Frasi sulla politica
Politica
Frasi sulla politica
Pagina 4/18
Ho ancora la speranza che si possano fare cose che promuovano la crescita e l'occupazione in Italia, fin'ora non le ho viste.
Alan Friedman   Inserita: 12/02/2014 Tratta da: Piazzapulita 28/10/2013 – La7

Come fece Gandhi arriveremo al mare, la catena umana lungo il Po arriverà al mare, metteremo le mani nell'acqua e vedremo che quando questa si asciuga il sale resta sulla pelle, come è possibile quindi che qualcuno ne abbia il monopolio?! Allo stesso modo non c'e' nessuno che possa avere il monopolio della libertà, neppure Roma.
Umberto Bossi   Inserita: 01/02/2014

Per migliorare la qualità delle istituzioni i cittadini dovrebbero smetterla di pensare solamente a se stessi e avere maggiore considerazione per la "cosa pubblica". E quando è il momento di protestare, non farsi prendere dalla pigrizia, ma se è il caso metterci anche la faccia.
Milena Gabanelli   Inserita: 30/01/2014

Più che una sconfitta, una catastrofe: io ho lanciato un grido di dolore per un dramma e gli elettori mi hanno risposto con un pernacchio.
Giuliano Ferrara   Inserita: 28/01/2014

La ripartenza dell’Italia è fondata sul coraggio degli italiani che è in questo momento, l’ingrediente decisivo per far scattare quella ripresa di cui l’Italia ha così acuto bisogno. Coraggio di rialzarsi, di risalire la china.
Coraggio di praticare la solidarietà: come già si pratica in tante occasioni, attraverso una fitta rete di associazioni e iniziative benefiche, o attraverso gesti, azioni eloquenti ed efficaci da parte di operatori pubblici, di volontari, di comuni cittadini. Coraggio infine di intraprendere ed innovare: quello che mostrano creando imprese più donne, più giovani che nel passato.
Giorgio Napolitano   Inserita: 01/01/2014 Tratta da: Discorso di fine anno 2013 a reti unificate

L’ideologia marxista è sbagliata, ma nella mia vita ho conosciuto tanti marxisti buoni come persone e per questo non mi sento offeso.
Papa Francesco   Inserita: 17/12/2013 Tratta da: La Stampa - 15/12/2013

Il potere si legittima davvero e solo per il continuo contatto con la sua radice umana e si pone con un limite invalicabile: le forze sociali che contano per se stesse, il crescere dei centri di decisione, il pluralismo che esprime la molteplicità irriducibile delle libere forme della vita comunitaria.
Aldo moro   

Chi non rimpiange la disgregazione dell'URSS, non ha cuore, chi vuole ricrearla così com'era, non ha cervello.
Vladimir putin   

Un partito che non si rinnovi con le cose che cambiano, che non sappia collocare ed amalgamare nella sua esperienza il nuovo che si annuncia, il compito ogni giorno diverso, viene prima o poi travolto dagli avvenimenti, viene tagliato fuori dal ritmoveloce delle cose che non ha saputo capire ed alle quali non ha saputo corrispondere.
Aldo moro   

Il vero pericolo in Italia sono gli ex comunisti, ed è la ragione per cui sono entrato in politica.
Silvio berlusconi   

Noi dobbiamo essere consapevoli della superiorità della nostra civiltà. Dobbiamo evitare di mettere le due civiltà, quella islamica e quella nostra sullo stesso piano. La nostra civiltà deve estendere a chi è rimasto indietro di almeno 1.400 anni nella storia i benefici e le conquiste che l’Occidente conosce.
Silvio berlusconi   

Nessuno è chiamato a scegliere tra l'essere in Europa e essere nel Mediterraneo, poiché l'Europa intera è nel Mediterraneo.
Aldo moro   

Un politico è una persona sulla cui politica non siete d'accordo; se siete d'accordo è uno statista.
David Lloyd George   

Sono consapevole di aver contribuito a creare un sistema che per anni ha inciso sul mondo della magistratura e di conseguenza sulle dinamiche politiche e sociali del Paese. Non rinnego ciò che ho fatto, dico solo quello che tutti quelli - colleghi magistrati importanti leader politici e uomini delle istituzioni, molti dei quali tuttora al loro posto - che hanno partecipato con m a tessere questa tela erano pienamente consapevoli di ciò che stava accadendo. Io non voglio portarmi segreti nella tomba, lo devo ai tanti magistrati che con queste storie nulla c'entrano.
Luca Palamara   Tratta da: Il sistema - Rizzoli 

Confronto e dialogo. Sguardo al minimo comun denominatore piuttosto che al massimo comun divisore. È quanto mancato soprattutto in questo ultimo ventennio della vita repubblicana.
Franco Marini   

Chi ha di più deve dare di più e aiutare quelli che non ce la fanno o sono in difficoltà. Serve equità per restituire all’Italia fiducia, forza e futuro. E oggi equità, giustizia sociale, vuol dire alleggerimento fiscale per le imprese, centralità e difesa del lavoro specie con l’occhio ai giovani pesantemente penalizzati dalla crisi, sostegno alle fasce più deboli della nostra popolazione.
Franco Marini   

I dogmi religiosi, politici, scientifici, derivano dalla convinzione erronea che il pensiero può contenere e racchiudere la realtà o la verità.
Eckhart Tolle   

La politica non mi piace, mi irrita. La solidarietà fra gli esseri umani, il volontariato, credo che abbiano molto più valore.
Ferzan Ozpetek   

L’invasione è pacifica, ma il numero dei miserabili in arrivo dall’Asia è già di per sé una minaccia per la Francia e per l’intera Europa. I governi e le élites culturali non sanno come affrontare il problema. Anzi, con la complicità di religiosi, di intellettuali radical-chic, organizzazioni umanitarie, media, cercano di preparare il terreno con una martellante campagna propagandistica che deve far accettare all’opinione pubblica l’avvento della società multirazziale.
Jean Raspail   Tratta da: Il Campo dei Santi (Edizioni di AR) 

Se è vero che esiste un potere, questo potere è solo quello dello Stato, delle sue istituzioni e delle sue leggi; non possiamo oltre delegare questo potere né ai prevaricatori, né ai prepotenti, né ai disonesti.
Carlo Alberto dalla Chiesa   Tratta da: Citato in Nando dalla Chiesa, Delitto imperfetto 

La Dc a Palermo vive con l'espressione peggiore del suo attivismo mafioso, oltre che politico. Lo Stato affida la tranquillità della sua esistenza non già alla volontà di combattere e debellare la mafia e una politica mafiosa, ma allo sfruttamento del mio nome per tacitare l'irritazione dei partiti pronti a buttarmi al vento non appena determinati interessi saranno o dovranno essere toccati o compresi.
Carlo Alberto dalla Chiesa   Tratta da: Diario privato del Generale dalla Chiesa 30/04/1982 

Ieri anche l'on. Andreotti mi ha chiesto di andare da lui e, naturalmente, date le sue presenze elettorali in Sicilia, si è manifestato per via indiretta interessato al problema; sono stato molto chiaro e gli ho dato però la certezza che non avrò riguardi per quella parte di elettorato alla quale attingono i suoi grandi elettori.
Carlo Alberto dalla Chiesa   

Sul piano politico nell'Italia degli anni 70 si vivono i mesi dell'emergenza. Il governo di solidarietà nazionale va incontro a una vita problematica. Le tensioni di quei giorni non risparmiano nemmeno il Quirinale. Il presidente Leone, investito da un tiro incrociato di critiche e attacchi, sceglie di dimettersi. È la prima volta che ciò accade nella storia della Repubblica. Con voto plebiscitario il Parlamento elegge Sandro Pertini alla più alta carica dello Stato. In sessanta giorni muoiono due papi, Paolo VI e Giovanni Paolo I, cioè Albino Luciani. Sul soglio di Pietro sale un cardinale polacco, Karol Wojtyla; si chiamerà Giovanni Paolo II.
Sergio Zavoli   

Nel periodo del fascismo gli insegnanti venivano a scuola in divisa. Quando uno di loro esordiva: “A chi il Duce?”, rispondevamo: “A noi!”. Fuori cantavamo inni luminosi (“Dio ti manda all’Italia come manda la luce, Duce, Duce, Duce!”), con le lusinghe dei balconi gremiti di fanciulle. Il comandante diceva: “Voglio che nel mio plotone sia traslata la disciplina prussiana alla quint’essenza!”. Poi si voltava per vedere se qualcuno rideva. “Chi sghignazza là in mezzo?”. “Io”, rispose Ovo, che prendeva il soprannome dalla sua grassezza. “Bravo, mi piace la tua lealtà. Come ti chiami, giovane camerata?”. “Mi chiamano Ovo”. “E ti sta bene! Mangia, mangia, che ti aggiusta il Duce”.
Sergio Zavoli   Tratta da: Intervista al Corriere della Sera del 05/2018 

Un ragazzo che oggi è in terza media, quando le Brigate rosse rapirono Aldo Moro e ne uccisero la scorta aveva zero anni. Ai tempi di piazza Fontana i suoi futuri genitori forse non si conoscevano. Questa nostra inchiesta è in un certo senso dedicata a lui, nato nell'ora più atroce del terrorismo e cresciuto senza poterne capire gli sviluppi e la progressiva decadenza. Oggi, quel ragazzo ha davanti una vita in qualche modo tracciata anche da come il Paese, senza di lui, ma anche per lui, è uscito da quel tunnel.
Sergio Zavoli   

Il suo spazio di agibilità coincide con le inefficienze della politica. Punto. La camorra è diventato un alibi comodo. Anche di fronte al disastro è riaffiorato il giustificazionismo e quello che Gramsci chiamava cadornismo: scaricare la responsabilità sui sottoposti. Agghiacciante.
Vincenzo De Luca   

In merito alla festa nazionale del Partito Democratico desidero esprimere il mio più vivo compiacimento per l'organizzazione della splendida "sagra" in corso di svolgimento a Torino. È la fotografia emblematica della capacità di presenza e del grado di efficacia del partito in questo particolare e difficile momento della vita politica ed istituzionale del Paese.
Vincenzo De Luca   

Il gruppo dirigente del partito [Partito Democratico] è talmente logoro che, se anche dicesse qualcosa di chiaro, nessuno lo ascolterebbe. Mi batterò per una svolta radicale del gruppo dirigente e del programma. Non ci sono altre vie. L'alternativa è la morte politica, tra gli applausi.
Vincenzo De Luca   

Non sono partitico, ma politico, ogni gesto che facciamo è politico. Il fatto di delegare, degradare la politica a una macchina del consenso, dove siamo tutti tirati per la giacchetta, è la maniera più limitata. Non si può ridurre la figura del politico a quello che si fa i selfie in piazza e non si può ridurre un cittadino a colui che mette una crocetta sulla scheda del voto. Ripenso alla figura di Enrico Berlinguer, che parlava da solo, davanti a milioni di persone ed era capace solo con le sue parole di porsi come un vero leader
Vinicio Capossela   Tratta da: Corriere - 21/10/2019 

Sembrerebbe che il 70% dei giovani non voglia andare a votare. Questo è inaccettabile, dobbiamo darci da fare per offrirgli una politica diversa. La politica sa essere meno peggio di come vogliono farla apparire.
Attilio Fontana   

Avevo criticato il governo Berlusconi sul Patto di stabilità, per difendere i miei cittadini. Se non l’avessi fatto, forse sarei stato gratificato maggiormente a livello politico. Ma un amministratore deve pensare prima ai cittadini. Altrimenti, è la vecchia politica.
Attilio Fontana   

La sinistra italiana si ritrova con gli stessi voti dai tempi di Giuseppe Mazzini. Il vero talento consiste nel ripartirli tra liste ogni volta differenti. È come spostare i vecchi mobili di casa una volta all'anno, per avere una inebriante sensazione di novità pur vivendo da sempre nello stesso trilocale ereditato dal nonno.
Michele Serra   

Al momento non ci sono alternative a un governo Conte. In queste settimane come M5s abbiamo preferito lavorare sulle cose da fare anziché farci trascinare da polemiche e provocazioni. Non abbiamo voluto alzare i toni nei confronti di Italia Viva, perché bastano già i loro di toni.
Vito Crimi   

Sono fiero di essere a capo di un movimento che rispetta le sue regole senza guardare in faccia nessuno. Chi non rispetta i patti non mi fa paura, mi fa pena.
Vito Crimi   

Ci troviamo di fronte a quesiti importanti a cui dobbiamo dare risposte serie e impegnative. Credo che anche gli artisti possano farlo con la propria musica senza dover per forza avere un tipo di scrittura politica. Si può essere interessati al sociale anche parlando di noi stessi e delle sensazioni che proviamo in rapporto a certe tematiche.
Antonio Diodato   

Seguire la politica vuol dire sperare, arrabbiarti, soffrire - perché una legge sbagliata sulle pensioni può far piangere tante persone e ha implicazioni pazzesche - ma quando incontri persone che ti chiedono aiuto entrano in gioco i sentimenti.
Federica Sciarelli   

Tante cose sono avvenute su Repubblica, e tante cose sono avvenute a causa di Repubblica, sia sul piano politico che su quello culturale, direi anche civico. Il gruppo Espresso ha avuto in Italia un ruolo fondamentale. Merita di essere conservato e gestito. Sono felice di poter dedicare due, tre anni del mio tempo e della mia vita a rimettere in sesto un'azienda sconquassata e non gestita. So anche quali sono i limiti di una persona di 85 anni: da qui lo sbocco di una Fondazione. Sono convinto di riuscire a persuadere gli altri soci che si tratta di un dovere di fronte al Paese, che spetta a chi ha avuto l’onore e l'onere di gestire il gruppo.
Carlo De Benedetti   Tratta da: Corriere - 15/10/2019 

Stabilire una pace duratura è un compito dell'istruzione; tutto quello che i politici possono fare è di tenerci fuori dalla guerra.
Maria Montessori   

Il liberale, in buona sostanza, ritiene che non ci possa essere libertà civile senza libertà economica, ma anche viceversa.
Nicola Porro   Tratta da: La disuguaglianza fa bene - La nave di Teseo 

Noi per la Capitale abbiamo messo a disposizione 2,4 miliardi di euro di investimenti su tutti i temi sensibili per il rilancio della Capitale. Dal trasporto pubblico alla crescita delle imprese. Tanti investimenti e progetti sono ancora fermi per esclusiva responsabilità del Comune.
Nicola Zingaretti   

In un momento in cui l'Italia rischia di andare verso una fase di vero e proprio caos politico, ribadisco quello che ho sempre detto con franchezza in questi anni: ai destini personali dobbiamo anteporre le soluzioni ai problemi che colpiscono le persone, le idee per creare sviluppo e lavoro e i progetti politici più utili ad aiutare il Paese, ricercando sempre i motivi che ci tengono uniti anziché quelli che ci vorrebbero divisi.
Nicola Zingaretti   

Interessante è l'obiettivo della flat tax, che coincide con l'obiettivo di riduzione della pressione fiscale come condizione di una politica di crescita, soprattutto se si vede questo obiettivo non tanto come un modo per aumentare il reddito spendibile di famiglie e imprese, e quindi sostenere la domanda interna, ma come un modo per aumentare il rendimento dei fattori produttivi, lavoro e capitale, e quindi anche degli investimenti.
Giovanni Tria   

Una svalutazione può certo essere manovrata per imbrogliare i nemici tramite politiche monetarie ad hoc, ma il tasso di cambio è essenzialmente un prezzo e come tale può determinarsi sul mercato o distorto, come qualsiasi altro prezzo, impedendo al mercato di funzionare. Ma come ogni altro prezzo è un mezzo di riequilibrio se determinato almeno in parte dal mercato.
Giovanni Tria   

La politica non mi dice nulla. Non mi piacciono gli uomini indifferenti alla verità.
Boris Pasternak   

Non aver mai paura di stare con la minoranza quando la minoranza ha ragione, perché la minoranza che ha ragione sarà un giorno la maggioranza.
William Jennings Bryan   

La promessa è stata mantenuta, nel corso della telefonata iniziale mi venne subito detto: "Professore, a noi non interessa, vogliamo un indipendente, conosciamo il suo profilo curriculare, vogliamo che lei metta il suo rigore professionale al servizio della giustizia amministrativa". [Durante il discorso per la nomina al governo da parte del Movimento 5 Stelle]
Giuseppe Conte   

Io ho potuto verificare con mano che nel DNA di questi giovani amici c'è la cultura della legalità e del rispetto delle istituzioni. [Riferendosi agli esponenti del Movimento 5 Stelle]
Giuseppe Conte   

Il mio primo contatto con Luigi di Maio ed il Movimento risale a 4 anni fa. Fui contattato e mi venne chiesta la disponibilità a farmi nominare dal Parlamento Italiano come componente dell'organo di autogoverno della giustizia amministrativa. Luigi di Maio ricorderà, fui molto chiaro, per onestà intellettuale precisai: "Non vi ho votato".
Giuseppe Conte   

Gli ultimi 10 anni sono stati caratterizzati, a livello internazionale, dalla grave crisi finanziaria che ha cambiato il mondo. Imprese, famiglie e lavoratori hanno sopportato il peso delle ripercussioni economiche, hanno sostenuto sacrifici, hanno dovuto cambiare il proprio stile di vita. Un cambiamento che ha inevitabilmente coinvolto le stesse istituzioni. La politica, oggi più di ieri, è chiamata a dare risposte concrete: con le azioni, l'esempio, i risultati.
Starà a ognuno di noi saper affrontare le nuove sfide alle quali saremo chiamati. A partire da un ripensamento del ruolo e dei compiti dello Stato. Il progresso impone la capacità di innovare, riformare, mettere in discussione le certezze del passato per poter governare il cambiamento.
Il tema delle riforme sarà quindi centrale, vedrà le forze politiche chiamate a dare segnali precisi, investendo il tema dell'assetto delle istituzioni, a tutti i livelli. [Durante il discorso d'insediamento come Presidente del Senato]
Maria Elisabetta Alberti Casellati   

Il voto di oggi è un incoraggiamento per il domani. Perché la convergenza che c’è stata, pur nella diversità, incoraggi anche la formazione del nuovo governo. [Dopo la votazione che l'ha eletta Presidente del Senato]
Maria Elisabetta Alberti Casellati   

 Frasi dalla n° 151 al n° 200 di 'Politica' su 890 Totali



Frasi PaginaInizio.com
© Frasi Paginainizio
Adv Solutions SRL  (Dal 2005)
Home Frasi | Per Webmaster