero che io chiamo l'invasore, cioè col musulmano.
Oriana Fallaci   

Sono nato nell'anno 1632, nella città di York, da una buona famiglia, che però non era di qui: mio padre era uno straniero di Brema, dapprima stabilitosi a Hull, dove aveva fatto fortuna in affari: poi s'era ritirato dal commercio venendo a vivere a York, siccome aveva sposato mia madre, una Robinson, di un'ottima famiglia del luogo; così mi chiamavo Robinson Kreutzner: ma per la corruzione di parole che avviene spesso in Inghilterra ora mi chiamano, ci chiamiamo, ci firmiamo, col cognome di Crusoe: come m'hanno sempre chiamato i compagni.
Daniel Defoe   

Colleziono solo maglie da calcio, ne ho a centinaia. Quelle che scambiamo a fine partita, più quelle che mi regalano o che ordino ai miei compagni di nazionale che giocano all’estero. Senza contare le divise che compro su Internet.
Paulo Dybala   Tratta da: intervista a ViSport 

Sicuramente nel nostro Dna c'erano i geni giusti, ma il resto è frutto di lavoro, dedizione e passione per questo sport. Senza queste motivazioni non si va da nessuna parte e la storia dei troppi stranieri e a mio avviso una scusa, anche quando giocavo io gli stranieri erano forti ma il problema è un altro: oggi i giovani italiani fanno fatica a percepire quello spirito di sacrificio che fa la differenza, questo li rende pronti per un campionato italiano in cui sono numericamente esigui, ma non all'altezza a livello internazionale. Se a questo aggiungiamo i costi elevati dei vivai rispetto allo straniero usa e getta spinto dal procuratore il discorso diventa ancora più complesso. La ricetta? Rimboccarsi le maniche, lavorare duro e sodo in palestra e farsi trovare pronti quando si è in campo. Oggi non ci sono più garanzie e a mio avviso è giusto così. Forse si potrebbe ridurre la Superlega a dieci club e ampliare il bacino della serie A2 a più squadre in cui gli italiani hanno più chance, ma al momento questa è la realtà e bisogna conviverci. [Riferendosi alla generazione di pallavolisti degli anni '80/90]
Andrea Lucchetta   

Il meglio d'Italia sono i ragazzi che non piagnucolano, si mettono in gioco, vanno all'estero, imparano altre lingue, studiano, vincono borse di studio, lavorano.
Aldo Cazzullo   

Molti dei miei amici che si sono trasferiti avevano vissuto la loro vita in un solo posto, quindi poter andare all'estero è stato un modo per farcela da soli e provare qualcosa di nuovo.
Alvaro Soler   

La totale espropriazione di un popolo nel proprio paese, l’ingresso di capitale straniero non a vantaggio dell’economia, ma a detrimento dei nostri cittadini e, di conseguenza, l’inaridimento della fonte alla quale la Stato, in un futuro migliore, può attingere le forze per riprendersi e rifiorire.
Joseph Schumpeter   

L'uomo è uno straniero sulla terra e la sua vita un viaggio scosso dalle tempeste.
Vincent Van Gogh   

Col favore della crisi economica, in diversi paesi e perfino in Francia, alcune forze cercano di disfarla speculando sulla delusione, puntando sullo scoraggiamento, riesumando paure. Designando lo straniero come un capro espiatorio. Puntando sulla discordia religiosa. Opponendo le identità nazionali all'impegno europeo. Tali manovre perniciose prosperano su un terriccio fertile.
Francois Hollande   Tratta da: Le Monde - 08/05/2014 

Mi sento uno straniero in patria, allevato da mia madre e mio padre in un certo modo, ho preso coscienza di essere un vecchio signore nato nel 1935 che non si ritrova più in questo paese.
Giampaolo Pansa   

Non sono più esterofila e non credo che tutto ciò che arriva dall'America sia fatto meglio, anzi in certe cose sono più bravi gli italiani.
Laura Pausini   

Cosa mi ha sorpreso della mia carriera? I numeri, le statistiche. Quando penso che ho giocato 1.112 partite, che sono l'unico argentino ad aver superato quota 1.000, che sono lo straniero che ha giocato più partite e che solo Paolo Maldini mi supera nella storia del calcio italiano, sono orgoglioso di questo.
Javier Zanetti   

Siamo ancora un Paese provinciale. Gli italiani parlano poco le lingue. I media trascurano quanto accade all'estero. Invece dobbiamo occuparcene. Perché ci riguarda. Perché le decisioni si prendono sempre meno dentro i confini nazionali e sempre più in Europa e negli organismi multilaterali.
Laura Boldrini   

All'estero quando un politico è coinvolto in un reato, sparisce lui. In Italia sparisce il reato, il processo e a volte anche il magistrato.
Marco Travaglio   

La tv dovrebbe sperimentare e inventare di più, e smettere di comprare i format dall'estero.
Luciana Littizzetto   

 Frasi dalla n° 1 al n° 21 di 'Straniero' su 21 Totali



Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster